•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 10 gennaio, 2013

articolo scritto da:

Distribuzione seggi per coalizione al Senato in base alle medie sondaggi del 9 gennaio

Utilizzando le proiezioni a livello regionale calcolate il 9 gennaio e’ possibile azzardare una distribuzione degli eletti a livello di coalizione e di partito nella singola regione
Distribuzione seggi per coalizione al Senato

Distribuzione seggi per partiti al Senato

Queste stime sebbene abbastanza precise a livello di coalizione possono tuttavia fluttuare in maniera significativa entro le coalizioni e sono da considerarsi con un errore di +/- 2 seggi nelle regioni maggiori.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

51 Commenti

  1. Pingback: La proiezione dei seggi al Senato sulla base delle medie sondaggio del TP

  2. Pingback: Distribuzione degli eletti al Senato in base alle medie sondaggi del 9 gennaio « il mondo visto da un pennuto

  3. Vincenzo Mazzotti ha scritto:

    trovo il tutto abbastanza corretto e condivisibile.
    vincenzomazzotti .

  4. zanobi barducci ha scritto:

    nel piemonte vengono assegnati 13 seggi alla coalizione vincente, non 12!!!!

  5. zanobi ha scritto:

    nel piemonte vengono assegnati 13 seggi alla coalizione vincente, non 12!!!!

  6. Mass ha scritto:

    Scusate ma la Rivoluzione Civile di Ingroia dove è finita?
    Mi risulta possa essere determinante per la distribuzione seggi al Senato (in Campania per es, ma anche in Lombardia)
    Sarebbe interessante vedere la media sondaggi regione per regione per i singoli partiti (e non nella distribuzione seggi)

    • andrea ha scritto:

      al senato per chi e’ fuori dalle coalizioni, c’e’ lo sbarramento all’8% che RC non raggiungera’ mai, in nessun caso.
      RC e’ determinante al sentato in lombardia, campania (e secondo me in qualche altra regione) perche’ i polli che la voteranno al senato per fare un dispettuccio al PD, togliendo al PD quei 2/4 putni percentuali, faranno un enorme favore in primis a Monti (che punta a controllare un governo Monti/Bersani, in secondo luogo a Berlusconi che come sempre gode e sguazza nell’ingovernabilita’ perche’ detesta l’italia.

  7. Yuri ha scritto:

    Manca Rivoluzione Civile con Ingroia!

    • andrea ha scritto:

      al senato per chi e’ fuori dalle coalizioni, c’e’ lo sbarramento all’8% che RC non raggiungera’ mai, in nessun caso.
      RC e’ determinante al sentato in lombardia, campania (e secondo me in qualche altra regione) perche’ i polli che la voteranno al senato per fare un dispettuccio al PD, togliendo al PD quei 2/4 putni percentuali, faranno un enorme favore in primis a Monti (che punta a controllare un governo Monti/Bersani, in secondo luogo a Berlusconi che come sempre gode e sguazza nell’ingovernabilita’ perche’ detesta l’italia.

  8. Pingback: Anonimo

  9. Giacomo ha scritto:

    Scusate, come si spiega la differenza tra voi e termometropolitico per quanto riguarda il senato? Solo ieri loro davano il csx vincente in tutte le regioni eccetto la Sicilia:

    http://www.termometropolitico.it/28948_distribuzione-seggi-per-coalizione-al-senato-in-base-alle-medie-sondaggi-del-9-gennaio.html

  10. piani luigi camillo ha scritto:

    ho preso nota di quanto.
    Chi ha fatto questi sondaggi o è analfabeta o ha fatto le scuole serali nelle sede del P.C.I. ai tempi di togliatti se anziano o di Occhetto se più giovane.
    Comunque lo nomino: Il forestiero che vince il duello nel saloon, che vuol dire ma va a fare un giro….., di politica non capisci un tubo e non conosci gli italiani, Bersani in Europa farebe ridere pecore, lupi e idioti.
    ci risentiremo per la pernacchia.

    • Fabrizio ha scritto:

      Abbiamo già fatto ridere abbastanza in maniera piuttosto umiliante.

