•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 22 febbraio, 2013

articolo scritto da:

Ingroia chiude la campagna elettorale attaccando Monti e Grillo

Antonio Ingroia

Rivoluzione civile è, insieme a Fermare il declino e Lista Civica di Monti, alla prima tornata elettorale. Il partito nasce il 17 dicembre 2012 grazie all’iniziativa del pm Antonio Ingroia, al sindaco di Napoli, Luigi De Magistris e al sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Il partito si rifà al movimento arancione che portò al trionfo il sindaco di Milano Giuliano Pisapia nel 2011. Rivoluzione Civile ha provato a stringere un’alleanza con il Partito Democratico ma la trattativa è fallita a causa di alcune divergenze d’opinione su questioni inerenti al programma economico da presentare all’elettorato. A Rivoluzione Civile hanno aderito l’Italia dei Valori e altri partiti della sinistra radicale come i Comunisti Italiani e Rifondazione Comunista.

[ad]Il candidato premier di Rivoluzione Civile Ingroia è stato uno dei protagonisti di questa campagna elettorale. Ha cercato di intavolare degli accordi elettorali prima con Bersani e il Pd e poi con il Movimento 5 Stelle di Grillo. Da entrambi però ha ricevuto un netto rifiuto. Il manifesto programmatico di Rivoluzione civile include numerose proposte di riforma. Parte del programma è incentrato sulla riforma della Giustizia e su quella del lavoro. Conflitto d’interessi, corruzione, legge sul falso in bilancio e riforma dell’Articolo 18 e delle pensioni sono alcuni dei temi più importanti toccati da Rivoluzioni Civile.  Il partito guidato da Ingroia è riuscito a raccogliere consensi soprattutto da quella parte dell’elettorato delusa dalle politiche di Sel, troppo vicine a quelle del Pd. Rivoluzione Civile però non è stata in grado però di attirare parte di quell’elettorato arancione che nel 2011 fu uno dei capisaldi che portò il centrosinistra a vincere in molti Comuni italiani.

Antonio Ingroia

Antonio Ingroia ha concluso la sua campagna elettorale attaccando Grillo e Monti. “Grillo è un’idrovora che risucchia tutto. Il suo successo è il fallimento della democrazia. Più che un programma recita un copione. La sua è un’operazione di marketing fra mondo dello spettacolo e politica”. Per questo “intercetta la stanchezza verso la politica e per farlo usa l’arma della politica spettacolo. La platea degli elettori sono spettatori che non pagano il biglietto e che votano un uomo di spettacolo, che, unico tra i suoi, non metterà piede in Parlamento”. Monti invece “Mario Monti è politicamente più pericoloso di Silvio Berlusconi perché propaganda le stesse cose, ma lo fa con più credibilità”.

Ti potrebbero interessare anche:

Leaders a confronto: Ingroia

http://www.termometropolitico.it/33932_leaders-a-confronto-ingroia.html

Ingroia propone un alto commissariato per i beni confiscabili

http://www.termometropolitico.it/33259_ingroia-propone-un-alto-commissariato-per-beni-confiscabili.html


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
simona
simona

Rivoluzione Civile è anche l'unico movimento che introduce il concetto di passaggio dalla democrazia rappresentativa alla democrazia partecipativa, e lo fa concretamente inserendo nel sito la possibilità di proporre idee e soluzioni che verranno valutate e, se prese in considerazione, portate avanti con la partecipazione di chi le ha avute e/o condivise