•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 15 gennaio, 2013

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali: Per Emg Pdl e Pd più vicini, Monti sempre più determinante

Il Sondaggio Emg di questa settimana, realizzato per La 7  desta molto interesse perché rivela gli effetti sui sondaggi elettorali dei molti avvenimenti che hanno caratterizzato questi giorni di campagna elettorale. In particolare, dopo la ritrovata alleanza con la Lega del Pdl altri due avvenimenti importanti hanno scosso l’area del centro destra: lo scontro Berlusconi-Santoro e il vantaggio, rivelato dal sondaggio di Mannehimer, dell’asse Pdl-Lega Nord al Senato nella “cruciale” Lombardia.

[ad]Andando per ordine notiamo perché le osservazioni da fare sono molte. In primo luogo è evidente il distacco che si riduce tra le due coalizioni in virtù di calo del 2,9% del centro-sinistra (-1,9 Pd; -1% Sel) e di una crescita del 2% del Pdl. Difficile dire se l’effetto “Santoro” sia stato determinante per riduzione del gap; solo nelle prossime settimane potremmo avere una  conferma del trend nei diversi sondaggi elettorali.

sondaggio emg tgla7 14gen1

sondaggio emg tgla7

Molto interessante è anche la situazione del Centro che raggiunge quasi il 15% con un composizione interna che vede Monti come detentore della “Golden Sharedella coalizione. Una percentuale che permette al Professore di scavalcare Grillo, il quale ha perso in lucidità e in capacità strategica come dimostra il crollo nei sondaggi politici di quasi 5 punti percentuali in meno di un mese.

sondaggio emg tgla7

sondaggio emg tgla7

Infine analizziamo il risultato del Movimento guidato dall’ Ex Procuratore Capo di Palermo Ingroia. Il dato, a differenza di molti altri sondaggi elettorali, assegna un 5,2% alla Lista Rivoluzione Civile, che presenta un trend di crescita rispetto a Dicembre e sopratutto conferma di poter superare la soglia di sbarramento del 4%.

Considerate le ultime indiscrezioni su un possibile accordo di desistenza tra Ingroia e il Pd sarà fondamentale seguire le prossime rilevazioni che riguardano questa nuova Lista.

sondaggio emg tgla7

sondaggio emg tgla7

Nonostante il quadro appena descritto risulti interessante, sotto molti punti di vista, è evidente che la vera partita per il Governo del Paese si giocherà in Senato. In particolare saranno la Lombardia, la Sicilia e la Campania a determinare l’esito finale della competizione.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

12 Commenti

  1. Pingback: Sondaggi La7 EMP : il PD perde due punti e il PDL guadagna due punti.Monti sterzo

  2. Simone ha scritto:

    Comunque Grillo alla fine non voterebbe la fiducia a Berlusconi, per cui al Senato i voti anti-Berlusconi sarebbero di più di quelli pro- Berlusconi.
    Io sono comunquye convinto che Berlusconi sia per molti italiani contrari alla modernizzazione quello che era Yamamoto per il Giappone: qualcuno direbbe “Do you remember Yamamoto?

  3. Luciano ha scritto:

    Scusate ma non riesco proprio a capire come possa il 5% dell’elettorato di M5S passare a Monti.
    Questo sondaggio non ha secondo me nessuna attinenza con la realtà.
    E tu cosa ne pensi?

    • Cercoquelloonesto ha scritto:

      Lascia stare Luciano…in Sicilia davano il M5S all’ 8%, invece ha preso il 18%…
      Fai i tuoi conti… 😉

    • Lazzaro ha scritto:

      Credo che tutti i numeri abbiano una forbice del 2 o 3 percento, inoltre non è riportato il dato sull’astensionismo: se in numero di elettori aumenta la percentuale di una lista può scendere anche senza perdere voti.
      Insomma guardare i trend ha poco senso, cercare di fare l’analisi dei flussi non ne ha proprio.

  4. flavio ha scritto:

    in sicilia ha preso il 14,9% ma va ricordato che ha votato solo il 47% degli aventi diritto (alle precedenti politiche del 2008 era il 66%… ovvero quasi il 20% di votanti in meno
    questo può influire non poco dato che chi non vota di solito sono i pecoroni, la gente poco colta,
    -20% non significa un -20% diretto in ogni partito anzi molto probabilmente grillo è l’unico che sarebbe rimasto lo stesso al 14,9 anche con quel 20% (x’ altrimenti sarebbero andati a votarlo…)

  5. Jan ha scritto:

    Vi propongo una riflessione sull’andamento dei dati sulla Lega Nord. I dati pre-elettorali della Lega si rivelano sempre inferiori rispetto al risultato finale che esce delle urne. Nel 2008 la Lega Nord viaggiava attorno al 4,5% fino a pochi giorni prima del voto. Nelle urne prese l’8%. Un altro elemento da non sottovalutare: la resistenza dei padani, dello zoccolo duro. E’ davvero notevole: hanno avuto la precedente classe dirigente devastata dagli scandali,stanno subendo da un anno un pressing mediatico enorme, che avrebbe spazzato via chiunque, come è successo a Di Pietro e all’a sua Italia dei Valori dopouna la sola puntata di Report. Non mi sorprenderei se la Lega di Maroni-Salvini-Tosi (con l’outsider Tremonti) riuscisse a riprendersi il consenso del 2008, confermando di essere ancora molto determinante, non solo a nord di Firenze.

  6. kettenefrega ha scritto:

    Questi sondaggi sono fatti per “indirizzare” il popolo italiano medio che non ha una opinione.
    Già il fatto che alle primarie del PD abbia vinto quella cariatide di Bersani dimostra come al popolo italiano medio piace prenderlo in quel posto…Tutti abbiamo oramai una coscenza sul fatto che la crisi sia una cosa pilotata e voluta dai massoni Draghi Merkel e chi sta sopra di loro…Quindi i politici come Monti ecc… sono solo dei burattini messi per fare i loro interessi.
    Quindi buttiamo tutta questa spazzatura. Via al nuovo!

  7. aldo gagliardo ha scritto:

    Monti tre volte il voto della lega nord …. che è meno degli immigrati in Italia

    ma perchè un partito cosi piccolo , 4% ha tanta visibilità nei media ….. e poi dopo tuttu quegli scandali

    brancher , le coop leghiste , le mazzette enimont ( da cui sono nati ) , i villaggi in croazia , la banca crediunord , e i finanziamenti del pdl per il logo ….

    che cosa ci vuole per mandare in galera dei ladrun

    • alessio ha scritto:

      ti rispondo subito…x lo stesso motivo che tu sinistroide voti ancora PD,ti dico un solo scandalo…….MPS ci è costato anche a noi cittadini 3,9miliardi di euro,la banca di merda del partito più merdoso d’italia cioè il PD…..potrei continuare con lo scandalo PENATI……o con gli scandali sanità in puglia…..o con lo scandaloso MARRAZZO che si inchiappetta i trans…..ma prima di scrivere su altri guarda prima in casa tua…..

  8. gianni luci ha scritto:

    Alessio,attento a non dire cose non vere!!!!
    I soldi all’mps li ha stanziati Monti,con i montibond e non il PD che non c’entra un cavolo.
    Inoltre,non è stata ancora elargita una lira e si tratta di un vantaggioso prestito al 9%.
    Penati,la storiella della sanità in Puglia?Prima del giudizio della magistratura ci ha pensato il PD
    a mettere da parte gli indagati.
    Marrazzo? I suoi gusti sessuali non mi interessano,ma il bunga bunga dell’ex premier mi sembra ben più grave.
    D’accordo?

Lascia un commento