    • Bernardo Mangano ha scritto:

      Più di quanto ci abbia fatto ridere dietro nel mondo e spennacchiare il nano pedofilo non potrà mai esserci nessuno. E’ ora che si ritiri nella sua hArdcore

    • piani luigi camillo ha scritto:

      quanto dal sottoscritto scritto non vuole essere un’offesa a nessuno, che d’altra parte non conosco, ma una constatazione che non si possono fare previsioni a mio parere così presto e con la campagna elettorale non iniziata e non completi e con qualche informazione non precisa, essendo però previsioni questo ci stà.
      Se quanto scritto è offensivo mi scuso con i personaggi che hanno fatto le previsioni e ci sentiremo ad elezioni avvenute, se avete indovinato una bella cena a tutti voi, le pernacchie è un modo di dire romagnolo.

  11. Pingback: Speciale Elezioni: Sondaggi Senato e proiezioni seggi « C A N D I D O

  12. pino ha scritto:

    gli italiani dimostrano proprio di avere la memoria corta. Se vogliono ballerine, batman, merda party, i vari mastella, cuffaro, moggi, lombardo e quant’altro votino ancora per il curatore fallimentare berlusconi, bravo in tv ma un fallimento totale per il paese tanto che in 20 anni di governo ci ha ridotto sul lastrico per pagare le sue olgettine. E’ scandaloso che ci sia ancora chi lo vota…si vede che gli italiani sono come lui! L’Italia cadrà el baratro poichè non è più presentabile un figuro così e nel mondo dove son più intelligenti e onesti di noi lo sanno.

    • gius ha scritto:

      PER PINO. Se berlusconi ha pagato le olgettine non lo ha fatto di certo con i soldi nostri, a differenza dei ciarlatani e politicanti di professione a cui dai il voto tu e molti altri, che i nostri soldi li usano pure per accompagnare le loro mogli con l’auto blu dal parrucchiere e poi non è stato 20 anni a palazzo chigi, ma appena 8. e poi dovresti ricordarti anche di penati, lusi, bassolino, del turco. Purtroppo non si vuole capire che bisogna votare il partito che in virtù degli ideali politici a cui si ispira attuerebbe delle politiche concrete in modo da incentivare la produzione per le imprese, il consumo per i piccoli risparmiatori e non in base alla simpatia o all’antipatia del proprio leader così come tra l’altro ci viene dipinto dall’esercito di giornalisti schierati che popolano le tv e i giornali. Quelli che voti tu, pino, son solo in grado di mettere tasse, perchè hanno sempre in mente che la proprietà (quella degli altri però) è un furto, il che è un’assurdità. il governo berlusconi aveva già fatto una legge che dimezzava i parlamentari e un’altra che privatizzava i servizi pubblici creando la competizione e quindi migliorando i servizi e abbassando i costi, proprio come è successo 10 anni fa con le compagnie telefoniche, ma come i caproni siamo andati ad abrogarla con i referendum. Non ti dimenticare che se nel 2014 raggiungiamo il pareggio di bilancio, non è certo merito dei tuoi idoli, nè tantomeno di monti.

      • Giuseppe ha scritto:

        Secondo lei, se nel 2014 si arriva al pareggio di bilancio è merito di Berlusconi? E’ incredibile!!! E poi ci chiediamo perchè l’Italia è messa cosi male, sigh!

        • gius ha scritto:

          E invece scommetto che secondo lei è merito di monti che ha scoraggiato la produttività, che ha gravato sui risparmi di ogni famiglia indipendentemente dal reddito di queste, facendo crescere inevitabilmente il tasso di disoccupazione. Oppure è merito di quel governicchio fantasma che è stato il governo prodi, bravi solo nello stare uniti contro berlusconi, nel moltiplicare i ministeri per dare poltrone a tutti i partitini, e nell’abbassare la’età pensionabile per non perdere voti. Per valutare la situazione economica di un paese bisogna osservare gli indicatori economici, se non li sa glieli dico io, PIL, TASSO DI DISOCCUPAZIONE E PRODUTTIVITA’ e non lo spread che è solo un indice finanzioario. E tutti questi indicatori negli anni di governo berlusconi erano tutti positivi si informi, a volte anche meglio dei quelli tedeschi, nonostante la germania sia più forte di noi perchè ha più materie prime. Si informi prima di parlare e soprattutto di votare, e se non ha conoscenze scientifiche a riguardo almeno consulti i dati istat disponibili in rete. Siamo messi davvero male…….

      • Stratos58 ha scritto:

        – nr. 2 condoni fiscali
        – nr. 1 condono contributivo
        – nr. 2 condoni edilizi
        – nr. 3 scudi fiscali per 750 miliardi
        – depenalizzazione del falso in bilancio
        – prescrizione corta dei reati societari e fiscali
        – leggi a personam e societam
        – legge elettorale Porcellum
        – ….. e se volete riempio altre 3 pagine.

        il tutto a firma ….
        BERLUSCONI SILVIO
        TREMONTI GIULIO
        FINI GIANFRANCO
        BOSSI UMBERTO
        CASINI PIERFERDINANDO
        STORACE FRANCESCO …..
        ROTONDI GIANFRANCO ….con le comparse ed i galoppini tutti.

        ma finitela di sparare minchiate ….

      • Marco V ha scritto:

        Gius lo stipendio alla Minetti (e a tutte le altre “signorine” piazzate in consigli provinciali, regionali, parlamento italiano ed europeo, ministeri e RAI) glielo stai pagando anche tu…svegliati!

    • Bernardo Mangano ha scritto:

      Alcuni italiani hanno la memoria corta. E giustificano un pedofilo puttaniere solo perché pagava le donne minorenni con i propri soldi. Roba da matti. Giustificano un personaggio politico ridicolo che ci ha fatto ridere dietro nel mondo e vergognarsi di essere italiani, che appoggiava mafiosi e “gentaglia” che rideva per i terremoti. Che faceva il cucu alla Merkel, le corna, il buffone a corte facendosi zittire dalla Regina Elisabetta e migliaia di altre stupidaggini e nulla di concreto per il paese. Se bastasse uno show in televisione per cancellare tutto vorrebbe dire che l’Italia non ha alcuna speranza. E così non è, Berlsuconi non cancellerà la speranza di un’Italia migliore e davvero di tutti non sua. Berlusconi è FINITO, la storia ha dimostrato che è finito. Se riuscisse a pareggiare, non pareggerà da solo come nel 2006, ma ci saranno anche senatori centristi e senatori M5S che non si faranno certo irretire dagli interessi processuali del cialtrone, per cui nessuno se lo filerà. Se dovesse vincere per una nuova ondata di demenza collettiva, durerà 6 mesi al massimo. Il mondo manderà subito segnali di ostilità come le mozioni al PPE per cacciarlo, la salita dello spread, la caduta della borsa. La LEga non lo vorrà mai come PdC (la Lega di Maroni non è la di Bossi che s’inchina). Lui che farà? Esce dall’UE?

      • gius ha scritto:

