•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 24 settembre, 2012

articolo scritto da:

Termometro Finanziario: la voragine nei conti pubblici greci potrebbe essersi allargata

termometro finanziario: grecia

Termometro Finanziario: la voragine nei conti pubblici greci potrebbe essersi allargata

 

Settimana di consolidamento sulle piazze finanziarie: le borse perdono sì terreno, ma per ora si può tranquillamente parlare di semplice consolidamento dovuto a prese di beneficio conseguenti ai rialzi delle scorse settimane.

[ad]La correzione era attesa visto che sembra evidente che il rally sia basato solo su una ricchezza di carta: gli aiuti da parte delle banche centrali sotto forma di denaro fresco a fatto sì che i prezzi di molti titoli si muovessero verso l’alto più perché gli investitori (o almeno certe tipologie di investitori) hanno in tasca liquidità in eccesso e dunque comprano di tutto, e non perché le cose vadano effettivamente meglio. Anzi, a ben guardare gli indici di crescita, la situazione non è delle migliori, basti ricordare i recenti tagli a stime e previsioni di crescita effettuati un po’ ovunque.

 

Intanto il copione della crisi europea continua a essere seguito alla lettera: Der Spiegel riporta che il buco delle finanze greche potrebbe essere maggiore del previsto, nell’ordine di 20 miliardi di euro (un po’ meno del 50% in più rispetto alle stime precedenti, che rilevavano il buco a 11,5 miliardi). Ciò che dà credito a queste voci sono anche le sempre più pressanti richieste di aiuto da parte del premier greco Samaras, che adesso chiede che anche i debitori pubblici (in primo luogo la BCE) accettino un haircut dei propri crediti. Insomma, se finora la Grecia era fallita solo per i privati, adesso la Grecia potrebbe fallire per tutti. Difficilmente a tedeschi e scandinavi piacerà il fatto che il capitale della BCE verrà parzialmente bruciato e questo aprirà nuove crisi e scontri fra cancellerie, mentre si discute di aumentare la potenza di fuoco dell’ESM fino a 2000 miliardi dai 500 previsti inizialmente.

termometro finanziario: grecia

Insomma una bagarre, dalla quale emerge principalmente che l’austerità fiscale senza neppure i puntelli di una politica monetaria espansiva non riuscirà a farci uscire dalla crisi, ma non farà altro che allargare i buchi nei conti pubblici trasformandoli in incontrollabili voragini.

Circa l’agenda macroeconomica della settimana, lunedì è previsto il rilascio dell’indice IFO relativo al sentiment economico della Germania: il dato è atteso stabile rispetto alla rilevazione precedente. Martedì si segnala invece il dato sulla fiducia dei consumatori italiani, previsto anch’esso stabile al livello piuttosto basso di 86.

Mercoledì l’indice dei prezzi al consumo (stima preliminare) dovrebbe segnalare un lieve rallentamento dell’inflazione in Germania. Riguardo all’Italia, sono attesi i dati circa le vendite al dettaglio, previste stabili e lievemente positive. Attesa in mattinata anche un’asta di BOT a sei mesi. Negli USA gli investitori guarderanno con attenzione al dato sulle vendite di nuove case, previste ancora molto depresse.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments