•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 17 novembre, 2013

articolo scritto da:

Roma: chi va con Berlusconi e chi va con Alfano

forza italia

Silvio Berlusconi da una parte, Angelino Alfano dall’altra. Torna Forza Italia e nasce Nuovo Centrodestra. La spaccatura da ieri è ufficiale e la conta di chi va con chi è già partita anche a Roma, dove il panorama politico è in fase di assestamento.

In Regione Lazio a vincere la partita è Silvio Berlusconi che batte cinque a quattro il suo ex delfino Alfano. Con il Cavaliere restano infatti Luca Gramazio (che del Pdl alla Pisana è il capogruppo), Antonello Aurigemma (ex assessore ai Trasporti con Alemanno), Giuseppe Simeone e Adriano Palozzi.

In Forza Italia rientra anche Mario Abbruzzese, ex presidente del Consiglio regionale nella giunta Polverini, secondo il quale FI è “un grande progetto che unisce tutti e difende i valori importanti che fondano la nostra democrazia. Forza Italia è il soggetto politico a cui tanti italiani hanno legato e legano tuttora la grande speranza di realizzare una vera rivoluzione liberale e di contrastare l’oppressione giudiziaria, l’oppressione burocratica, l’oppressione fiscale”.

forza italia

Con Angelino Alfano e il suo Nuovo Centrodestra vanno invece Pietro Di Paolantonio e Pino Cangemi, entrambi ex assessori nella giunta Polverini, oltre a Fabio De Lillo, ex assessore all’Ambiente con Alemanno, e Daniele Sabatini.

In Campidoglio dovrebbe essere il Nuovo Centrodestra di Alfano a ritrovarsi numericamente in vantaggio. Con il vicepremier va Sveva Belviso, ex sindaco e attuale capogruppo del Pdl, che twitta: “Voglio bene a Berlusconi, ma è arrivato il momento di un nuovo centrodestra”, e poi “Sto con chi vuole un partito più libero, che sia aperto su primarie e partecipazione dei cittadini”.

Con Angelino Alfano dovrebbe andare anche Marco Pomarici (presidente dell’Assemblea capitolina durante gli anni di Alemanno), la ex An Lavinia Mennuni e l’attuale presidente del Gruppo Misto, Roberto Cantiani. Con Berlusconi dovrebbero invece restare Giovanni Quarzo e Giordano Tredicine, sul quale però rimane qualche dubbio.

Sicuro del ritorno ai vecchi simboli del 1994 è invece Davide Bordoni che annuncia: “Entro Natale o anche prima si potrà costruire il gruppo Forza Italia del Campidoglio”. Obiettivo: “riportare su Roma e sui municipi un nuovo entusiasmo per una capacità politica di grande attenzione perché FI è un progetto molto attuale”.

In I municipio non è mistero la posizione del capogruppo Pdl Luca Aubert, da tempo entusiasta di tornare ai vecchi simboli di Forza Italia. Ma c’è spazio anche per le critiche, riassumibili in un tweet: “A Berlusconi rimprovero soltanto il fatto di essere diventato troppo ostaggio di Verdini, Santanchè e Capezzone! La scissione è colpa loro!”


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

39 comments
Alan Ford
Alan Ford

Disperazione nel PD che non capisce chi deve favorire alle prossime elezioni...

Agnese Diana
Agnese Diana

Cambiando l'ordine degli addendi la somma non cambia!!!!!!!!

Tatiana Carusi
Tatiana Carusi

ma perche non espatriano tutti quanti e ci lasciano in pace .

Ferdinando Dolce
Ferdinando Dolce

Gigino Gigetto stanno sul tetto vola Gigino vola Gigetto torna Gigino torna Gigetto.

Rita Manconi
Rita Manconi

se ne andassero tutti a casa loro, hanno fatto anche troppi danni

Franco Gentile
Franco Gentile

Quale spaccartuyra= Ma davvwero c'è qualcuno che ci sia stata una spaccatura? Ma allora siamo favvero ben presi gente....

Andrea Cabrio
Andrea Cabrio

Mentre i lavoratori della Berloni aspettano. Se dovessi diventare deputato o senatore, romperei il culo a ste merde.

Rita Coco
Rita Coco

L'ennesima pagliacciata di berlusconi!

Giancarlo Favaro
Giancarlo Favaro

divisi per prendere più voti ed uniti per rubare il portafoglio ai votanti....a loro insaputa.

Oscar Barbi
Oscar Barbi

ma perche' non vanno tutti affanculo!!!!!!!!1

Giovanni Merli
Giovanni Merli

Una genialata di Silvio .. aiutiamoli a fare il lavoro sporco ..ne usciamo puliti... intanto abbiamo solo sacrificato una cinqunantina di coglioni...che recuperiamo alle prossime elezioni !!!!! Il dilemma è sempre lo stesso...alle prossime elezioni è meglio votare i ladri o i cretini ?????

Gaetano Ferruggia
Gaetano Ferruggia

tanto sono tutti incriminati e appartengono alla stessa cupola di berlusconi il pregiudicato

Edgardo Favaloro
Edgardo Favaloro

Siamo assistendo ad una pagliacciata fatta per consentire a B di giocare su due tavoli, nel governo per vivacchiare sino a quando sarà più forte ed all'opposizione per promettere l'impossibile e rafforzarsi elettoralmente. Tutto il resto sono solo chiacchere

Vincenzo Lopriore
Vincenzo Lopriore

Fanno finta di separarsi e ancora nn lo avete capito e' tutto un giochetto per prepararsi alle prossime elezioni e raccogliere più voti possibili

Mauro Decina
Mauro Decina

non ci casco; Angelino Dudù Alfano fino a ieri ha lucidato le scarpe, oggi si è diviso, così una parte sta al governo ed un altra all'opposizione così vincono sempre. non so se mi rendo !!!!

Santo Scirè Risichella
Santo Scirè Risichella

La destra al governo è la destra all opposizione classico caso di sdoppiamento della personalità :-) Silvio si fa in due per l Italia !!!!!!!!

Francesco Occhiazzurri
Francesco Occhiazzurri

Salve la vostra protesta è come una bella torta,ma gli manca la cosa più bella cioè la ciliegina sopra,mi spiego quello che fate va tutto bene ma oltre bloccare l'italia si deve fare l'occupazione dei palazzi della politica a roma ( camera e senato) perchè è da li che bisogna estirpare le radici del cancro che affligge il popolo Italiano e metterli tutti fuori e senza nessuna arma, ma il popolo con le mani alzate in modo che le forze dell'ordine non possono fare niente. Mi rivolgo a tutti i movimenti, disoccupati,precari,pensionati,casalinghe e movimenti studenteschi visto che ieri siete già scesi in piazza nel rendere la mia idea in un fatto concreto.Firmato movimento lavoro dignità e libertà visitate la pagina qui su fb diffondetela e se vi sentite veramente indignati e con tanta volontà di cambiare le cose ADERITE.GRAZIE E DIFFONDETE

Alberto Zaliani
Alberto Zaliani

solo una furba mossa elettorale in stile MAXIBON : TWO IS MEGLIO CHE ONE !!!!