        PER BERNARDO MANGANO e STRATOs58
        Ma cosa c’entra? Io sto parlando di politica, non della condotta dei politici. Perchè non aggiungi alla lista anche la legge del 89 che fu fatta ad hoc per salvare tutti i comunisti implicati nella torbida faccenda dei finanziamenti oscuri ricevuti dall’Unione Sovietica, o perchè anche la legge fatta ad hoc per romano prodi che lo salvò per aver svenduto quando era presidnte dell’ìIRI il patrimonio dello stato, o anche la legge salva-penati? NOn si riesce proprio a scindere i due problemi… Tra l’altro come ho detto in un messaggio precedente, non dimentichiamoci che l’ultimo governo prodi ha abbassato l’età pensionabile (procurandoci derisione dall’Europa), ha promesso posti di lavoro nella P.A in un periodo in cui era necessario tagliare le spese, ha moltiplicato i ministeri, ha fatto uscire di galera, con l’indulto i criminali più incalliti,ha moltipliocato i ministeri.
        E poi cosa entrano i condoni. Se non lo sapete, il condono è un istituto del diritto tributario, che non ha di certo inventato berlusconi, già applicato dai governi di centro sinistra negli anni 70 e 80 da ruomor, spadolini, andreotti, ecc.. ecc.. INFORMATEVI, se siete ignoranti in materia, è veramente deprimente che si ragioni in questo modo, che si giudichi l’operato di un governo non per le riforme e le scelte politiche, e a proposito dovreste ricordarvi dell’aumento delle pensioni minime, degli accordi economici con diversi paesi della nato, diminuzione della pressione fiscale, per incentivare la produzione, ripristino del 41bis, applicazione (in parte per opposizione dei sindacati) della legge biagi, con oltre 1 milione di posti di lavoro,riforma della scuola, della P.A, riduzione dei costi della politica (sia pure marginali, per opposizione degli stessi politici, ma valutando solo gli aspetti negativi. Potrei continuare menzionando la faccenda dei rifiuti a napoli, o del salvataggio dell’Alitalia, o delle case per i terremotati dell’Aquila, ma non lo faccio poichè in virtù del ragionamento che facevo prima, queste non costituiscono dei metri di giudizio coerenti per valutare un governo, poichè sono cose che avrebbe dovuto fare qualsiasi governo. Guardatevi i dati istat e mi darete ragione. Purtroppo siete ormai così plagiati da quello che le tv e i giornali schierati ci propinano da non riuscire a guardare la reatà per quella che è, nè tantomento da distinguere l’azione politica di un governo, dall’agire personale dell’uomo politico, deprecabile, che riguarda tutti i politici, di dx e sx e non solo berlusconi, a tutti i livelli, che nulla c’entrano con ciò che dovrebbe invece interessare a noi elettori, vale a dire gli ideali, gli obiettivi polici, a cui un partito si ispira, tenendo presente che siamo ormai in una UE dove vige il liberismo economico, e non il comunismo. Vorrei proprio vedere come un governo bersani e vendola riuscirebbero a far coincidere i propri valori con le logiche europeiste, liberali, senza tradire il proprio elettorato.

        • Grizzly ha scritto:

          Già, perchè tu non sei plagiato …nomini Alitalia che ci è costata 3 miliardi ed ora andrà comunque agli stranieri, operazione fatta solo per motivi elettorali. Rifiuti a Napoli ? La soluzione era spedirli all’estero …case x terremotati ? Ma vai a vedere cosa è stato fatto, con che spesa e con quali risultati …aumento delle pensioni minime ah ah ah … diminuzione pressione fiscale … accordi internazionali, forse ti riferisci a quelli sul gas russo …. , e poi leggi salva Prodi e Penati ? me le dettagli per favore ma tu dove le prendi le informazioni ? Forse da Libero che certamente è un giornale indipendente ….. o magari dai TG mediaset …

        • luca ha scritto:

          ’89 fin li devi arrivare per trovare scuse ? scavando troverai qualcosa anche nelle guerre puniche 🙂

  13. scettico ha scritto:

    Mi pare troppo presto per tirare delle conclusioni a cosi larga scala!

  14. scettico ha scritto:

    Mi pare troppo presto per tirare delle conclusioni!

  15. claudio ha scritto:

    ma Val d’Aosta e Trentino non votano?

  16. Pingback: Proiezione Camera – il dettaglio dei partiti | Italia, 2013

  17. Pingback: Veneto, regione chiave in bilico per il senato

  18. Paolo ha scritto:

    Al di là di antipatie o simpatie nei confronti di Berlusconi, non vedo come egli possa fare qualcosa di buono per questo Paese. Egli è un attore economico di primo piano e da sempre lo considero un giocatore che vuol fare l’arbitro: la cosa non poteva, nè potrà mai funzionare. Dopo svariate esperienze governative ha dimostrato di non riuscire a creare un area politica liberale in quanto il suo stesso carisma impedisce un dibattito aperto e schietto: col capo carismatico puoi andare d’accordo oppure andare via ma non puoi dibattere. Berlusconi vorrebbe sollevarsi con tutta la sedia su cui è seduto: il suo peso lo inchioda al suolo. Gli elettori di destra farebbero bene a cercare nuovi lidi.

    • Bernardo Mangano ha scritto:

      Berlusconi ormai tira a prolungare la sua agonia come fece la RSI ai tempi di Mussolini. Si cerca di tirare la corda sperando non si spezzi e di andare più avanti possibile, sino ad arrivare alla prescrizione dei suoi processi (per i quali pende già una condanna in primo grado. NON DIMENTICHIAMOLO). A volte però la corda si spezza…

    • gius ha scritto:

      condivido che nel suo partito manchi il dialogo, ma questo è un problema di logica interna del partito, non politico. Il mio discorso è prettamente politico. Per come stanno le cose è necessaria una certa politica ispirata al liberismo economico in modo incrementare la produzione e incentivare i consumi dei piccoli risparmiatori, e non vedo come lo possa fare il centrosinistra alleato con vendola che vuole solamente e a tutti i costi tassare il patrimonio e quindi scoraggiare la produzione solo per degli ideali filosofici e politici ormai superati. 50 anni fa forse aveva senso votare a sinistra poichè gli operai non avevano davvero diritti e vivevano in povertà, ma oggi come oggi, non ha più senso soprattutto se si tiene conto che se si vuole stare in Europa bisogna adottare delle politiche idonee al risanamento dei conti pubblici, il cui disastro come sappiamo è da addebitare all’uso strumentale del socialismo che si è tradotto in assistenzialismo diffuso, fatto dai governi di centro sinistra negli anni 70 e 80 (DC e PSI, per contenere le promesse demagogiche del PCI). IO non ho mai votato a destra ma questa volta lo farò, perchè mi sono svegliato. Non è necessario essere laureati in economia per capire certe cose, basta informarsi, leggere i giornali (tutti non solo alcuni), e cercare di capire le reali condizioni del paese tenedo conto degli indicatori economici. E poi basta guardare cosa è stato fatto dai governi di berlusconi: incentivi alle imprese che assumono giovani, riforma della scuola e università, lotta alla mafia (catturati 8 mafiosi al giorno), e altro ancora, liberalizzazioni, privatizzazioni. Tutte cose che i partiti di sinistra non potranno mai fare perchè tradirebbero indirettamente i propri elettori, o se lo facessero, non starebbero realizzando delle politiche di sinistra.

      • paolo ha scritto:

        Pur non essendo un liberista ritengo anch’io che l’Italia sia sbilanciata sul fronte opposto e che sarebbe auspicabile un inversione di rotta verso una certa revisione dei diritti e del ruolo dello Stato. A me pare che il grave ritardo del Paese stia nella legalità in tutte le sue forme. Ad ogni livello, istituzionale ed extra istituzionale, si cerca la maniera di aggirare le norme. Le amministrazioni pubbliche per sopravvivere aggirano le norme oppure non applicano quelle per le quali non è prevista sanzione. Le imprese aggirano per sfuggire ad uno Stato pervasivo ( ma anche per opportunismo e per una certa cultura ormai diffusa e di cui Berlusconi è stato un campione). I cittadini aggirano tutte le volte che si può. Il legislatore produce norme cercando di arginare questi comportamenti e si va avanti così in una rincorsa verso l’assurdo e il paradossale. Una politica di sinistra non è che non sarebbe praticabile, lo sarebbe a certe condizioni, ad esempio nel caso delle pensioni riformandole andando ad intaccare i diritti già acquisiti dai titolari delle pensioni, nell’ottica di agevolare i pensionati che sono stati lavoratori dipendenti. Ma i diritti acquisiti pare (non so bene perché) intoccabili e allora il gravame va tutto sui lavoratori ancora attivi e sui giovani che entreranno (male e sempre più tardi) nel mondo del lavoro.

        • gius ha scritto:

          Sono d’accordo, ma perchè addebitare tutte le riforme che non sono state fatte negli ultimi 30 40 anni a berlusconi?. Una cosa è la politica, fatta di ideali, un’altra cosa è l’uomo politico, opportunista, indipendentemente che sia questo di destra o di sinistra. Sono due questioni distinte e parallele, Non bisogna però valutare l’azione di un governo analizzando solo una questione, altrimenti bisognerebbe fare la stessa cosa per i governi di centro sinistra.

          • Salvatore ha scritto:

            Arrivo in ritardo, ma se lo leggi sturati le orecchie e pulisciti gli occhi. Dagli albori della Repubblica Italiana nessuno mai ha avuto una maggioranza come l’ha avuta Berlusconi e aveva tutto il tempo per fare quello che dici tu. invece ha pensato solo ai cavoli suoi come ha fatto sempre nella vita. Forse dimentichi il contratto con gli italiani. Ma lui conosce bene i suoi polli e adesso lo ripresenta con tutti gli adornamenti del caso. Io ritengo che la classe politica italiana, cosi come il popolo italiano, è mediocre per cui quando vado nella cabina elettorale voto sempre il meno peggio, non il migliore, e il meno peggio non sta certamente dalla parte di berlusconi

  19. L'INCREDULO ha scritto:

    NON CAPISCO COME SI FA A DIRE CERTE FESSERIE BERLUSCONI HA FATTO QUALCOSA DI UTILE PER L’ITALIA? MA COSA? SVEGLIA HA COSO SIAMO SOPRA UN BARATRO GRAZIE A BERLUSCA E IL SUO SOSTITUTO MONTI CI STANNO MANDANDO ALLA ROVINA COME HANNO FATTO IN GRECIA BASTA CON QUESTA GENTAGLIAAAAAAA

    • Bernardo Mangano ha scritto:

      Berlusconi è FINITO stai tranquillo. Sono solo gli ultimi fuochi, le ultime munizioni del suo arsenale mediatico e le sue abilità di piazzista. Ma è finito. Se non è riuscito a fare nulla, non solo di ciò che ha promesso, ma fare qualcosa di vero per il paese (la patente a punti?) in questi ultimi dodici anni in cui ha avuto una maggioranza bulgara e con un parlamento di nominati vuol dire che proprio non è in grado di fare nulla. E prima o poi lo capiranno davvero tutti, anche quelli che preferiscono non pensare, che delegano tutto a lui e godono della ricchezza di Berlusconi come fosse propria, o quelli convinti che appoggiandolo incondizionatamente prima o poi ci sarà qualcosa anche per loro.

  20. simone P. ha scritto:

    Vorrei avere questa risposta che mi affligge:
    Se decurtiamo ai seggi del PD (sia camera e senato) i seggi di sel (più o meno il 4/5% su scala nazionale) ,considerando anche il premio di maggioranza, che ricordo andrebbe anche a sel, a che numero arriverremmo? Riuscirebbe il Pd a fare un governo solo con Monti senza Sel in caso di pareggio?
    Questo secondo me è lo scenario più probabile. E spero che questo succeda, se no il nostro caro vecchio Silvio….avrà potere di veto anche nel prossimo governo…..e qualsiasi cosa andrà contro i sui interessi e ovviamente a favore del paese….sarà ostacolato come sempre….
    Povera Italia…..

  21. Zukov ha scritto:

    quando invece aggiornate le tabelle e i grafici? Siete fermi al 5 gennaio, e sono usciti un bel po’ di nuovi sondaggi.

  22. Aniello ha scritto:

    Beh avete fdatto un sondaggio tra glio elettori di centrosinistrra immagino…i sondaggi dicono tutt’altro………..la Lombardia forse ma il Veneto al csx impossibile

  23. Marco 68 ha scritto:

    Aggiungerei che le “olgettine”, tra l’altro, sono pagate anche con i nostri soldi, viste le cariche pubbliche con cui Berlusconi le ha ricompensate.

  24. Maurizio ha scritto:

    Memoria corta? Calci nei denti? Si grazie.
    Alitalia: 3 miliardi di perdite accollate ai cittadini, gruppo di “patrioti”. Adesso Air France Offre 5 volte meno di allora praticamente con 500 milioni di debiti. Che affari…
    Putin: Take or pay con il gas Russo…affare del secolo per 30 anni, per fortuna sono amici.
    Serbia: A2A lancia ponti d’oro per l’elettricità serba…costo di quella produzione 30% in più sulla media del settore.
    In Campania nel listino “imposto” c’è Cosentino…madonna. E la Lega e le sue scope? E dell’Utri?
    Accidenti vuol togliere l’IMU? Ma quante IMU mettono insieme questi disastri?
    Devo continuare?
    Ma che avete nella testa, soluzione liofilizzata?

  25. Mauri612 ha scritto:

    In questo povero paese di “furbi ” governati da circa 70 anni dall’idea liberal/ liberista che vorrebbe scimmiottare gli USA (ma solo dove interessa e non certo su tasse e meritocrazia ) ma tradotta nei fatti da loschi figuri probabilmente anche manovrati dalle varie mafie simo finiti dove siamo . Adesso la tesi che si vorrebbe far passare è che la colpa è di Monti o addirittura di Prodi ???? Visto quello che ha il coraggio di teorizzare “gius” penso che per voltare pagina avremmo dovuto aspettare ancora un mese e fare default a fine 2011 così sarebbe stato un pò piu’ chiaro per tutti e soprattutto ……… una volta per tutte !!!!

  26. gius ha scritto:

    PER GRIZZLY
    Premesso che io leggo un po’ tutti i quotidiani, compreso libero, e guardo tutti i TG e non soltanto quello di rai3 come fai tu evidentemente.
    Se l’alitalia si sta fondendo con air france, è dovuto al fatto che la compagnia italiana è in passivo, a causa della crisi, cosa che ovviamente non si poteva mica prevedere 4 anni fa, quando il governo berl la salvò, a contrario di prodi che l’avrebbe tranquillamente svenduta ai francesi facendo perdere il posto di lavoro a molti lavoratori. Tra l’altro se leggi il programma del pdl noterai che è prevista un piano per salvare il salvabile, che prevede la ricapitolizzazione della compagnia per salvarne nuovamente l’italianità. Inoltre non vedo il nesso con gli scopi elettorali, dato che l’operazione fu fatta dopo le elezioni. Stesso discorso per quanto riguarda i rifiuti a Napoli: il governo intervenne usando l’esercito, poi delegò alla provincia e alla regione di intervenire, in sinergia con il comune, ma le amministrazioni locali (rosse) se ne sono strafregate. Non mi risulta che i terremotati dell’Aquila siano senza casa, contrariamente a quelli dell’umbria, che dal 97 (governo prodi), stanno ancora aspettando, caso mai c’è stato il sospetto dell’infiltrazione mafiosa nei lavori, ma non vedo quale sarebbe la colpa del governo. Gli accordi sul gas russo li abbiamo fatti probabilmente a causa del comportamento demagogico dei verdi dagli anni 70 in poi non abbiamo mai investito nel nucleare e nè in altre fonti di energia. Non capisco cosa significa “ah ah ah” sull’aumento delle pensioni minime, e sulla diminuzione della pressione fiscale, entrambe effettuate dal centro destra. I riferimenti alle leggi sono articolo 7, comma 4, lettera h, punto 2 che introduce l’articolo 319 quater del ddl anti-corruzione del 13 giugno 2012, per quanto riguarda il salva penati, e per quanta riguarda il salva prodi vai a guardarti la legge del 16 luglio 1997 che annulla il reato di abuso di ufficio. BYE BYE
    PER MARCO 68
    non mi risulta che le olgettine siano in parlamento. Non so dove l’hai trovata questa notizia. E anche se ci andassero sarebbero pagate dallo stato ma per un altro lavoro, insieme a tante nullità (non mi va di fare l’elenco, sarebbe troppo lungo…)di dx e sx che già ci sono in parlamento.
    PER MAURIZIO
    Sull’alitalia e sul gas russo ho già replicato, per quanto riguarda l’a2a, è vero che l’italia ci ha rimesso, ma come ha replicato la multiutility controllata dai comuni di brescia e milano(amministrazione di dx e sx) il risultato negativo di 916 milioni del 2011 accumulato, è stato messo in relazione alle perdite di Epcg in Montenegro».
    A2a ha sottolineato, inoltre, che «la perdita 2011 di competenza del gruppo, al netto delle quote di terzi (496 milioni), è stata di 420 milioni ed è legata principalmente alle svalutazioni delle partecipazioni in Edison ed Edipower. Pensa cosa sarebbe successo se come i caproni non fossimo andati(anche se io non ci sono andato) ad abrogare il referendum sulle liberalizzazioni dei servizi pubblici, così come bersani e il compagno nichi ci hanno detto di fare.. Su i personaggi poco raccomandabili di ENTRAMBI GLI SCHIERAMENTI ho già commentato in un mio precedente messaggio. Sull’mu, sei ridicolo, oppure senza argomenti.
    PER MAURI612
    hai fatto una diagnosi perfetta di cosa è effettivamente successo negli ultimi 70 anni, solo che è sbagliata lapremessa. A governare dal 1962, da quando cioè è aumentato in modo vertiginoso il debito pubblico ci sono stati i vari governi di centro sinistra (DC e PSI) che pur di non perdere voti e per rispondere alle illusioni demagogiche del PCI che solo in Italia, (che attualmente è il paese più disastrato dell’Eurozona) aveva il 30% dei consensi, hanno fatto abuso dell’assistenzialismo e delle tangenti, considerando la P.A. un ufficio di collocamento.

    Cari signori, a parte che abbiamo spostato la polemica sul passato, e non sui reali programmi dei partiti, forse non avete ancora capito che la politica è fatta di idee, di teorie, a cui tutti i partiti si ispirano, ma le stesse idee sono a disposizione di tutti che all’occorrenza le strumentalizzano per interessi propri. La sinistra apparirà sempre buona e solidale con tutti perchè nasce nel popolo e dal popolo, ma se tutti fossero davvero ligi al dovere e muniti di senso etico, io sarei il primo a votare a sinistra, ma da quando esiste il mondo, solo una persona c’è stata con queste qualità, Gesu Cristo, e poi più nessuno. Volete un esempio : la politica dei tagli adoperata dall’ultimo gov berlusconi: le sinistre appoggiate dai sindacati hanno mandato tutti in piazza a protestare con le argomentazioni più assurde, ma non ci siamo resi conto che era una cosa necessaria, consigliata dall’europa, e adesso per fortuna è un po’ più consolidata nella testa di ognuno, anche perchè perpetuata dal gov monti. Lo stesso dicasi per il dimezzamento dei parlamentari (2005) e per le liberalizzazioni (nonostante anche bersani le appoggiasse in precedenza) abrogate entrambi le leggi con i referendum organizzati dalle sinistre, perchè per opportunismo e per andar contro al governo vigente non si è pensato a cosa fosse realmente giusto fare, ma solo a ciò che più conveniente. La politica è una cosa, la condotta dei politici è un’altra cosa e riguarda tutti i politici a tutti i livelli, berlusconi compreso. Ma non si può per convenienza misurare l’azione di un governo prendendo in esame ora questa, ora l’altra questione, a seconda della convenienza,altrimenti si cadrebbe nel relativismo sofistico. Bisogna valutare i programmi, e capire chi propone la cosa più giusta, senza ideologismi, cosa è giusto fare, perchè le mele marce vi sono in tutti i partiti e gli schieramenti.

  27. mario ha scritto:

    la situazione sembra molto chiara!!! La coalizione di bersani si sta giocando il governo con o senza Monti.Casini.Fini.

  28. Pingback: Breu manual de conversa sobre la campanya electoral italiana | Cercle Gerrymandering

  29. sqiarbi ha scritto:

    SQIAR (http://www.sqiar.com/solutions/technology/tableau) is a leading global consultancy which provides innovative business intelligence services to small and medium size (SMEs) businesses. Our agile approach provides organizations with breakthrough insights and powerful data visualizations to rapidly analyse multiple aspects of their business in perspectives that matter most.

Lascia un commento