•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 7 ottobre, 2013

articolo scritto da:

Tosi scende in campo: “Primarie nel centrodestra”

(07/10/2013)  Tosi scende in campo: “Primarie nel centrodestra”

Il sindaco leghista di Verona, Flavio Tosi, scalda i motori e annuncia la propria candidatura a leader del centrodestra. Lo fa dal palazzetto dello sport di Mantova, contestualmente alla presentazione della sua nuova fondazione,  “Ricostruiamo il paese”.

Il progetto è chiaro e ambizioso: riprodurre, su scala nazionale, l’esperienza veronese, quando, a fianco della Lega Nord, correva anche una lista civica a sostegno del sindaco. Perché, come ha sottolineato lo stesso Tosi, “ un candidato premier o candidato sindaco è di tutti i cittadini e non solo di una parte”. Ovviamente il candidato premier del centrodestra dev’essere scelto utilizzando il metodo delle primarie.

Maroni non c’era alla presentazione della nuova fondazione di Tosi e non c’erano neanche altri big del partito come Luca Zaia, Roberto Cota o Matteo Salvini. Nessuna polemica, secondo il sindaco, che ha detto di averli sentiti e ringraziati perché “hanno capito lo spirito dell’iniziativa”, ovvero l’idea di presentare un progetto che va oltre il partito. È  proprio per questo, quindi, che Tosi ha chiesto di non portare bandiere e insegne del Carroccio alla manifestazione.

Tosi

Che il progetto del sindaco scaligero sia qualcosa di innovativo lo si percepisce anche da alcune dichiarazioni, in controtendenza rispetto al classico armamentario leghista: “Non è una questione di Nord contro Sud ma di chi spende bene i soldi delle vostre tasche” ha spiegato alle oltre cinquemila persone arrivate a Mantova.  “Il buon governo e la riduzione degli sprechi  lo vogliono tutti”, non solo al di qua del Po.

“C’è voglia di cambiare – ha aggiunto – dopo vent’anni in cui le cose nel Paese non sono cambiate, non si sono fatte le riforme per veti incrociati, guerra fra bande, chi era con Berlusconi e chi contro, chi ha cercato di mettere il Nord contro il Sud”.

Anche la visione sull’Unione europea diverge da quella di molti compagni di partito: “Non si può uscire dall’euro perché tantissimo è costato entrarci e certo non ci fanno uscire gratis”. Il governo, invece, dovrebbe “rinegoziare i patti con la Ue” e alzare la voce perché “l’Italia all’Europa regala 8 miliardi di euro”.

Infine una battuta dei ministri del Pdl che si sono opposti a Silvio Berlusconi, con cui Tosi non è mai stato avaro di critiche: “Apprezzo la scelta dei cinque ministri, non era facile, hanno messo a rischio la loro carriera politica”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

articolo scritto da:

Lascia un commento