•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 19 gennaio, 2011

articolo scritto da:

Legittimo Impedimento: la sentenza

riforma della Giustizia tribunale

Cosa dice e che effetti avrà la sentenza della Consulta sul legittimo impedimento?

 

È una storia lunga quella che vede protagonista la Corte costituzionale, negli anni più volte investita del compito di esprimersi su scudi giudiziari e leggi salva Premier. Se ne è trattato recentemente qui su Termometro Politico, ricordando il lodo Schifani bocciato dalla Consulta nel gennaio 2004 (la cui approvazione consentì comunque la sospensione e lo stralcio del processo Sme), la legge Cirielli del 2006, anch’essa bocciata dalla Corte in merito alle norme sulla prescrizione breve, ed in particolare la previsione di poterle applicare anche ai processi in corso (tra cui ovviamente quelli di Berlusconi), la legge Pecorella 2007 che, azzerata dalla Corte, impediva l’appello per il pm che “perde” il processo, ed infine il lodo Alfano 2008, bloccato dalla Consulta nell’ottobre del 2009, istitutivo di uno scudo giudiziario per le quattro più alte cariche dello Stato.

[ad]Così arriviamo allo scorso giovedì ed alla bocciatura del c.d. “legittimo impedimento” (legge n. 51 del 2010), votata dalla maggioranza con l’astensione dell’Udc ad aprile 2010. In sostanza, la Corte costituzionale in parte approva la legge, in parte la boccia. È lasciato in piedi l’impianto generale della legge, come sottolineato dagli esponenti del Pdl, ovvero il principio secondo cui il Presidente del Consiglio può godere di un legittimo impedimento a non comparire in udienza; ma tutto è riportato alla Costituzione, e in particolare al rispetto degli articoli 3 e 138, secondo cui i cittadini sono uguali di fronte alla legge e non possono essere introdotte con legge ordinaria immunità e prerogative1.

legittimo impedimento

Il voto finale sulla legge smentisce ogni pronostico: la Corte è compatta e a larghissima maggioranza (12 a 3) cassa la speciale procedura che stabiliva di fatto un automatismo tra l’autocertificazione di un “impedimento continuativo, continuato e correlato” alle attività di governo e l’obbligo del giudice a rinviare il processo (art. 1, commi 3 e 4 della legge n. 51/2010)2. Tale meccanismo di autocertificazione, garantito dal segretario generale di Palazzo Chigi, valevole per sei mesi e prorogabile tre volte, è stato dichiarato incostituzionale per palese violazione degli articoli 3 e 138 della Carta costituzionale, laddove “non prevede che il giudice valuti in concreto l’impedimento addotto”. Qui chiaramente il riferimento è all’articolo 420-ter del codice di procedura penale3 sull’impedimento ordinario, in cui invece il giudice “valuta liberamente” l’eventualità del rinvio: la legge quindi è resa coerente con l’istituto del legittimo impedimento che già esiste nel codice di procedura, per cui se un imputato ha un valido motivo per rinviare il processo, il giudice fissa un’altra data. Ciò che rimane in vita è il comma 1 dell’articolo 1 della legge in oggetto4, ma solo se l’elenco degli impedimenti del Presidente del Consiglio è riportato alla valutazione del giudice come accade a tutti i normali cittadini: il giudice sicuramente dovrà tenere in debita considerazione la posizione di Presidente del Consiglio, ma la corretta chiave interpretativa della disposizione di cui al comma 1 dell’articolo 1 della legge sul legittimo impedimento fa riferimento alla remissione della valutazione allo stesso giudice.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments