•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 12 gennaio, 2013

articolo scritto da:

Analisi delle Primarie Parlamentari PD (Parte III)

primarie parlamentari pd

Prosegue in questa terza parte dell’articolo l’analisi delle primarie parlamentari per la scelta dei candidati del Partito Democratico alle elezioni politiche 2013.

Molise

[ad]Il Molise elegge 3 deputati e 2 senatori. Di questi, nell’ipotesi che non vi siano extra-seggi, 2 deputati e 1 senatore spettano alla coalizione vincente.
Considerando i due capilista scelti da Bersani, resterebbe quindi, in caso di vittoria del centrosinistra in questa regione, 1 deputato.

Risultati delle parlamentarie PD in Molise

Il seggio spetta, per ragioni di popolazione, a Ruta di Campobasso, ex-presidente della regione.
Solo nel caso in cui Ruta venisse scelto come capolista da Bersani si aprirebbero spazi per altri candidati, in primo luogo Leva di Isernia e la Venittelli di Campobasso.

I risultati delle primarie parlamentari molisane evidenziano in linea di massima una vittoria delle strutture di potere esistenti, con i candidati più giovani o comunque in rapporto di rottura con i maggiorenti del partito relegati in secondo piano.

Piemonte

Il Piemonte elegge 45 deputati e 22 senatori. Di questi, nell’ipotesi che non vi siano extra-seggi, 25 deputati e 12 senatori spettano alla coalizione vincente.
Considerando i tre capilista scelti da Bersani, e l’ipotesi cautelativa di tre deputati e un senatore da dividere con SEL (come nel 2008 avvenne con l’IdV), resterebbero quindi, in caso di vittoria del centrosinistra in questa regione, 20 deputati e 10 senatori, quindi trenta posti.

Risultati delle parlamentarie PD in Piemonte

La ripartizione dei trenta seggi, se si tenesse conto della popolazione residente al censimento, dovrebbe essere:

  • Torino –> Damiano Cesare
  • Torino –> Bragantini Paola
  • Torino –> Giorgis Andrea
  • Cuneo –> Taricco Giacomino
  • Torino –> Bonomo Francesca
  • Torino –> Lepri Stefano
  • Alessandria –> Borioli Daniele
  • Torino –> D’Ottavio Umberto
  • Novara –> Ferrara Elena
  • Torino –> Rossomando Anna
  • Cuneo –> Manassero Patrizia
  • Torino –> Esposito Stefano
  • Torino –> Fissore Elena
  • Torino –> Tricarico Roberto
  • Asti –> Fiorio Massimo
  • Alessandria –> Bargero Cristina
  • Torino –> Fregolent Silvia
  • Cuneo –> Borrelli Massimo
  • Torino –> Benedetto Silverio
  • Biella –> Favero Nicoletta
  • Novara –> Barini Fabrizio
  • Vercelli –> Bobba Luigi
  • Torino –> Zanoni Magda
  • Verbano-Cusio-Ossola –> Borghi Enrico
  • Torino –> Marino Mauro Maria
  • Torino –> Negri Magda
  • Cuneo –> Gribaudo Chiara
  • Alessandria –> Marubbi Germano
  • Torino –> Lo Russo Stefano
  • Torino –> Grippo Maria Grazia

Il criterio dell’alternanza di genere penalizza addirittura quattro volte le donne in Piemonte: devono infatti cedere il posto Federica Fornaro e Oria Trifoglio ad Alessandria, Marta Giovannini a Cuneo e Franca Biondelli a Novara.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

2 Commenti

  1. Daniele ha scritto:

    Bellissimi articoli, solo due appunti: il primo riguarda il Piemonte, dove chi vince al Senato guadagna 13 seggi (non 12), il secondo riguarda la Puglia, dove, secondo me, è sottostimata SEL (avendo Vendola governato la regione negli ultimi 8 anni)

  2. salvatore providenti ha scritto:

    Come giustamente dite i dati sulla sicilia sono sopravvalutati. La vittoria al senato è molto improbabile. Va poi considerato che, per quanto riguarda Messina, Genovese, Gullo (finora sconosciuta alla politica e alla società civile) e Modica sono praticamente la stessa persona divisa per tre. La cosa triste è che dove il pd è ridotto all’osso (ad es. palermo) il risultato è “sincero” dando la vittoria ad un personaggio realmente nuovo come la culotta; dove il pd ha il dato più alto della regione (messina, enna) il dato è fortemente influenzato da fattori clientelari. Presto tutto questo darà luogo a sconvolgimenti …

Lascia un commento