•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 21 marzo, 2013

articolo scritto da:

Beppe Grillo e i 20 punti per “uscire dal buio” Manterrà le promesse?

Anche stamani, con le consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo, la delegazione del Movimento 5 Stelle, capitana da Beppe Grillo con i due capigruppo di Camera e Senato, Lombardi e Crimi, ha rilasciato le sue proposte e richieste al Capo dello Stato. Il team “pentastellato” ha messo nero su bianco la richiesta a Giorgio Napolitano di affidare al M5S il governo dell’Italia o in alternativa le principali commissioni parlamentari di controllo (Copasir/Servizi Segreti e Vigilanza Rai). Ma quel che è apparso molto più ambizioso e difficile nell’incontro tra Presidente della Repubblica e Beppe Grillo è il programma articolato in 20 punti che è stato illustrato. Grillo non dimentica in ogni apparizione pubblica che è importante tenere fede ai patti sottoscritti con i cittadini e quel che differenzia i 5 Stelle dal sistema dei partiti è la capacità di mantenere le promesse.

[ad]Ma proprio rileggendo il programma dell’ex comico genovese si ha l’impressione che lo sforzo da compiere è a dir poco immane.

I 20 punti per «uscire dal buio» prevedono:

Reddito di cittadinanza;
Misure immediate per il rilancio della piccola e media impresa;
Legge anticorruzione;
Informatizzazione e semplificazione dello Stato;
Abolizione dei contributi pubblici ai partiti;
Istituzione di un “politometro” per verificare arricchimenti illeciti dei politici negli ultimi 20 anni;
Referendum propositivo e senza quorum;
Referendum sulla permanenza nell’euro;
Obbligo di discussione di ogni legge di iniziativa popolare in Parlamento con voto palese;
Una sola rete televisiva pubblica, senza pubblicità, indipendente dai partiti;
Elezione diretta dei parlamentari alla Camera e al Senato;
Massimo di due mandati elettivi
;
Legge sul conflitto di interessi;
Ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola pubblica;
Abolizione dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali;
Accesso gratuito alla Rete per cittadinanza;
Abolizione dell’IMU sulla prima casa;
Non pignorabilità della prima casa;
Eliminazione delle province;
Abolizione di Equitalia.

A cura di Paolo Trapani – www.promessepubbliche.com

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

articolo scritto da:

5 Commenti

  1. Armando ha scritto:

    Il M5S per governare l’Italia deve per prima cosa far si che i propri dirigenti parlino con chi li havotati e non si mascherino.

  2. cri ha scritto:

    molto bene i 20 punti di programma. Aggiungo che bisogna tagliare anche gli stipendi dei dirigenti e funzionari nella amministrazione pubblica si prendono stipendi da nababbi e molti non sanno come passare la mattinata

  3. Massimo Marabotto ha scritto:

    Alcuni punti sono completamente senza senso;qualcuno può essere condiviso.la dichiarazione della vostra portavoce alla camera sulla richiesta di avere delle poltrone scopre una inedita realtà che anche il movimento 5 stelle partecipa alle lottizzazioni (non è questa la richiesta degli elettori).la serietà si misurerà domani se siete persone che hanno voglia di cambiare qualcosa o una banda di disfattisti mugugni senza programma.
    Un appunto : se l’Italia andrà come Cipro caro Beppe visto che siamo vicini di casa ti verrò a prendere nel letto.

  4. alfredo ha scritto:

    l’unica speranza è il movimento 5 stelle, altrimenti è la fine

  5. enzo ha scritto:

    va bene i 20 punti,loro li ritengono importanti, ma prioritario e importante per molti di noi poveri mortali e lavoratori sapere se verrà soppressa o modificata la riforma del lavoro che la fornero ha fatto e messo in atto in 24 ore e che sta mettendo in crisi molti di noi

Lascia un commento