•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 4 settembre, 2013

articolo scritto da:

Berlusconi: non decadere per salvarsi

Berlusconi

Prosegue il conto alla rovescia verso la seduta della Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato e, giorno per giorno, si cerca di analizzare ogni dettaglio della vicenda di Silvio Berlusconi e di cosa potrebbe accadere qualora venisse dichiarata la sua decadenza da senatore.

C’è chi sostiene, tuttavia, che le paure del Cavaliere non riguarderebbero la sua “agibilità politica” in caso di nuove elezioni, ma la (molto più immediata) perdita di garanzie legate al mandato parlamentare.

Per lo meno, è questa la tesi di Bruno Tinti, che sul suo blog del Fatto Quotidiano ha pubblicato un nuovo post dal titolo: Decadenza Berlusconi, la sola agibilità che gli interessa.

Il magistrato e scrittore nota che l’eventuale decadenza dichiarata dall’apposito organo del Senato non toglierebbe affatto l’agibilità politica al Cavaliere: questo sia perché “nessuna norma costituzionale prevede che il Presidente del Consiglio, i ministri e il presidente della Repubblica debbano essere parlamentari” (naturalmente l’interdizione dai pubblici uffici sarebbe un altro paio di maniche), sia perché non ci sarebbe alcuna preclusione sulla guida del partito.

silvio berlusconi

Davvero sarebbe da escludere ogni problema circa la sua formazione politica, che si chiami Pdl o Forza Italia. “Prima di tutto perché ne è proprietario – spiega Tinti -. E poi perché non esiste alcuna legittimazione formale senza la quale taluno non possa proporsi come leader politico. D’altra parte B. in Senato non ci va e le sue creature le dirige da casa”.

La stessa ipotesi di rivolgersi alla Consulta, per il magistrato dimostrerebbe la debolezza del Parlamento: “L’escamotage di ricorrere alla Corte costituzionale nella speranza che impedisca al Parlamento di applicare una legge votata pressoché all’unanimità pochi mesi fa, è il più evidente sintomo di questa debolezza. Un Parlamento geloso delle sue prerogative mai dovrebbe accettare di essere posto sotto tutela, sia pure dalla Consulta”.

Quale sarebbe allora il problema che ha mosso tutta questa confusione? Tinti non ha dubbi: “Il giorno dopo la decadenza, B. si sveglierà nudo di fronte alla legge. L’articolo 68 della Costituzione non lo riguarderà più“. Articolo che al secondo e terzo comma comma prevede che nessun parlamentare, senza autorizzazione della Camera di appartenenza, possa essere sottoposto a perquisizioni, arresti, detenzione (esclusa l’ipotesi, già verificata, di una condanna definitiva o di un necessario arresto in flagranza) e, soprattutto, a intercettazioni di qualsiasi tipo. Autorizzazioni che spesso il Parlamento non concede.

Bruno Tinti

Autorizzazioni che, venuto meno il mandato parlamentare di Berlusconi, non servirebbero più. “A questo punto – prosegue il magistrato – gli resterebbe solo l’ultima, ben conosciuta, possibilità: la corruzione. Ma la strada diventa rischiosa: senza lo scudo dell’art. 68, con qualche intercettazione ben fatta lo beccherebbero subito”. Tinti, del resto, è convinto che “uno che ha sempre considerato la legge qualcosa da cui difendersi e la legalità qualcosa che riguarda gli altri” sia ancora in grado di commettere reati.

Questa lettura è tutto meno che improbabile. Certamente il problema delle intercettazioni e dell’arresto non è l’unico, se non altro perché anche l’espiazione della pena detentiva creerebbe difficoltà (superabili) e si sono già analizzate in passato le criticità dovute all’interdizione dai pubblici uffici, dopo che sarà stata ricalcolata. L’importante, comunque, secondo Tinti è non farsi sviare da “sommi principi, diritti fondamentali, garanzie”: l’unico scopo di Berlusconi, secondo lo scrittore, sarebbe non farsi intercettare o arrestare “per qualcosa d’altro. Noi non sappiamo cosa, ma lui sì”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments