•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 22 novembre, 2013

articolo scritto da:

Rimborsi elettorali, spese pazze in Piemonte ed Emilia Romagna

cota piemonte

Rimborsi elettorali, spese pazze in Piemonte ed Emilia Romagna

“Non ho mai fatto cene e festini in maschera, come è avvenuto altrove. Non ne avrei avuto il tempo e non è assolutamente nella mia indole di uomo e padre di famiglia”. Si difende con una lettera inviata ai giornali il presidente della Regione PiemonteRoberto Cota. Il governatore è finito nel tritacarne mediatico per alcune spese “pazze” pagate con i rimborsi elettorali. “Mi contestano spese per 800 euro al mese per tre anni, ma io sono un presidente leale”, scrive Cota. “Non mi trovavo in quel posto in quel giorno”, ripete Cota a chi gli contesta gli scontrini battuti in autogrill. Le sue telefonate, invece, come riporta La Repubblica, lo incastrano.

IL DATABASE IN MANO ALLA PROCURA – A smentire le dichiarazioni del governatore leghista sono alcune telefonate fatte e ricevute dai consiglieri indagati. Nella “lista della spesa” figura di tutto: da rimborsi per cene al ristorante e fast food, videogame, cravatte, sostituzioni di pneumatici, biglietti per partite e molto altro. Secondo La Stampa dentro ci sarebbe anche una trasferta a Roma pagata 13 mila euro per assistere ad un convegno nazionale del Pdl nel 2011. Protagonista della trasferta, il consigliere Angiolino Mastrullo che però respinge le accuse: “La trasferta fallì e per scongiurare un contenzioso ancora più gravoso per la Regione con la ditta del bus, pagammo quanto pattuito”.

SCANDALO ANCHE A BOLOGNA – Non solo il Piemonte è coinvolto nelle “spese pazze”. Anche l’Emilia Romagna è al centro di una bufera mediatica per l’utilizzo di una limousine, costata 900 euro e messa tra i rimborsi del gruppo Pd romagnolo. La spesa si riferisce ad un viaggio da Napoli ad Amalfi a fine luglio 2011 ed è finita nei rendiconti dei gruppi dell’Assemblea legislativa , esaminati dalla Guardia di Finanza che indaga per peculato su delega della Procura di Bologna.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

32 comments
Gastone Losio
Gastone Losio

Tutti a casa non un minuto di più www.losio.com (ecco perché vogliono eliminare le province!) Facciamo subito l'Europa delle Province, o Patrie Singolari come le chiamava Cattaneo. *** 1.Stato Nazionale Sovrano e 2. Regioni, da cancellare al più presto, con tutto quello che comporta a livello di riduzione costi della struttura e delle infrastutture. Una vera rivoluzione copernicana, con il cittadino Sovrano al vertice della piramide decisionale generale, e con i Sindaci in carica di Executive Manager del Cittadino, dal dettaglio della strada davanti a casa sua ai rumori del vicino... fino alla decisone sull'impiego di risorse europee per la scolarizzazione dei bambini delle scuole primarie di Zanzibar o l'acquisto di cacciabombardieri per l'esercito europeo unificato. Il sindaco del capoluogo, in funzione di "Camerlengo", coordinato strettamente con i suoi colleghi della Patria Singolare / Provincia, coopterà uno di loro o una personalità civica eminente della nazione, come il Governatore della nuova unità dello Stato Unitario Continentale Europeo, ovvero Executive Vice President del Presidente degli Stati Uniti d'Europa eletto direttamente dal cittadino con il Parlamento dei Rappresentanti (Camera Bassa) e il Parlamento delle Patrie SIngolari (Camera Alta). *** Sostenete www.losio.com

Nicola Berardi
Nicola Berardi

Roberto Moccia, il qualunquismo è alla base di tutti gli errori: saper distinguere le cose significa saperle comprendere; fare di tutta l'erba un fascio significa non conoscere i fatti. O non avere voglia di conoscerli, che forse è peggio.

Alf Manc
Alf Manc

solo disonesti...troviamo uno onesto?....

Pietro Favaro
Pietro Favaro

io non sono un tecnico in fisiognomica, ma il "muso" del Sig. Roberto, dopo averlo fissato per qualche secondo, non mi dà l'aria di essere un "essere" molto senziente, anzi tutt'altro, mi viene proprio da paragonarlo all'uomo di neanderthal, figuriamoci un tale "essere" che nel 3° millennio ricopre la carica di PRES. di una regione, forse la più importante d'Italia ...

Pietro Favaro
Pietro Favaro

... si attaccano a tutto, anche agli scontrini fiscali che trovano per la strada ...

Irma Dimichele
Irma Dimichele

Che dire? Dopo lo slogan di Roma ladrona c'e da dire : leghisti ladroni ! Avete partecipato alla distruzione dell'Italia, fate schifo!

Piero Nanni
Piero Nanni

un leghista con la "balle" d'acciaio .................

Ciro Pocobello
Ciro Pocobello

tanto mica sono soldi loro , tutti piangono il morto è fottono il vivo.

Nicola Berardi
Nicola Berardi

"Siete" chi? E poi io mi baso sui dati della magistratura, non sulle parole al vento, Tonio: nell'indagine per i rimborsi in Regione Piemonte, non sono coinvolti Pd e M5S, che problema c'è?

Tonio Pino
Tonio Pino

ma se siete coinvolti anche nelle frazioni di 100 anime

Mario Lanza
Mario Lanza

Eppure ci sara' ancora qualche avvinazzato che continuera' a votar lega.

Giuseppe Perdichizzi
Giuseppe Perdichizzi

Abbiate pietà dell'Italia e degli Italiani,la vergogna è davvero infinita e sempre più insopportabile.LADRI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Franca Bevacqua
Franca Bevacqua

Sono tutti uguali .... ,e non potranno dire ROMA LADRONA perché hanno fatto di tutto ...

Nicola Berardi
Nicola Berardi

Evitiamo di aumentare l'odio GENERALIZZATO verso la politica: in Piemonte il M5S e il PD non sono coinvolti.

Lidia Cosentino
Lidia Cosentino

Hanno distrutto un paese con la loro ingordigia, possono essere soddisfatti. Non si salva nessuno!!

Maria Luisa Da Re
Maria Luisa Da Re

Ma basta! E' nauseante continuare a sentire le solite scorpacciate!