•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 24 gennaio, 2013

articolo scritto da:

E’ allarme sondaggi, Bersani vira a sinistra

I recenti sondaggi che danno il Pd in lieve e costante discesa devono aver allarmato e non poco Pier Luigi Bersani. Difatti il segretario dei democratici ha deciso di cambiare strategia. Indossati i guantoni da boxe Bersani è partito all’attacco e il bersaglio principale pare essere il premier dimissionario Mario Monti.

[ad]Ieri la prima stoccata: “Non mi faccio fare le pulci da chi ha creato i problemi: voglio sentire pronunciare la parola esodati”. Oggi un nuovo affondo: “Ci hanno bacchettato perché non siamo tecnici, e poi si è visto chi è il tecnico”. Oltre alle intemerate nei confronti del Professore, il segretario dei democratici ha rispolverato vecchi temi che piacciono a sinistra. Dapprima il suo no ai caccia F35 e poi la richiesta di un reddito minimo garantito per i non contrattualizzati.

Un’inversione di rotta per riconquistare parte di quell’elettorato che si è avvicinato alla Rivoluzione Civile di Ingroia al cui interno albergano vecchi lupi della sinistra radicale da Diliberto a Ferrero. E per marcare la vicinanza del Pd all’elettorato di sinistra non ha esitato ad allontanare le sirene di un possibile divorzio da Vendola dopo le elezioni per intavolare un’alleanza con i centristi. “Noi siamo nella possibilità di vincere, abbiamo fatto via via quello che abbiamo detto. Ci si levi dalla testa il venir meno l’impegno che abbiamo preso con Vendola” ha dichiarato Bersani a margine della presentazione delle liste di Italia Bene Comune. Poi a segnalare la distanza tra Pd e il governo tecnico di Mario Monti ha aggiunto: ”L’esperienza dell’ultimo anno non poteva tracciare una grande prospettiva di cambiamento, impostare le riforme e dare attenzione al sociale, mentre noi siamo una forza popolare che non guarda dall’alto ma guarda negli occhi la gente”. Bersani è finalmente sceso nell’agone della campagna elettorale.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. CONVINTO ha scritto:

    FINALMENTE BERSANI FA POLITICA ED ENTRA NELLA GABBIA DEI LEONI PER SBRANARLI TUTTI NON AVERE PIETA DI NESSUNO NE DESTRA NE CENTRO I VINCITORI SONO NEL CENTROSINISTRA FORZA BERSANI E VENTOLA, CI HANNO MESSO SU UN BARATRO FATICI USCIRE VOI DA QUESTA SITUAZIONE AVETE LA FIDUCIA DI TUTTI I LAVORATORI I T A L I A N I WW L’ITALIA E WW GLI I T A L I A N I

  2. IL SAGGIO ha scritto:

    Ma qual’è il Bersani vero? Quello responsabile, aperto, in grado di riunire le componenti di un PD quanto mai frammentato al suo interno, o il Bersani che sta ai diktat di D’Alema e dei sondaggi? Ma c’è posto ancora per questi politici che non sanno ne’ di carne ne’ di pesce e fanno i camaleonti a seconda degli umori? Bersani il mio voto lo conquisto’ prima dell’esito a suo favore delle primarie del PD, oggi Bersani il mio voto lo ha perso. Forse non si conta nei sondaggi, ma non ce l’ha più.

  3. Federico Guidi ha scritto:

    Ho letto in uno di questi sondaggi che il 58% dell’elettorato PD desidera essere più vicino a Ingroia che a Monti: Bersani, ti dice nulla il tuo cuore ?

Lascia un commento