•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 19 dicembre, 2012

articolo scritto da:

Media Sondaggi: le incognite di fine anno sugli scenari elettorali

La media dei sondaggi al 19/12/12

Media Sondaggi: le incognite di fine anno sugli scenari elettorali

 

[ad]PD ai massimi storici con oltre il 33%, Movimento 5 Stelle in caduta, leggera ripresa del PDL ma a danno di Lega Nord e La Destra. Questo è il quadro che ci consegnano i sondaggi elettorali della passata settimana. Cosa ci porterà invece l’immediato futuro è ancora una incognita: PDL e Lega rinnoveranno l’alleanza? Che effetto avranno le scissioni nel PDL (quelle di Crosetto e Meloni e quella di La Russa)? Monti scenderà in campo da federatore di liste, con un suo movimento, o con una lista unica? Verdi, IDV, FDS si uniranno al Movimento Arancione? Lo sapremo molto presto, intanto però con i sondaggi politici di queste ultime settimane, l’attuale quadro politico il centrosinistra con il 40% vincerebbe agevolmente in ambo i rami del Parlamento.

 

La media dei sondaggi al 19/12/12

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

13 Commenti

  1. Luca Masci ha scritto:

    Penso che gli attuali scenari verranno ovviamente stravolti dall’ingresso in campo di Monti. Alla camera non ci dovrebbe essere storia. Al senato l’ingresso di Monti potrebbe addirittura finire per agevolare il risultato del csx (ad esempio in Lombardia potrebbe essere conquistato il premio di maggioranza regionale). 

  2. Donny Darko ha scritto:

    Io di rivedermi davanti gli stessi esponenti politici che ci hanno portati alla rovina economica politica sociale ..che hanno ridotto gli italiani a un bancomat… non ci penso proprio, grillo o non grillo ..non avranno più più la mia fiducia… hanno dimostrato di non saper risolvere alcun problema ..se non sistemare i propri interessi e quelli delle banche le grandi multinazionali dei militari e di questo o quel esponente “influente” di tutto ciò sono stufo ..ora si volta pagina (si spera), avanti i giovani, avanti il M5S, democrazia reale, ..toda la vida!

  3. Richelieu ha scritto:

    il pareggio al Senato è molto improbabile che si realizzi: nel 2006 il csx perse tre grandi regioni come Piemonte, Lazio e Puglia e fu salvato dalla vittoria in Campania + senatori all’estero… stavolta in tutte queste regioni il blocco PD+SEL è nettamente maggioranza relativa e quindi non dovrebbero esserci sorprese… senza contare che se anche PDL e Lega si presentassero insieme, stando agli ultimi sondaggi, rischierebbero comunque di non vincere neanche in Lombardia

  4. 1976 ha scritto:

    Alla Camera, con il Porcellum non c’è storia. Al Senato… Se Monti non corre, PDL + Lega alleati possono sperare qualcosa in Lombardia, anche se non credo; rimarebbe incerto il quadro in Veneto, Sicilia e forse Calabria, ma tutte le altre regioni andrebbero a sinistra; quindi maggioranza sicura per il centrosinistra anche al Senato. Se Monti corre, sostenuto da Centro, Chiesa, Confindustria… divide i voti del centrodestra. Potrà avere una discreta affermazione personale, anche se ne dubito, visti i salassi imposti a molti Italiani. Prenderebbe comunque più voti di Berlusconi; non potrà tuttavia ribaltare l’esito del voto: anche in questo caso maggioranza al Senato per il centrosinistra. L’unica speranza per Monti di pareggiare (forse) al Senato potrebbe essere l’assenza di Berlusconi dalla competizione: improbabile.
    Attenzione! Il Movimento 5 Stelle sottrarrà più voti a destra, dove ci sono molti delusi, che a sinistra. Avrà una buona affermazione e costituirà un’importante opposizione di garanzia nazionale.
    Non credo che i vari Storace, Crosetto, Meloni, Giannino, Sgarbi… abbiano la possibilità di incidere veramente sulla competizione elettorale. Credo anche che i vari frammenti di sinistra (Di Pietro, De Magistris, Ingroia, Radicali se non vengono imbarcati nel PD), insomma tutti quelli che si coaguleranno attorno agli Arancioni, forse supereranno la soglia di sbarramento, ma non andranno molto in alto.
    Da elettore di sinistra (Vendola), fatemi esprimere qualche riserva sul futuro: la sinistra vincerà, ma per fare cosa? Se farà una politica troppo moderata e poco progressista, prevedo dopo un paio d’anni di legislatura che Sel si sfili e si profili dunque un’alleanza PD-Centro montiano.

    • Andrea ha scritto:

      Il Presidente della Repubblica, chiunque sarà, non si lascerà certo sfuggire quest’ occasione. Se mai si profilerà !!

      Non credo scioglierà le Camere senza prima aver tentato TUTTE le strade( inclusa quella, appunto, che TU hai citato in fondo al TUO post.. ); come già fece Napolitano a novembre 2011. non sciolse le camere e riuscì ad IMPORRE Monti.

      P.S. : Detto questo SEMPRE meglio del 5° ritorno del 77 Sultano Solimano I° ” il Magnifico “( con TUTTO il rispetto per il VERO Solimano I° ) !!

  5. Pingback: Il parlamento futuro in base ai sondaggi.

  6. Postino ha scritto:

    …mi raccomando votate ancora per questi…eh ?

    http://www.youtube.com/watch?v=uo4HBCKdQB0&feature=youtu.be

  7. Pingback: Scelti da Bersani almeno un quarto dei parlamentari

  8. Vittorio Guerrini ha scritto:

    Sono sicuro che occorrerà l’alleanza di PD e terzo polo per battere il caimano al senato. Molti cadranno nella trappola di questo pifferaio, ” sono tutti uguali, noi non facciamo politica,ecc.” ecco i voti che avrà e saranno molti(sempre troppi). Il primo provvedimento del nuovo governo dovrà riguardare “IL CONFLITTO DI INTERESSI” sempre che i nuovi premiati non siano pieni di vecchi scheletri, se ci fosse coraggio promuovere una indagine sui vizi privati(penso agli affari) e le finte virtù del nostro bene amato ex ex premier.

  9. Andrea ha scritto:

    Scusate ma per quale motivo il centrosinistra dovrebbe avere una maggioranza risicata?
    Le tabelle, di sopra, direbbero il contrario. Se i risultati elettorali fossero QUELLI avrebbe, in totale, 346 seggi alla camera.. e 170 al senato.

    Il centrodestra, invece, se fossero quelli i risultati avrebbe( PDL+Lega ) 138 seggi alla camera( 107 il PDL e 31 la Lega ). Al senato 73 seggi( 64 per il PDL e 12 per la Lega ).

    I numeri non mi sembrano( o sembrerebbero, bisogna pur sempre aspettare la fine delle votazioni ) così risicati !!

  10. Pingback: sulle #primarieparlamentari 3: il listino bloccato « Daniele Silvestri

  11. andrea ha scritto:

    ma come fate a fare i sondaggi ??? Se il PD perde due regioni chiave come lombardia e sicilia… non ha la maggioranza al senato e … si tornera’ a votare !!!!

Lascia un commento