•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 16 novembre, 2013

articolo scritto da:

Scelta civica volta pagina. Monti: “E’ più vicina a me”

Alberto Bombassei scelta civica

Scelta civica volta pagina. Monti: “E’ più vicina a me”

Scelta civica volta pagina sul serio. Mentre si aspetta di capire se l’abbandono da parte dei “popolari” di Mauro e Olivero, avvenuto ieri, sarà definitivo, il progetto politico inaugurato da Mario Monti si riorganizza a tutti gli effetti in forma di partito e nomina all’unanimità Alberto Bombassei alla presidenza e Stefania Giannini alla segreteria, come coordinatrice.

Alberto Bombassei scelta civica

Sempre l’assemblea ha indicato il costituzionalista ed ex ministro Renato Balduzzi come vicepresidente vicario e Ilaria Borletti Buitoni come altra vicepresidente. Bombassei è soddisfatto dell’esito della riunione, ma non ha nascosto che “questo incarico sarà pesante. Venire dopo Monti è sempre una cosa difficile ma sono sicuro che il partito potrà riprendersi in maniera dinamica e rilanciare la propria idea originaria. Sono molto ottimista“.

Anche più soddisfatto sembra Mario Monti: “Ho lasciato la presidenza di Scelta civica ma oggi la sento più vicina a me di quando ero presidente. Sono contento di aver provocato questo chiarimento e sono convinto che l’azione riformatrice di cui sarà capace Scelta civica, d’ora in avanti, sarà più forte. Scelta civica sarà in grado di svolgere un’azione meno distratta, meno disturbata e più concentrata. Per cui, credo, di ancora maggiore successo”.

mario monti scelta civica

Resta l’amarezza per “l’Aventino” dei “popolari”, che non ha certamente convinto il senatore a vita: “A parte il modo un po’ disordinato con cui alcuni colleghi hanno dato luogo alla loro ritirata credo che si sia determinata una selezione” che porterà Scelta civica a “recuperare pienezza di marcia sul nostro progetto”. E’ dispiaciuto Monti dell’addio e soprattutto del modo in cui si è concretizzato, ma allo stesso tempo c’è una certezza: quell’addio “ha tolto il freno a mano”.

Una delle prime “grane” che deve affrontare la nuova segretaria di Scelta civica è la rappresentanza del partito all’interno del governo: l’unico ministro è Mario Mauro che però è il capofila dei “popolari” che hanno abbandonato l’assemblea. A chi le chiede se Sc ne chiederà la sostituzione, la Giannini risponde: “Se quello che è successo ieri in assemblea da questione formale diventerà una questione politica è evidente che dovrà essere rivista anche la questione della nostra rappresentanza del Governo. Se c’è un ministro che rappresenta un’altra forza politica dovremo occuparcene“, così come saranno possibili bilanciamenti nei gruppi.

Stefania Giannini scelta civica

La Giannini interviene anche sul caso del ministro Annamaria Cancellieri, dopo le nuove polemiche degli ultimi giorni: “Finché non ci saranno elementi certi che ci indurranno a cambiare opinione – ha spiegato Giannini – il nostro sostegno rimane. Con tutto il rispetto per la cronaca giornalistica, ci sono notizie che vanno verificate, altrimenti noi restiamo alla relazione fatta dal ministro in Parlamento“.

Gabriele Maestri


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
Francesco Occhiazzurri
Francesco Occhiazzurri

Salve la vostra protesta è come una bella torta,ma gli manca la cosa più bella cioè la ciliegina sopra,mi spiego quello che fate va tutto bene ma oltre bloccare l'italia si deve fare l'occupazione dei palazzi della politica a roma ( camera e senato) perchè è da li che bisogna estirpare le radici del cancro che affligge il popolo Italiano e metterli tutti fuori e senza nessuna arma, ma il popolo con le mani alzate in modo che le forze dell'ordine non possono fare niente. Mi rivolgo a tutti i movimenti, disoccupati,precari,pensionati,casalinghe e movimenti studenteschi visto che ieri siete già scesi in piazza nel rendere la mia idea in un fatto concreto.Firmato movimento lavoro dignità e libertà visitate la pagina qui su fb diffondetela e se vi sentite veramente indignati e con tanta volontà di cambiare le cose ADERITE.GRAZIE E DIFFONDETE