•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 20 maggio, 2013

articolo scritto da:

Elezioni comunali Ancona coalizioni molto divise

Ancona: il 26 e il 27 maggio elezioni anche nella città dorica dopo le dimissioni del sindaco Fiorello Gramillano (PD), eletto nel 2009 al ballottaggio contro Giacomo Bugaro del PdL, e dimessosi nel dicembre 2012 a causa della debolezza numerica della maggioranza consiliare. L’eventuale ballottaggio si terrà il 9 e il 10 giugno.

[ad]Con la tappa anconetana del “Tutti a casa tour” e la due giorni di Beppe Grillo in città la campagna elettorale è approdata sui media nazionali.

L’ex-comico genovese ha trascorso due giorni nel capoluogo marchigiano, dividendosi tra un comizio “ecumenico” in piazza Pertini (in cui ha invitato i partecipanti ad abbracciarsi davanti alle tv), e un incontro con i sindacati degli operai della Fincantieri che da luglio potrebbe tornare al fermo produttivo.

Grillo ha dovuto (o meglio: avrebbe dovuto) affrontare anche un nutrito gruppo di dissidenti interni al Movimento, balzato agli onori della cronaca nazionale attraverso le telecamere di Servizio Pubblico, che contestano i metodi con cui si è arrivati alla candidatura di Andrea Quattrini per il M5S.

Quattrini “rischia” di ripetere il successo di Pizzarotti a Parma, dato il successo che il M5S ha ottenuto alle ultime politiche nelle Marche, dove alla Camera è risultato il primo partito (anche se ad Ancona è arrivato second dopo il PD, comunque ad un ottimo 29,72%).

A contendere la poltrona di primo cittadino a Quattrini ci saranno ben nove candidati. Centrodestra e centrosinistra si presentano entrambi divisi, e questo potrebbe favorire il candidato a 5 Stelle. Valeria Mancinelli (che ha vinto le primarie del centro-sinistra ed è sostenuta da PD, UDC, Verdi, PSI, Scelta Civica e Ancona 2020) dovrà sostenere la competizione a sinistra del candidato di SEL, Rifondazione e Comunisti Italiani, Stefano Crispiani, che contesta l’allargamento della coalizione ai montiani.

Italo D’Angelo (sostenuto dal PdL e da La tua Ancona), per contro, subisce le critiche di Stefano Benvenuti Gostoli (candidato di Fratelli d’Italia, che ha denunciato una “chiusura” di D’Angelo e del PdL nei confronti del suo partito). Gli altri candidati sono David Favia (Centro Democratico), Matteo Bilei (A20), Stefano Tombolini (Sessantacento), Marcello Pesaresi (Progetto Città) e Letizia Perticaroli (Alleanza per Ancona).

L’esito di questa tornata amministrativa appare dunque estremamente incerto. Le divisioni dei due schieramenti principali e il peso del Movimento di Grillo nella città dorica rendono molto probabile il ricorso al ballottaggio. Sarà interessante a quel punto capire i movimenti dei candidati e dei partiti.

Andrea Scavo

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento