•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 25 novembre, 2013

articolo scritto da:

Brunetta esorta Alfano: “Vieni in piazza con noi”

Guerra tra Forza Italia e Nuovo Centrodestra

Brunetta esorta Alfano: “Vieni in piazza con noi” – Quasi a voler ricucire lo strappo politico ed affettivo, Renato Brunetta, presidente del gruppo parlamentare alla Camera di Forza Italia, incita l’ex collega di partito, Angelino Alfano, a partecipare alla manifestazione di sostegno a Berlusconi e contro la decadenza dell’ex premier, in programma mercoledì 27.

“Forza amico Alfano”, scrive l’ex ministro della pubblica amministrazione su Il Giornale, “vieni mercoledì, ti coinvolgo come presidente dei deputati di Forza Italia. Il tuo affetto a Berlusconi al di là delle dichiarazioni senz’altro sincere ma retoriche diventerà atto politico partecipando alla manifestazione di solidarietà e di protesta contro la ferita alla democrazia e al diritto che si compirà con la decadenza”. Già, perché di affetto nei confronti dell’attuale titolare del Viminale l’ex presidente del consiglio non ne ha mai fatto mistero. Sconsolato, il giorno della scissione e nascita di Ncd, Berlusconi mogio non ha detto altro a giornalisti e televisioni che un “ci sono rimasto male per Angelino. Era come un figlio”. Un epilogo totalmente diverso da quello, consumato più di tre anni fa, con Gianfranco Fini.

Guerra tra Forza Italia e Nuovo Centrodestra

Angelino Alfano e Renato Brunetta

Ma il centro della discussione è sempre la decadenza di Silvio Berlusconi. Brunetta conclude la lettera aperta: “e siccome sei convinto come noi della inapplicabilità retroattiva della legge Severino, chiedi sin da domani in Consiglio dei ministri un decreto legislativo di interpretazione autentica della norma, la delega è aperta sino a fine mese”. Il Ministro dell’Interno, dal canto suo, chiarisce: “nonostante il rapporto personale ed all’interno della coalizione continui, non partecipiamo alla manifestazione. Guardiamo al futuro e non siamo coinvolti”. Alfano, intervistato da Massimo Gilletti a L’Arena, ha sottolineato che è stato proprio il giudizio sul 27 novembre (la decadenza, ndr) a dividere i due dallo stesso partito: “è il giudizio sulla tenuta del governo dopo la decadenza e anche la visione, con il prevalere di una linea estremista nel partito” ha affermato Alfano. E, nonostante si sia schierato pro grazia, attraverso un endorsement: “un uomo con la carriera e la biografia di Berlusconi meriterebbe non i servizi sociali ma di ricevere la grazia”, ha aggiunto che “gli interessi del Paese dopo l’egoismo di partito. C’è accanto a Berlusconi chi lo spinge in una direzione estrema”. Possibile che stia parlando proprio del mittente. Di Brunetta.

Daniele Errera


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

11 comments
Ciro Pocobello
Ciro Pocobello

ma quali campanelli , il campanello c'è lo davano in testa.

Fabio Todisco
Fabio Todisco

Alfano differenziati tanto insieme prenderete piu voti in coalizione

Maria Grazia Moscatelli
Maria Grazia Moscatelli

Dai che poi facciamo un giro a suonare i campanelli.......lo facevo da ragazzio........gia' non e' che sia cresciuto molto!!!!!!

Francesco Emme
Francesco Emme

"Vieni a pescare con noi, ci manca il verme!" si diceva nelle manifestazioni...