•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 27 aprile, 2013

articolo scritto da:

Letta presenta il suo governo, Alfano agli Interni, Bonino agli Esteri e Saccomanni all’Economia

Letta

“Voglio esprimere la mia soddisfazione, sobria, per la squadra che siamo riusciti a comporre, per la disponibilità riscontrata e per le competenze al servizio del Paese”. Con queste parole Enrico Letta ha sciolto la riserva e ha accettato l’incarico di presidente del Consiglio. “Abbiamo costituito un governo fatto da una squadra coesa e fortemente determinata a risolvere i problemi del Paese. Una squadra basata sulle competenze, sul ringiovanimento, e può vantare un record nella presenza femminile che per quello che mi riguarda è una delle più grandi soddisfazioni” ha poi aggiunto il neo premier.

[ad]Il presidente Napolitano, intervenuto dopo Letta, ha dichiarato: “Era ed è l’unico governo possibile. Un governo che non poteva tardare oltre, nell’interesse del Paese e dell’Europa”. “Non c’è bisogno di alcuna formula speciale per definire questo governo. E’ un governo politico – ha spiegato Napolitano – formato nella cornice istituzionale e nella prassi della nostra democrazia parlamentare. Un governo nato dall’intesa politica tra le forze politiche che insieme garantiranno la fiducia nelle due Camere”. Infine Napolitano ha fatto un auspicio “Auspico, e questa è una certezza non solo fiducia, che il governo si metta a lavorare rapidamente e in spirito di fervida coesione”. “Tutte queste persone danno garanzie di voler lavorare insieme, senza conflittualità pregiudiziali e con impegno per soluzioni giuste ai problemi con il contributo di ciascuno in un spirito -ha sottolineato il capo dello Stato- di assoluta indispensabile coesione e reciproco rispetto”.

Reazioni politiche – “Abbiamo trattato per formazione del governo senza porre alcun paletto, sena impuntarci su nulla escludendo persone che fossero ministri in precedenti governi”. Ha dichiarato Silvio Berlusconi intervistato dal Tg5 ”così – ha aggiunto il Cavaliere – abbiamo contribuito a fare un governo in poco tempo”. ”Nel necessario compromesso della squadra c’è freschezza e c’è solidità. Letta merita il sostegno di tutto il Pd” ha invece commentato l’ex premier Pier Luigi Bersani. “Non sono tanto i nomi che possono fare la differenza anche perché, tranne qualcuno, girano tutti intorno alla vecchia politica”, ha commentato Vito Crimi, capogruppo del Movimento 5 stelle in Senato, raggiunto telefonicamente. “Non sono nomi che ci fanno cambiare opinione su come è nato questo Governo e sulle dinamiche. Per noi contano i fatti. Resta un programma preciso. Vedremo. Non è mutando l’ordine dei fattori che cambia qualcosa”. Ironico Beppe Grillo “Con il governo Letta il terzo giorno è resuscitato Barabba”. “Governo così così. Bene il ricambio generazionale e Alfano all’Interno, ma alcuni ministri c’entrano davvero poco con l’incarico ricevuto”. Così su Twitter il segretario della Lega Roberto Maroni. “Questo governo una rivoluzione? Lasciamo perdere. Rivoluzione era dal mio punto di vista continuare con il metodo Boldrini e andare in terre incognite a perlustrare nell’area del movimento 5 stelle. Oggi questo e’ un modo intelligente di gestire la restaurazione” Così Vendola commenta la squadra di governo presentata da Letta

Lista dei ministri – Sono 21 i ministri che faranno parte del governo guidato dal premier Enrico Letta. Fra questi, otto sono a capo di ministeri senza portafoglio. Sette le donne inserite nella squadra dell’esecutivo, 9 del Pd 5 del Pdl e 3 di Scelta Civica. Il giuramento dei componenti il Governo avrà  luogo domani, 28 aprile, alle ore 11.30 al Palazzo del Quirinale, nel Salone delle Feste.

Interni e Vicepremier- Angelino Alfano
Difesa – Mario Mauro
Esteri – Emma Bonino
Giustizia – Anna Maria Cancellieri
Economia – Fabrizio Saccomanni
Riforme istituzionali – Gaetano Quagliariello
Sviluppo – Flavio Zanonato
Infrastrutture – Maurizio Lupi
Poliche Agricole – Nunzia Di Girolamo
Istruzione, Università e ricerca- Maria Chiara Carrozza
Salute – Beatrice Lorenzin
Lavoro e Politiche sociali – Enrico Giovannini
Ambiente – Andrea Orlando
Beni culturali e Turismo- Massimo Brai
Coesione territoriale – Carlo Trigilia
Politiche comunitarie – Anna Maria Bernini
Affari regionali, sport e turismo – Graziano Delrio
Pari opportunità, sport, politiche giovanili – Iosefa Idem
Rapporti con il Parlamento – Dario Franceschini
Integrazione – Cecile Kyenge
Pubblica Amministrazione- Giampiero D’Alia

(Per continuare la lettura cliccate su “2”)


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

4 comments
Mercuzio
Mercuzio

Evocare la ghigliottina mi sembra un po' troppo... nessuno ha ancora preso la Bastille. Interessante in questo governo l'età giovane - mediamente - dei ministri, che non è garanzia di nulla in sé ma significa che si è finalmente saltata una generazione ormai bruciata; anche la provenienza da esperienze parlamentari recenti di molti neoministri potrebbe riservare sorprese, non saprei dire se in positivo. Curiosa la preposizione della dott.ssa Cancellieri, non parlamentare, alla giustizia. Un segnale per le carceri, forse? Solo prime impressioni a caldo.

Ardore
Ardore

Il punto interrogativo di maggior rilievo ...e che purtroppo , per ovvi motivi , credo che il PD non abbia potuto evitare è la presenza nel Governo , di Alfano al Ministero degli Interni ...per il resto non vedo grandi ostacoli ..., bene invece Saccomanni all'economia , la Cancellieri alla Giustizia ...., e la Bonino agli esteri ...!!!!!!!!!!

ettore
ettore

tutta gente da mandare alla ghigliottina razza di bastardi fanno tutto quello che vogliono ma finira anche x voi .vedremo quando ci saranno le elezioni come sara

Maria Grazia
Maria Grazia

Non serve fare discorsi di questo tipo..... Fomenta l'odio e dal l'odio esce solo la violenza che già è in atto. Un carabiniere e un'altra persona sono stati presi di mira da un attentatore che gli ha sparato. Se vogliamo questo andiamo avanti con discorsi alla Grillo!!