•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 26 novembre, 2013

articolo scritto da:

Grande Colombia, la rivoluzione pioneristica di Bolívar e Sucre

guerra

Dopo la vittoria di Boyacá (7 agosto 1819), il generale venezuelano Simón Bolívar liberò la Colombia dal dominio spagnolo ed ebbero inizio le guerre d’indipendenza decisive in America meridionale. Nel dicembre 1819, Bolívar creò la Grande Colombia, una federazione che comprendeva gli attuali territori di Venezuela, Colombia, Panamá, ed Ecuador, e si proclamò presidente.

In seguito, nel giugno 1820, il generale spagnolo Pablo Morillo, noto anche come El Pacificador, avviò i negoziati con il generale venezuelano e i suoi seguaci: il 26 novembre dello stesso anno, a Santa Ana de Trujillo, Bolívar e Morillo s’incontrarono finalmente per firmare l’armistizio e il trattato di “regolamentazione della guerra”, che metteva fine alla guerra “combattuta fino alla morte” fra gli indipendentisti e i realisti.

Questo trattato è ancora oggi considerato come il precursore del diritto internazionale umanitario in Occidente. Il testo fu redatto dal generale venezuelano Antonio José de Sucre, conosciuto anche come Gran Mariscal de Ayacucho, e considerato come uno dei più leali uomini di Bolívar.

Ritratto di Simon Bolivar

Ritratto di Simon Bolivar

Il testo fu definito da Bolívar “el más bello monumento a la piedad aplicada a la guerra” e, inoltre, egli era fortemente interessato alla sua ratifica, poiché la Grande Colombia era riconosciuta come nazione belligerante e la rivoluzione ridefinita conseguentemente come una vera e propria guerra internazionale fra Stati sovrani, sebbene per le sue caratteristiche rimanesse comunque una vera e propria guerra civile.

Tuttavia, l’armistizio durò appena sei mesi e, nel frattempo, entrambi gli eserciti in conflitto mantennero le rispettive posizioni occupate fino al momento della firma dello stesso trattato, che così recitava: “D’ora in poi fare la guerra tra la Spagna e la Colombia sarà condotta come fanno le persone civili”.

E sebbene siano trascorsi quasi 200 anni da quando furono scritte queste parole, tutt’oggi il “diritto di guerra” non è sempre rispettato, e ciò ha facilitato anche il compimento di moltissimi crimini contro le popolazioni civili.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da: