•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 18 giugno, 2013

articolo scritto da:

L’ultima parola alla Rete

GERMANY, Bonn, "Online" - Human miniatures on a computer keyboard.

L’ultima parola alla Rete

Il nome di Adele Gambaro rimbalza da giorni da un sito a un telegiornale a un articolo di carta stampata: il caso relativo all’espulsione della senatrice del MoVimento 5 Stelle sta occupando quasi stabilmente spazi sui media, con annesse polemiche politiche e non solo. Qui non si giudicherà la vicenda, non si dirà nulla sull’opportunità di espellere o meno la cittadina (ciascuno era e resta libero di farsi l’idea che crede), ma vale la pena di riflettere un po’ sulla scelta di dare «l’ultima parola» alla Rete, così come è stato scelto dall’assemblea dei parlamentari M5S di Camera e Senato (che pure, a quanto si è detto, si è espressa per l’espulsione a maggioranza dei presenti).

[ad]Su cosa esattamente saranno chiamati a votare gli attiVisti a 5 Stelle? Sull’espulsione della senatrice Gambaro, d’accordo, ma da che cosa? Da fonti parlamentari si apprende che il voto riguarderebbe non tanto l’esclusione dal MoVimento, bensì l’espulsione dal solo gruppo parlamentare del Senato. Le due cose, per quanto siano affini, non coincidono: l’espulsione di un attiVista dal MoVimento è probabilmente più complessa da configurare almeno sul piano delle regole. Ogni gruppo parlamentare si dà un proprio regolamento, pubblicato nel sito della Camera di appartenenza: in questo caso, si tratterebbe di applicare l’art. 12 del Regolamento del gruppo M5S Senato, in base al quale è il Presidente del gruppo (in questo caso, Nicola Morra) a provvedere all’espulsione, su delibera dell’assemblea dei parlamentari (deputati e senatori insieme) a maggioranza dei propri componenti, ma – prevede l’ultimo comma – «[i]n ogni caso, l’espulsione dovrà essere ratificata da una votazione on line sul portale del MoVimento 5 Stelle tra tutti gli iscritti, a maggioranza dei votanti».

movimento 5 stelle

adele gambaro

Si tratta, a ben guardare, di una questione di non poco conto. Se «l’ultima parola» viene affidata alla Rete, significa che il Presidente si limiterà a prendere atto della decisione degli “iscritti”, anche se dovesse essere di segno diverso rispetto a quella uscita dall’assemblea dei parlamentari. Di fatto, in questo modo, una decisione su un evento puramente interno alle Camere viene demandata “ufficialmente” a soggetti (gli attiVisti, in questo caso) che ne stanno fuori. Ci si può chiedere, a questo punto, se questa pratica sia rispettosa fino in fondo del principio di autonomia del Parlamento e del dettato dell’articolo 67 della Costituzione, quello in base al quale «[o]gni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato».

In effetti, se dell’autonomia del Parlamento e del divieto di mandato imperativo si dà una lettura severa ed estensiva, qualche dubbio è lecito che sorga: non sembra particolarmente in linea con l’autonomia delle Camere che decisioni che attengono solo alla dinamica parlamentare (che, dunque, riguardano il gruppo e non il MoVimento, che non appartiene al Parlamento) siano in definitiva decise da chi delle stesse Camere non fa parte; allo stesso modo, è difficile negare che un’eventuale espulsione decretata dal voto degli elettori, soggetti esterni al Parlamento, metta l’eletto in condizione di non potere (più) svolgere il proprio mandato parlamentare nel modo desiderato, se non altro perché è “costretto” a farlo in un gruppo diverso da quello da cui non ha scelto di uscire (ritenendo magari prevalenti le ragioni di permanenza rispetto a quelle di dissenso).

(Per continuare la lettura cliccate su “2”)


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments