•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 20 marzo, 2013

articolo scritto da:

La Sicilia abolisce le province

crocetta sicilia

Alla fine è successo. L’assemblea regionale siciliana ha approvato, con 53 sì e 28 no, il maxi-emendamento firmato da Pd, Udc e Lista Crocetta-Il Megafono, e supportato in aula anche dal Movimento 5 Stelle, che fa della Sicilia la prima regione italiana ad abolire le province.

[ad]Il governatore Rosario Crocetta ha accolto il voto d’aula con un applauso. Come detto, a favore hanno votato anche i deputati grillini, rilanciando dunque l’alleanza col centrosinistra, che non è formale, ma è sui contenuti. Contrario all’abolizione delle Province invece il Pdl, che puntava sul mantenimento degli enti e la riduzione dei costi.

Nello specifico, il provvedimento in questione comporta, per le disastrate casse regionali, un risparmio annuo di circa 50 milioni di euro.

Di conseguenza, vengono cancellate le elezioni delle nuove giunte e consigli provinciali (previste per il prossimo aprile) e le nove province verranno sostituite da liberi consorzi di comuni, come prevede lo statuto speciale, i cui componenti non saranno più eletti ma indicati dai sindaci con elezioni di secondo grado.

crocetta sicilia

«È la vittoria del governo e della maggioranza», esulta il presidente Crocetta che apprezza l’atteggiamento dei deputati `5stelle´. E parla di «prima tappa della rivoluzione» e di «modello Sicilia», schema rilanciato anche dai parlamentari grillini. «L’abolizione delle Province era un punto del nostro programma, abbiamo rispettato l’impegno preso con i cittadini», dice il capogruppo dei grillini all’Ars, Giancarlo Cancelleri, che criticano l’atteggiamento in aula tenuto dai gruppi d’opposizione. «Il Pdl ha bloccato l’aula per quattro ore, i deputati sono intervenuti con un atteggiamento ostile, eppure proprio questo partito nel suo programma nazionale ha l’abolizione delle Province».

Regge quindi la maggioranza Crocetta e tiene l’asse tra il presidente della Regione e il Movimento 5 stelle. Resta da capire se questo fatto possa avere qualche ripercussione sul piano nazionale, spingendo i parlamentari del Movimento 5 Stelle ad interrogarsi se sia  il caso di dare, almeno inizialmente, una fiducia a Bersani e vedere come il segretario del Pd intenda comportarsi.

Quello che è certo è che dall’Ars arriva un segnale chiaro: M5S e Pd possono, almeno a livello regionale, governare insieme, portando a casa risultati molto rilevanti.

 

 


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments