•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 14 agosto, 2013

articolo scritto da:

Se la Lega sogna il Cantone Cisalpino

L’idea puramente propagandista su cui la Lega Nord ha battuto per anni nelle sue campagne elettorali potrebbe diventare, a modo suo, realtà.

La macroregione del Nord tanto sognata da Maroni e dalle camicie verdi potrebbe costituire una delle prime riforme istituzionali del governo Letta.

Secondo Stefano Bruno Galli, capogruppo al Pirellone della lista civica di Maroni a cui è stato affidato l’arduo compito di stabilire i confini e il comparto amministrativo della macroregione, si può fare anche senza modificare la Costituzione.

“Il federalismo si può ottenere a Costituzione invariata, attraverso gli articoli 116, 117, 119 e 132 della Carta – ha spiegato ieri in un’intervista al Corriere della Sera –. Ottenere da Roma, dallo stato centralista, autonomia fiscale e impositiva certo, ma anche l’amministrazione di una parte delle materie concorrenti”. Richiama quindi Letta e i suoi compagni di governo all’attenzione: “ci vuole un tavolo col governo, e poi una legge che avvii il processo”.

Stefano Bruno Galli

Come ogni nuova creatura che si rispetti, anche la nuova macroregione dovrebbe essere battezzata e il regolatore di confini non si sottrae: “Come la chiamerei? A me piace Cantone Cisalpino, ecco come mi piacerebbe si chiamasse” spiega Galli che si ispira al grande federalista Carlo Cattaneo (e, probabilmente, a Gianfranco Miglio che qualcosa di simile aveva pensato – ovviamente guardando anch’egli a Cattaneo, amante come lui del modello svizzero – già nel 1945, ben prima della nascita della Lega).

Lasciando da parte eventuali perplessità sulla compatibilità giuridica del progetto (di quelle si occuperanno gli esperti), a chi potrebbe ritenere questa idea una pura utopia, giudicando non credibile l’operato di un partito – la Lega – che faceva vilipendio contro la bandiera italiana (con conseguenze penali annesse e connesse) e venerava l’ampolla del dio Eridano, risponde così il capogruppo al Pirellone: “Certo che si può. Da quando sono arrivato al Pirellone penso a progetti di legge da presentare in aula e da spedire a Roma per chiedere passo dopo passo l’attuazione del decentramento”.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento