•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 6 novembre, 2012

articolo scritto da:

Sicilia, il totoassessori della Giunta Crocetta

[ad]Messi da parte i festeggiamenti, gli abbracci ed il riposo per una forte vittoria in Sicilia, i partiti presentano il conto a Crocetta.  Il neo Presidente della Regione Sicilia avrà il suo bel da fare per cercare di mettere in sesto la regione e, per questo, i partiti ma anche la società civile sono essenziali.

Ritornato da una due giorni di riposo a Lampedusa (altro segno importante, valorizzare le eccellenze del territorio siciliano di solito snobbate dagli Isolani ma apprezzate dai turisti) per riprendersi dalle fatiche di un’estenuante campagna elettorale, il Presidente sembra ancora dubbioso sui nodi da sciogliere riguardo alla sua giunta.

elezioni sicilia

Un posto sicuro è quello di Lucia Borsellino come Assessore alla Sanità. Figlia del magistrato Paolo, ucciso vent’anni fa nell’agguato mafioso di Via D’Amelio, è stata già dirigente regionale in quel settore per anni ed è vista dai più come persona super-partes.

Altro nome di spicco è quello di Franco Battiato. Il cantautore catanese è stato contattato da Crocetta per avere la propria disponibilità a ricoprire il ruolo di Assessore ai Beni Culturali. L’artista, da grande uomo di cultura, si è detto lusingato ma non ha ancora sciolto la riserva: sa benissimo dell’enorme mole di lavoro che lo aspetterebbe, non solo dal punto di vista numerico per i beni presenti in Sicilia, ma anche dal fatto che, essendo essi eccezionalmente numerosi, durante gli anni molti sono stati abbandonati a se stessi, vittime di una politica fatta da contributi a pioggia, di scarsa programmazione, e di incuria. Battiato sa che questa sua scelta potrebbe compromettere il suo ruolo di cantautore e per questo prende ancora tempo.

elezioni sicilia

Altri nomi della società civile sono quelli di Mariella Maggio, ex segretario regionale Cgil, la quale dovrebbe avere la delega al Lavoro, Mariella Fedele – moglie del Procuratore antimafia Piero Grasso, mesi fa papabile candidato a presidente della Regione – alla quale dovrebbe andare l’assessorato all’Istruzione, essendo dipendente dell’omonimo ministero. Si parla inoltre di Luigi Malafarina, ex questore di Gela, legato a Crocetta da una profonda amicizia sin dalla sua prima elezione a sindaco: i due, con un patto d’acciaio tra Comune e Polizia di Stato, sono riusciti a far arrestare centinaia di mafiosi nella città calatina.

Questi i nomi più risonanti provenienti dalla società civile. Ma ogni giunta che si rispetti è formata, in prevalenza, da politici appartenenti a varie correnti, che devono essere tutte accontentate.

Il PD, nonostante abbia appoggiato l’ex sindaco solo il 30 Agosto quando la campagna elettorale era iniziata da più di un mese, reclama un posto di rilievo per un uomo proveniente dalla corrente Cracolici-Lumia (i demiurghi dell’accordo con Lombardo i quali, anche per questo, non sono stati risparmiati dalle critiche di gran parte del loro elettorato).

elezioni sicilia

L’UDC, primo partito ad appoggiare Crocetta nella sua corsa alla Regione, potrebbe avere due assessorati: si parla di soggetti che però non sono visti di buon occhio dagli elettori del Presidente: Lino Leanza, ex vice-presidente durante i tempi di Cuffaro, assessore di Lombardo e capogruppo dell’MPA, ora nel partito di Casini, e Nino Dina, anch’egli cuffariano, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e poi scagionato. Molti in questi due nomi vedono un fil rouge troppo spesso con l’ex governatore della Sicilia, e un controsenso rispetto ad una campagna elettorale incentrata sul cambiamento.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento