•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 12 luglio, 2012

articolo scritto da:

Torino-Lione, la blocca Parigi?

alta velocità

L’Alta Velocità è un intrigo sempre più complicato. Da noi, si sa, il movimento No Tav è molto attivo ed appoggiato da diverse associazioni, collettivi e movimenti anche lontani dalla Val di Susa. Si confronta però con una politica “romana” che, tranne qualche eccezione, ritiene fondamentale il collegamento da Torino a Lione, in un’ottica di rilevanza nazionale a livello europeo.

[ad]Opinione diffusa è che invece in Francia il tema sia meno divisivo, che da Parigi l’Alta Velocità raccolga ampi consensi. Tanto che nel 2007 i nostri cugini d’oltralpe hanno impegnato diversi miliardi di euro (260 circa) in quattordici progetti di linee ferroviarie da completare nel 2020, tra i quali proprio il tratto transalpino della Torino-Lione. Ma i conti ora non tornano, soprattutto pare che sia diminuito il flusso di merci sulla stessa tratta: dagli undici milioni di tonnellate dei primi anni novanta, si è arrivati ai quattro attuali, pochi per reggere un investimento oneroso (circa 12 miliardi di euro sarebbe il costo della tratta). Così, secondo indiscrezioni di Le Figaro, il nuovo governo starebbe ragionando sull’eventualità di fare marcia indietro. Il Ministro del Bilancio, Jerome Cahuzac ha affermato infatti che sarà necessario valutare i progetti per priorità, ed eventualmente rinunciare a qualcuna: sarà una commissione mista parlamentari-esperti a redigere questa particolare “classifica”, e la Torino-Lione potrebbe, per i motivi sopra accennati, trovarsi ai primi posti.

alta velocità

Eppure era stato proprio il Presidente Hollande, intervistato a due settimane dal voto dall’Ansa a sostenere l’importanza del progetto con queste parole: “Bisogna lavorare alla competitività dell’Europa come terra di produzione e tutto ciò passa attraverso la costruzione di infrastrutture come la Tav Torino-Lione”, aggiungendovi che “La soluzione alla crisi dell’Europa non sarà mai nel ripiegamento su se stessi. Per rilanciare l’attività economica in Europa e bloccare l’aumento della disoccupazione, abbiamo bisogno di questo tipo di investimenti, che rendano il nostro continente più attrattivo e coeso”. Che abbia cambiato opinione?


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments

Trackbacks

  1. […] ripensamento Francia? non ci risultaAGI – Agenzia Giornalistica ItaliaLa Repubblica -Termometro Politico -Borsa Italianatutte le notizie (117) » Nessun […]

  2. […] ripensamento Francia? non ci risultaAGI – Agenzia Giornalistica ItaliaLa Repubblica -Termometro Politico -Borsa Italianatutte le notizie (117) » Condividi la […]