•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 17 febbraio, 2013

articolo scritto da:

Bersani. Poca TV. Molte proposte.

Bersani, come tutti gli altri leader, è impegnato nella campagna elettorale, nel suo tour lungo tutta la penisola. Con numerosi incontri ed iniziative.

Negli ultimi giorni la campagna elettorale lo ha condotto in Campania dove è stato presente in numerose città. Il leader del Partito Democratico ha espresso più volte la volontà di concentrarsi sul rapporto diretto con i propri militanti e il popolo delle primarie definiti una “arma atomica che nessun altro ha”.

[ad]Bersani sta limitando le sue apparizioni televisive. Con una strategia volta alla cautela. E l’obiettivo di mantenere il proprio vantaggio sul centrodestra.

Molti i temi toccati nelle varie apparizioni del leader. Uno di questi è l’argomento RC Auto. Problema “caldo” nella regione con polizze 4 o 5 volte superiori rispetto al centro nord, una situazione da risolvere al più presto secondo Bersani.

Un altro tema affrontato spesso da Bersani è l’IMU. Tema più nazionale. Oramai al centro del dibattito politico, Bersani propone sull’IMU una esenzione per i redditi più bassi. Ed una maggiore progressività in modo da rilanciare i consumi.

Il suo discorso verte anche sulla lotta alla corruzione, cui servirebbero norme più dure, tema già affrontato nei giorni precedenti in Sicilia. Insieme alla lotta contro il riciclaggio e la mafia, di cui non dobbiamo “accettare il ricatto” dice il leader, affrontando uno dei problemi più gravi che flagellano l’isola. Sia in Sicilia, dove ha incontrato gli operai della Enichem, che il giorno dopo in Campania all’incontro con l’associazione dei costruttori edili, Bersani si è soffermato sul tema del lavoro, che, complice la crisi, è uno dei temi più affrontati di questa campagna elettorale.

La ricetta proposta dal leader è su due fronti: da un lato abbassare l’Irap su lavoro e le tasse sugli investimenti delle imprese che danno occupazione. Dall’altro interventi attivi per dare maggiore occupazione. In questi giorni di tour nel mezzogiorno Bersani ha mantenuto i suoi discorsi sempre sui toni pacati che lo caratterizzano. Con il frequente uso di metafore che sono ormai il suo marchio di fabbrica. L’obiettivo della campagna elettorale di Bersani è far emergere un punto in particolare: l’Italia è una sola.

Mirko Doto

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

6 Commenti

  1. Paolo G. ha scritto:

    Senz’altro il miglior politico a cui affidare il Paese oggi, in un momento in cui l’Italia ha bisogno di persone serie, oneste e competenti. E di centro-sinistra che sappiano rilanciare l’economia come sta facendo Obama in Usa e Hollande in Francia. Non a caso Bersani ricorda sempre la dimensione globale ed europea della crisi e della possibilità di invertire al rotta con politiche neo-keynesiane e un’alleanza della famiglia Socialista Europea con Hollande come primo socio, per far rinascere l’Europa che sogniamo da sempre. Con grande serietà e senza populismi. Finalmente un centro-sinistra coeso, con un grande leader e la possibilità di governare davvero.

  2. Marco C. ha scritto:

    Purtroppo i mezzi di comunicazione penalizzano molto questo modo di far politica, favoriscono decisamente chi “le spara grosse”, anche per questo Bersani sembra avere meno appeal. Ci sono tantissime proposte del Pd ma ogni volta che va in tv le domande sono sulle alleanze, su Vendola, su Monti…salvo poi lamentarsi con editoriali inverosimili che in questa campagna i partiti (il plurale è d’obbligo per alimentare il qualunquismo) non parlano di temi concreti e reali.

  3. umberto ha scritto:

    dico che se si perde è solo colpa di bersani,non ho votato per renzi alle primarie,e non voglio avere rimorsi.non ci sono scuse,caro bersani, se non si vince sei fuori

  4. maria ha scritto:

    avete sentito bisio a sanremo? sono gli elettori italiani , i primi responsabili , a doversi dimettere. un popolo di italioti che prima si fida di berlosco, adesso di grillo, senza discernimento. la situazione è grave, ma non è seria per dirla con flaiano, e tutti gli outsider malati di protagonismo non vanno votati. solo un cs unito ci porta fuori dal pericolo. disperdere il voto, soprattutto nelle regioni a rischio, porterebbe a un parlamento ingovernabile.

  5. gianni ha scritto:

    ma lo sapete che la proposta di bersani dell esenzione imu prima casa fino 400/500 euro e gia incostizionale e ingiusta?da 501 euro si paga tutta!!e non tiene conto del reddito del contribuente,(articolo53 della costituzione) senza contare che le detrazioni di base decretate sull imu scenderanno per il 2014.rileggetevi il decreto legge

Lascia un commento