•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 27 aprile, 2013

articolo scritto da:

Ira Pdl per le dichiarazioni di Fo su Brunetta

Bufera sul premio Nobel Dario Fo, che alla trasmissione radiofonica La Zanzara di Radio 24, ha ironizzato sulla statura del capogruppo alla Camera del Pd Renato Brunetta. “Brunetta che giura da ministro? La prima cosa che faccio è cercare un seggiolino per poterlo mettere a livello, all’altezza della situazione. Oppure meglio una scaletta, così se la regola da sé”. E poi ancora “Il cervello di Brunetta quello sì che è ancora più piccolo”. Fo ne ha anche per il capogruppo al Senato del Pdl Renato Schifani. “Il cognome è onomatopeico: dentro il suo nome c’è già tutto, il rifiuto e il senso di angoscia e di repulsione per queste persone. Con questi al governo mi hanno copiato delle scene intere del ‘Mistero Buffò”.

Renato Brunetta

[ad]Parole che non sono piaciute al Pdl. “Le dichiarazioni di Dario Fo, dal contenuto spregevole, colpiscono per la gratuita volgarità di un personaggio che, evidentemente, è ben lontano dal senso alto della politica e offende impunemente credendo di divertire come durante uno spettacolo di cabaret di scadente livello” ha dichiarato il segretario Pdl Angelino Alfano. “In realtà, offende solo se stesso, la sua storia e la sua professionalità. O forse, in verità, la sua cifra umana è così bassa da non consentirgli altro. Le sue parole incivili non offrono di certo un contributo alla politica, ma sicuramente svelano l’ignoranza di chi ne sconosce il valore e ricorre persino alle offese personali per sentirsi realizzato e per soddisfare il proprio malsano egocentrismo. Ci vergogniamo per lui. Inutile aggiungere altro”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

7 Commenti

  1. Pino ha scritto:

    Cosa penso di Grillo e’ Dario Fo, una volta facevano ridere, adesso fanno piangere, diciamo forse a causa degli anni che vanno avanti inesorabilmente.

  2. paola ha scritto:

    Ah bhe capisco. Quelli del “Obama abbronzato”, “Merkel culona inchiavabile”, “Bindi più bella che intelligente”, soci di quelli del “rimandiamo a casa i bingo bongo” e “porto il porco a pisciare alla moschea” si sono offesi…

  3. Tercerista ha scritto:

    La satira e, più in generale, l’umorismo non vanno processati. Non mi scandalizzo certo di fronte alle dichiarazioni di Fo (anzi: chi da contro Brunetta ha la mia stima!) né mi sento di demonizzare le frasi di Berlusca come “presidente abbronzato” o “culona inchiavabile”. Da condannare, perché ha causato morti, la stupida esposizione delle vignette anti-maomettane ad opera di calderoli.

  4. Benito ha scritto:

    Scusate forse non sono aggiornato.
    Dario Fo Premio Nobel?????
    Ero rimasto a Fo Dario, VOLONTARIO DELLA REPUBBLICA DI SALO’.Quando è passato per Casablanca per rifarsi la verginità?
    Desidererei chiarimenti se si tratta della stessa persona.
    Grazie

  5. robertoB ha scritto:

    Nel 2002 abitavo a Milano a Porta Venezia dove sul muro della pensilina liberty dei vecchi bagni pubblici faceva brutta mostra di sé una stella a cinque punte delle brigate rosse.
    Una sera trovai Dario Fò che stava uscendo dallo spazio Oberdan dove forse aveva tenuto una sua lectio magistralis.
    Gli bussai sulla spalla invitandolo a guardare.
    Mi rispose che la pensilina era in stile liberty.
    Gli feci notare la stella delle brigate rosse.
    Prontamente rispose: sono solo RAGAZZATE.
    Da allora disprezzo Daro Fò perché vede il dito e non la luna e quando è costretto a veder la luna dice che è solo un fanale.

  6. uy ha scritto:

    certo disprezzare una persona perche che dice che quelle sono solo ragazzate mi sembra che e’ da cervelli piccoli piccoli. come pure tirare in ballo precedenti punti di vista, io votai berlusconi nel 93 e quindi da allora dovrei essere uno di destra, invece no contano le idee che si vogliono realizzare e le battaglie che si fanno per realizzarle . se uno parla di liberta ma poi vede solo la propria liberta’ meglio stia molto lontano da me.

Lascia un commento