•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 15 febbraio, 2011

articolo scritto da:

Germania, Amburgo si prepara al voto

0051

Il 20 febbraio 2011 in Germania si aprirà ufficialmente la lunga tornata elettorale del 2011. Sono ben sette le regioni, o per meglio dire i lander, che saranno coinvolti nelle operazioni di voto:

amburgo

  • Città Stato di Amburgo (20 febbraio 2011) – Presidente uscente Christoph Ahlhaus (CDU) – governo monocolore CDU dopo l’uscita dei Grünen dalla coalizione
  • Sassonia-Anhalt (20 marzo 2011) – Presidente uscente Wolfgang Böhmer (CDU) – governo di coalizione CDU/SPD
  • Baden-Wüttemberg (27 marzo 2011) – Presidente uscente Stefan Mappus (CDU) – governo monocolore CDU
  • Renania-Palatinato (27 marzo 2011) – Presidente uscente Kurt Beck (SPD) – governo monocolore SPD
  • Città Stato di Brema (22 maggio 2011) – Presidente uscente Jens Böhrnsen (SPD) – Governo di coalizione SPD/Grünen
  • Mecleburgo-Pomerania Anteriore (4 settembre 2011) – Presidente uscene Erwing Sellering (SPD) – governo di coalizione SPD/CDU
  • Città Stato di Berlino (18 settembre 2011) – Presidente uscente Klaus Wowereit (SPD) – governo di coalizione SPD/Linke

[ad]Nel dettaglio, tre cariche sono appannaggio della CDU e quatro della SPD, ed osservando le composizioni delle coalizioni di governo si vede come la CDU sia presente solo quattro volte, contro le cinque della SPD e l’unica dei Grünen e della Linke.
Le elezioni paiono quindi mettere maggiormente in pericolo le poltrone appannaggio del centrosinistra (SPD, Grünen, Linke) che quelle del centrodestra (CDU), che si troverebbe quindi a giocare all’attacco; in realtà i sondaggi più recenti vedono ovunque la coalizione di Angela Merkel in ritirata rispetto ai risultati conseguiti alle precedenti consultazioni elettorali: dopo aver perso la maggioranza del Bundesrat dopo la tornata elettorale del 2010 in Nord Reno-Westfalia, ora rischia di veder appesantito il proprio passivo e soprattutto di subire una storica disfatta della roccaforte conservatrice del Baden-Wüttemberg, un’ipotesi che metterebbe a dura prova la stessa sopravvivenza del governo federale.

Il primo appuntamento elettorale, tuttavia, è Amburgo.
Città tradizionalmente di sinistra, governata dalla SPD ininterrottamente dal 1957 al 2001, proprio in quella tornata elettorale ha visto l’elezione dell’esponente CDU Ole von Beust, a capo di una coalizione che vedeva, oltre alla CDU, anche FDP e la lista locale Offensive. Al successivo appuntamento la CDU, con un balzo in avanti di 21 punti percentuali, completava uno storico sorpasso sulla SPD consentendo a von Beust la formazione di un governo monocolore, mentre le controverse elezioni 2008 hanno visto, caso unico in tutta la Germania, la formazione di una coalizione CDU/Grünen. Proprio la rottura tra questi due partiti, con le conseguenti dimissioni di von Beust e la formazione di un governo di minoranza capitanato da Ahlhaus, hanno portato alla crisi sfociata nelle elezioni anticipate previste questo 20 febbraio.

Con quasi 1,8 milioni di abitanti (più del 2% dell’intera popolazio tedesca), Amburgo è la seconda città della Germania per dimensioni dopo Berlino.
All’interno dei confini municipali si produce circa il 3% del PIL dello Stato. Soprattutto, con i suoi tre delegati, ha un peso che vale circa il 4% del Bundesrat, il Senato Federale tedesco.
Queste elezioni possono essere considerate, facendo ovviamente le debite proporzioni e ricordando la doppia valenza di Amburgo di città e land, come un misto tra le elezioni comunali di Milano e quelle di una regione delle dimensioni della Liguria o della Calabria.

Il trend di febbraio individuato dalla Infratest Dimap vede la SPD attestarsi ad un altissimo 46%, mentre la CDU crollerebbe addirittura al 25% e la FDP rischierebbe addirittura di non eleggere rappresentanti al Consiglio Regionale.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments