•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 1 settembre, 2009

articolo scritto da:

I siti internet dei partiti politici: la comunicazione via web

web

I siti internet dei partiti politici: la comunicazione via web

Nella politica del XXI secolo la capacità di attirare il pubblico via web risulta determinante per le sorti di ogni elezione politica. La recente campagna presidenziale USA lo ha dimostrato senza alcun dubbio: Barack Obama ha incentrato e sta tuttora incentrando la propria carica comunicativa tramite internet, includendo un proprio canale Youtube, Facebook e migliaia di siti-blog amici ed associati. In questo nostro articolo vogliamo presentare un’analisi su come i principali partiti politici italiani sfruttino l’elemento comunicativo della rete, proponendo modi diversi di propaganda politica.

[ad]I partiti italiani seguono strutture mediatiche molto diverse tra loro: dall’ impersonificazione del partito con il proprio leader (Popolo della Libertà, Lega Nord), ad uno spettro più ampio di individui (Partito Democratico). Ad uno stile giornalistico stile agenzia stampa (UDC, Sinistra e Libertà) sino ad un vero e proprio blog a tre colonne (IDV, Rifondazione Comunista, La Destra). Slogan, simboli e colori vivaci emergono quasi costantemente con alcune eccezioni. Messaggi diretti e sintetici rendono questi siti delle vere e proprie pubblicità in continua evoluzione, in cui la strategia comunicativa non è (e non dovrebbe essere) lasciata al caso.

GUARDA TUTTI I SITI DEI PARTITI POLITICI ITALIANI

Il Popolo della Libertà

 

I siti internet dei partiti politici: la comunicazione via web

Il sito del Popolo della Libertà presenta sin da subito una chiara grafica, con una tonalità di gradiente dal bianco all’azzurro, richiamando i colori del proprio logo. Manca tuttavia nel sito un riferimento al tricolore della bandiera italiana, che invece spicca nel simbolo circolare. Gran parte del sito è rivolta alla figura di Silvio Berlusconi, che domina sia le immagini slide, sia con il link al sito “ForzaSilvio.it”, sulla barra laterale sinistra. Notiamo, sempre nella barra laterale sinistra, il richiamo al social network del PDL. I link principali del PDL (i gruppi parlamentari italiani ed europeo, il Governo e la messaggistica di Spazio Azzurro) risultano individuabili senza fatica, garantendo coerenza nel messaggio politico. La comunicazione politica sul sito è piuttosto semplice, ma diretta: nelle slide centrali compaiono messaggi sintetici, dal forte riferimento ai valori del partito politico. Vengono presentati in forma concisa i risultati del governo Berlusconi, come se si stesse osservando un cartellone pubblicitario 6×3. Le notizie di agenzia e dei vari politici PDL vengono relegate nello spazio sottostante. Una barra menù esplicativa garantisce una facile navigazione del sito. Spicca l’icona “Intranet” in rosso, nella parte alta sinistra.

 


Il Partito Democratico

Il sito del Partito Democratico è incentrato largamente sul tema del Congresso Nazionale di Ottobre. Sin dal logo delle Feste Democratiche emerge il diretto richiamo al simbolo ed i colori del partito: rosso, bianco e verde. Lo sfondo costante bianco fa risaltare le notizie principali. A differenza del PDL, il PD concede meno spazio ad una figura principale ed egemone (il segretario). Anche in questo sito compare un menù posizionato a portata di click che permette una navigazione facile e precisa. Notiamo inoltre la presenza di uno slogan facile da memorizzare al di sopra del logo delle Feste di partito. Un’altra differenza sostanziale con il PDL è la scelta comunicativa: non abbiamo in questo caso dei messaggi pubblicitari chiari e sintetici, ma riassunti del contenuto del servizio in questione, più in stile giornalistico Ansa. Il PD possiede un canale proprio di comunicazione, chiamato Youdem.tv, una sorta di Youtube, su cui il partito ha investito molte energie. Esso compare nel centro del sito, a dimostrazione dell’importanza che riveste per la propaganda politica del PD.

 


La Lega Nord

Il sito della Lega Nord segue parzialmente la linea comunicativa del PDL, nella forma di immedesimazione del partito con il proprio leader, Umbero Bossi. Lo slogan di indipendenza è di forte impatto, insieme al logo circolare del partito. Come per il PDL, anche la Lega da ampio spazio al proprio social-network. La comunicazione interna al partito viene collocata nella parte laterale di sinistra, mentre quella centrale è dedicata ai propri manifesti. E’ un sito piuttosto scarno rispetto ai due partiti precedenti, ma certamente colpisce proprio per l’immediatezza del messaggio che intende lanciare ai propri naviganti. Un’altra caratteristica di questo sito, sebbene un po’ nascosta in alto a sinistra, è la possibilità di ascoltare in streaming RPL (Radio Padania Libera). Una versione meno tecnologica rispetto a Youdem.tv, sebbene un servizio storico di questo partito, tanto quanto radioradicale per il partito di Pannella e Bonino.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments