•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 21 novembre, 2013

articolo scritto da:

Caso Ruby, depositate motivazioni condanna su sentenza Berlusconi

Caso Ruby, depositate motivazioni condanna su sentenza Berlusconi

Caso Ruby, depositate motivazioni su sentenza Berlusconi. Sono state depositate le motivazioni della sentenza pronunciata a Milano nei confronti di Silvio Berlusconi, condannato in primo grado a 7 anni di reclusione nell’ambito del processo sul caso Ruby.

L’ex premier era stato condannato dai giudici della quarta sezione penale di Milano.

Giudice “niente copia sentenza ai giornalisti” – Il presidente del collegio della quarta sezione penale di Milano, Giulia Turri, non ha autorizzato i cronisti che lavorano nel Palazzo di Giustizia di Milano ad estrarre copia delle motivazioni, appena depositate, della sentenza a carico di Silvio Berlusconi, condannato a 7 anni di reclusione per il caso Ruby. Nei giorni scorsi sei cronisti, “in qualità di rappresentanti dei giornalisti giudiziari del palazzo di giustizia di Milano”, avevano chiesto di poter estrarre copia della motivazione della sentenza a carico di Silvio Berlusconi, “trattandosi di un caso di interesse pubblico e di stringente attualità”. Il giudice ha però respinto la richiesta dei giornalisti, spiegando che ai sensi dell’articolo 116 del codice di procedura penale non sono “soggetti legittimati” a prendere visione delle motivazioni.

Caso Ruby, depositate motivazioni condanna su sentenza Berlusconi

Motivazioni Sentenza “Berlusconi regista delle esibizioni sessuali” – Secondo quanto si legge dalle motivazioni, e trapela dalle agenzie “risulta provato che il regista delle esibizioni sessuali delle giovani donne fosse proprio Berlusconi, il quale dava il via al cosiddetto bunga bunga, in cui le ospiti si attivavano per soddisfare i desideri dell’imputato”. E ancora “risulta, innanzitutto, provato che l’imputato abbia compiuto atti sessuali con El Mahroug Karima in cambio di ingenti somme di denaro e di altre utilità quali gioielli”. E’ quanto si legge nelle 331 pagine di motivazioni sulla sentenza di Silvio Berlusconi relativa al processo sul caso Ruby.

Giudici “Karima in collaudato sistema prostitutivo di Arcore” – “Ritiene il tribunale che la valutazione unitaria del materiale probatorio illustrato evidenzi lo stabile inserimento della ragazza nel collaudato sistema prostitutivo di Arcore ove, giovani donne, alcune delle quali prostitute professioniste, compivano atti sessuali in plurimi contesti”.

La reazione dei legali del Cavaliere – Gli avvocati di Berlusconi, Piero Longo e Niccolò Ghedini hanno commentato duramente le motivazioni della sentenza depositate dai giudici. “Certo che la condanna a un cittadino a sette anni di reclusione in un processo dove tutte le asserite persone offese ne attestano l’innocenza, compresi i funzionari di polizia, è davvero un fatto che poteva accadere soltanto al presidente Berlusconi”.

Articoli correlati: – Processo Ruby, Berlusconi condannato a 7 anni

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

38 Commenti

  1. Fabio Todisco ha scritto:

    e’ arrivato il carico

  2. Giulio Giliberti ha scritto:

    Ahè, va acchiappa và!!!

  3. Armando Mondelli ha scritto:

    DISPIACE

  4. George Ross ha scritto:

    Guardano sempre a casa degli altri???ma perche’ non guardate qualche volta quello che succede dentro casa vostra !!!!

  5. Gigi Pedone ha scritto:

    PREGIUDICATO E DEPRAVATO! PRESIDENTE DI F.I.!

  6. Filippo Del Bene ha scritto:

    Caro George, l’ultima volta che ho controllato a casa Mia non c’era nessuna prostituta minorenne. Ora ricontrollo bene poi ti faccio sapere.

  7. Pierluigi Ubezio ha scritto:

    A zoccolaroooo!

  8. Luca Pericoli ha scritto:

    Insomma…..un papi pappone

  9. Marianna Franchi ha scritto:

    pure il regista, sa fare. Mettetela come volete, quest’uomo a modo suo è un genio

  10. Francesca Castiglione ha scritto:

    Ma fatemi il favore!!!!! I santi sono solo in casa PD????? Correte a lunghi passi e svegliatevi……

  11. Agnese Diana ha scritto:

    Ma cosa c’entra il pd???ma vi sembra normale che un primo ministro si comporti in quel modo???ma avete proprio gli occhi foderati !!!!!aveva ragione la moglie a dire che era un uomo malato (e pure porco aggiungo io)!!!!!!

  12. Francesco Sferlazza ha scritto:

    Non ci credo. I soliti giudici comunisti.

  13. Paola Ammannati ha scritto:

    sempre più evidente l’accanimento giudiziario!!

  14. Pina Coccia ha scritto:

    cosi’ impari, a non controllare sotto le lenzuola….doveva essere pieno di giudici….

  15. Pina Coccia ha scritto:

    gigi pedone sei sicuro di quello che scrivi??????????allora sotto le lenzuola di Berlusconi c’eri anche te….ahahahahahsei cosi sicuro di quel che dici!!!!!!!!!!!!!!!

  16. Brunilde Bertacco ha scritto:

    Poareto me dispiace soeo che no’te sia da in galera.
    Tradotto:Poveretto mi dispiace solo che tu non sia già in galera.

  17. Domenico Bianco ha scritto:

    ed Emilio Fede che faceva?

  18. Luisa Bacocchia ha scritto:

    er puzzone in esilio

  19. Mauro Vacca ha scritto:

    Tutte chiacchiere ha sbagliato che paghi.

  20. Francesco Baldino ha scritto:

    Ma davvero?…Ho!!!!! questi Giudici non fanno altro che perseguitare il Caimano. Brava continua a pensarla in questo e votare da quella parte. Magari prima o poi ti arriva un invito….

  21. Francesco Baldino ha scritto:

    A casa mia nessuna puttana minorenne, e neanche maggiorenne. ( Nota bene. Puttana).

  22. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    A breve e in particolare nei prossimi 7 giorni c’è da aspettarsi un’infuocata resurrezuibe dell santenza politica da parte di, pitoni e pitonesse, falchi, falchette e falchetti con la bava alla bocca, che cheideranno di sottoporre anche la legge sulla prostituzione minorile all Consulta, chissà, potrebbe avere un vizio di retroattivività.

  23. MariaPia Luchi ha scritto:

    Dio mio che SCHIFO questo UOMO ( se così si può chiamare!) SQUALLIDO!

  24. Filippo Del Bene ha scritto:

    Ho risposto più’ o meno lo stesso sopra anche io.

  25. Paola Ammannati ha scritto:

    Non meriti risposta, La differenza tra te e me è che io rispetto le tue idee, punto.

  26. Riccardo Farinelli ha scritto:

    i signori che commentano, lo fanno perchè hanno del tempo da buttare? Altrimenti non è comprensibile la miopia: forse non è stato compreso che c’è una sentenza, la quale significa verifica delle informazioni, contradditorio,…a questo i signori erano presenti, tanto da farsi idee così precise?

  27. Salvatore Petrotto ha scritto:

    Dopo il voto di fiducia alla Cancellieri ho capito qual è l’equivoco in cui siamo caduti quando, al momento della sua rielezione accolta come salvifica, Napolitano parlò davanti alle Camere riunite di pacificazione nazionale.
    Noi pensavamo che il presidente avrebbe usato la sua influenza su magistrati, Parlamento e governo per far abbassare i toni dell’accanimento giudiziario e politico contro Silvio Berlusconi. Sbagliavamo. Il presidente intendeva che ci avrebbe pensato lui a pacificare con le buone o con le cattive il Pd per garantire lunga vita alla sinistra e al suo premier Letta.
    Anche Renzi non lo aveva capito, ma si è subito adeguato. E con la coda tra le gambe ha risposto: signorsì, rimangiandosi i giudizi sprezzanti sulla ministra e la richiesta di dimissioni. I suoi uomini hanno votato compatti per la fiducia. Sarà anche furbo, il sindaco, ma un conto è governare Firenze e andare in giro a fare lo spiritoso nelle comparsate tv, altro è stare a schiena diritta nell’arena del potere. Ha fatto la figura del pivello, quale probabilmente è, e ha sbattuto la testa alla prima uscita da segretario in pectore.
    Ormai è chiaro. Chiunque vinca le primarie del Pd non potrà essere che un burattino nelle mani di Napolitano. Il quale, quando gli conviene, esercita eccome i suoi poteri nei confronti di chi gli si mette di traverso. Quando è toccato a lui finire nella rete delle intercettazioni imbarazzanti (col suo amico Mancino a sparlare della Procura di Palermo) le bobine sono state bruciate e il suo accusatore Ingroia è dato per disperso e anche i suoi colleghi non se la passano bene. Errore che i pm di Torino, competenti per il caso Cancellieri, si sono ben guardati dal compiere, assicurando a più riprese che mai e poi mai avrebbero indagato la ministra, a prescindere. Ognuno tiene famiglia ed è noto che a forzare la giustizia vai sul sicuro solo se nel mirino c’è Berlusconi. In quel caso, e solo in quello, Napolitano si chiama fuori: come potete pensare – sostiene – che io possa interferire con il corso della giustizia? Giammai.
    Povero Pd. Lo hanno costretto a salvare una ministra amica dei Ligresti e in passato raccomandata da Berlusconi (l’ultimo verbale in tal senso è stato fatto uscire, guarda caso, tre minuti dopo il voto di ieri) pur di mandare avanti Letta. È tutto da ridere. È lo stesso Pd che tra pochi giorni voterà, con l’assenso di Napolitano, in modo retroattivo e palese – quindi incostituzionale – la legge sulla decadenza per buttare fuori Berlusconi dal Senato. Più che di Pd da oggi si parla di Pdn: partito di Napolitano.

  28. Io Sempre ha scritto:

    Va be chiamerà la Cancellieri !

  29. Bazzanella Silvio ha scritto:

    è vero i giudici di milano non sono puttane

  30. Alin Rossi ha scritto:

    che ipocrisia in italia !!! ma qualcuno pensa che i 600 onorevoli in parlamento siano dei santi……con segretarie …e affine…..

  31. Alessandra Fiore Salvatori ha scritto:

    Che volgarita’…

  32. Ottaviano Lombardi ha scritto:

    Ma certo che si vede l’accanimento dei giudici comunisti!
    Han cominciato a rompere le scatole già nel 1969, quando volevano capire da dove erano giunti quei miliardi in contante per costruire Milano Due. Non volevano capire che la costruzione avvenne solo sfruttando la liquidazione del papà, i risparmi sulle paghette del sabato e la pensione di mamma…..
    Poi – gli stessi estremisti di sinistra in toga – lo condannarono per falsa testimonianza per via della partecipazione alla Loggia fuorilegge nota come P2.
    E meno male che nel 1989 ci pensò l’amico (non ancora latitante) Bettino a fare una bella amnistia anche per la falsa testimonianza…….
    Certo, poi corruppe il Cap. Berruti della GdF ( e lo fece deputato così da non renderlo perseguibile…) Poi corruppe l’avvocato Mills comprando da lui una falsa testimonianza per i soldi all’estero. Prima però aveva corrotto il giudice Mietta e l’avv. Pacifici e l’amico Previti.
    Insomma una vera persecuzione da parte di quei giudici mangiabambini…..

  33. Mimmo Colangelo ha scritto:

    FECCIA UMANA

  34. Bruno Papallo ha scritto:

    Finalmente sono state aperte le case di tolleranza!!!!!!!!!!!!

  35. Guglielmino Ristori ha scritto:

    Che altri possano avere delle colpe non giustifica le sue; piantatela di difenderlo con queste ridicole giustificazioni!

  36. Eugenio Policriti ha scritto:

    che berlusconi si scopa a rubi o ci cazzo gliela da’ a noi italiani non ci dovrebe fregare un cazzo agiustassero e si occupassero di cose piu’ inportanti come il lavoro la crescita del nostro paese gente che muore di fame

  37. Guglielmino Ristori ha scritto:

    Egr.Paola, risposta serena e, soprattutto, sobria, ammetterai però che il tuo difeso di sobrietà, in certa cose, ne ha avuta così poca da essersi cacciato in un guaio decisamente esecrabile!

  38. Paola Ammannati ha scritto:

    Gentile Signor Gugliermino con altrettanta serenità le rispondo che la vita privata di qualsiasi persona non mi riguarda, ( come mai ho commentato scelte private di esponenti della sinistra) i miei commenti sono sull’innegabile accanimento giudiziario su Berlusconi dal 94 a oggi, stranamente dopo “mani pulite ” tutti i partiti meno uno si erano disfatti, la vittoria di questo unico era data per certa….. ma ……. e da allora la tempesta giudiziaria ebbe inizio. Questo assolutamente non mi sta bene perchè vorrei veramente credere in una magistratura e in giudici imparziali. Detto questo io rispetto tutte le idee, ma educazione vorrebbe che si rispettassero le mie

Lascia un commento