•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 16 giugno, 2012

articolo scritto da:

Nishami nuovo capo di stato in Albania. Berisha mantiene la stretta sulle più alte cariche dello stato

nishami

Dal 30 maggio, il Parlamento albanese è in sessione per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, che dovrà succedere entro il 24 luglio a Bamir Topi. L’11 giugno, il ministro degli interni Bujar Nishani è stato eletto nuovo Capo di Stato.

[ad]Il sistema elettorale

La figura del capo di stato, in Albania, è abbastanza simile per competenze a quella del presidente della Repubblica Italiana, e tale è anche il sistema elettorale: il nuovo capo di stato è eletto indirettamente, dall’Assemblea legislativa, con voto segreto. La maggioranza dei voti richiesti è di 3/5 nei primi tre scrutini, e di metà+1 nel quarto e quinto scrutinio. Se dopo il quinto scrutinio non si riesce ad eleggere un presidente nemmeno tramite una maggioranza semplice, il Parlamento è dissolto e nuove elezioni vengono indette entro due mesi. Ciò per evitare paralisi come avvenuto in Moldavia, dove tra il 2009 e il 2012 il parlamento non riuscì ad eleggere un capo di stato.

I precedenti

Con la riforma costituzionale del 1998, il ruolo di capo di stato venne ridimensionato e la gran parte delle funzioni esecutive affidate al governo.  Dopo il mandato presidenziale di Sali Berisha (1992-97), il posto di capo di stato venne occupato da un esponente socialista, Rexhep Meidani (1997-2002) durante il quinquennio di amministrazione socialista. Nel 2002, su forte pressione internazionale, Sali Berisha (PD) e Fatos Nano (PS) si accordarono per l’elezione di una personalità super partesAlfred Moisiu, a capo di stato. Moisiu era considerato particolarmente adeguato al ruolo, per la sua neutralità politica, le sue competenze di mediatore, e il suo deciso orientamento filo-occidentale.

Il carattere fazioso della competizione politica in Albania tornò in rilievo nelle elezioni presidenziali del 2007. La maggioranza democratica e l’opposizione socialista non riuscirono ad accordarsi su un candidato consensuale, e il candidato della maggioranza, Bamir Topi, venne eletto al quarto scrutinio; l’opposizione socialista non partecipò al voto.

Il voto del 2012

L’elezione del 2012 presenta gli stessi caratteri di quella del 2007, in uno scenario politico altrettanto polarizzato. L’opposizione socialista, dopo aver rifiutato i risultati delle elezioni parlamentari del 2008 ed aver, per qualche tempo, boicottato il parlamento, si è trovata nel 2011 a perdere anche la carica di sindaco di Tirana, fino ad allora detenuta dal leader del PS Edi Rama, e guarda ora all’orizzonte delle elezioni politiche del 2013. La maggioranza del PD di Sali Berisha si mantiene stretta a pressoché tutti i posti di potere in Albania, ed era fiduciosa di poter inserire di nuovo un suo uomo alla più alta carica dello stato.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments