•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 4 dicembre, 2013

articolo scritto da:

Sondaggio Tecné sulle Primarie PD: Renzi “tifa” per un’alta partecipazione, ma la previsione del numero di votanti si restringe

primarie pd

Sondaggio Tecné sulle Primarie PD: Renzi “tifa” per un’alta partecipazione, ma la previsione del numero di votanti si restringe

A pochi giorni dalle primarie per l’elezione del nuovo Segretario del Partito Democratico, viene diffuso da Tgcom24 un nuovo sondaggio sull’argomento realizzato dall’istituto Tecné. Dai risultati del sondaggio non arrivano buone notizie per il PD sul fronte della partecipazione: considerando coloro che hanno risposto “sicuramente sì” o “molto probabilmente sì” alla domanda sull’intenzione di votare alle primarie PD, la stima del numero di persone che si recheranno ai seggi è infatti di circa 1 milione e 300 mila, ben 600 mila persone in meno rispetto alla rilevazione precedente. Considerando coloro che si dichiarano meno sicuri ma che comunque prendono in considerazione l’idea di votare l’8 dicembre, si aggiunge un altro milione e 200 mila elettori per un totale, nella più ottimistica delle ipotesi, di due milioni e mezzo di potenziali votanti (700 mila in meno rispetto alla previsione della scorsa settimana). In ogni caso una cifra inferiore rispetto alle ultime analoghe elezioni primarie del 2009 quando parteciparono 3 milioni e 100 mila elettori.

 primarie pd

Rivolgendo l’attenzione alle intenzioni di voto ai tre candidati, Tecné ci presenta risultati differenti a seconda della partecipazione al voto. La vittoria di Matteo Renzi non è messa in discussione in nessun caso, ma dai dati emerge come all’aumentare dei votanti il consenso percentuale del Sindaco di Firenze aumenti passando da un dato attorno alla soglia del 50% in caso di partecipazione vicina al milione fino a percentuali che garantirebbero a Renzi una vittoria più netta (ma comunque inferiori al 60%) se si andasse oltre i due milioni di votanti. Accade l’inverso sia per Gianni Cuperlo che per Pippo Civati: all’aumentare della partecipazione il consenso percentuale di entrambi diminuisce, con un risultato per l’ultimo segretario della Fgci fra il 38% e il 30%, mentre per Civati si va da un massimo di circa il 10% con una bassa partecipazione ad un minimo 5% con il massimo numero di votanti previsto.

primarie pd

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

15 Commenti

  1. Lucio Bufo ha scritto:

    certo che tanta gente non ha proprio un cazzo da fare che seguire, e fare, sondaggi a tutto spiano …. ma smettetela!

  2. Giuseppe Distefano ha scritto:

    un bel flop! D’altronde, anche il PD ha i medesimi mali degli altri partiti!

  3. Danio Aloisi ha scritto:

    se ci andrò voterò Civati.

  4. Mario Bianchi ha scritto:

    speriamo votino per Civati, cosi renzi la in c–o due volte !!

  5. Bruno Bonandin Fotostudio ha scritto:

    l’itaGLI-ANO ha finalmente ritrovato il Berlusconi, il craxi e l’andreotti che era stato sottratto dalla magistratura cattiva!!! t.d.c

  6. Bruno Bonandin Fotostudio ha scritto:

    vada e convinca altri a farlo. io odio i partiti ma questo paese un’altro berlusconi nn se lo può permettere!

  7. Glam Parrucchieri ha scritto:

    perchè dovrei partecipare a delle primarie manipolate dalle tessere?

  8. Marco Ti ha scritto:

    Ma fanculo quell’imbecille di Renzi. Quanti politici abbiamo effettivamente specializzati e preparati in politica? Quanti laureati in scienze politiche di questi?Diamo un occupazione a chi dovrebbe,ristabiliamo un governo dalla base,mano dopo mano,con un ricambio politico a turnover frequente.Sono 50 anni di truffe e ladrocini e noi ancora a testa bassa,ma dico io,possibile che tutti parlano ma non si arriva mai a nulla? Volete una repubblica extraparlamentare con il berlusca che continua a giocare da fuori (che a mio modesto parere è solo un burattino,come Renzi e tutta l’allegra combriccola) Oppure volete difendere i vostri diritti? mavvà

  9. Stefano Zappa ha scritto:

    votare e sperare in una vittoria di civati alle primarie significa consegnare di nuovo l italia a berlusconi…..complimenti

  10. Danio Aloisi ha scritto:

    non votare per avere un berlusconi di sinistra è peggio.

  11. Stefano Zappa ha scritto:

    mettere sullo stesso piano berl a renzi significa 2 cose: o non t informi o sei in malafede D

  12. Danio Aloisi ha scritto:

    Caro Stefano mi informo su Renzi, questo è il problema e proprio da ciò la mia convinzione di non votarlo nè alle primarie nè alle eventuali secondarie.

  13. Stefano Zappa ha scritto:

    eh vabbè si andrebbe troppo per le lunghe…..cmq bisogna cercare di fare lo sforzo di guardare in faccia la realtà e abbandonare posizioni ideologiche…dannose ma soprattutto conservatrici

  14. Francesco E Basta ha scritto:

    il migliore è civati, ma il partito vuole cuperlo.. e alla fine sarà lui il vincitore!! renzi lo voti forza italia

  15. MaurizioChiocchetti ha scritto:

    Ricordo che nel 2008 il PD prese 12 milioni di voti. Alle primarie del PD del 2009 parteciparono 3,1 milioni di elettori. Ricordo che alle ultime politiche il PD ha avuto meno di 9 milioni di consensi. La stessa percentuale di partecipanti ci porterebbe oggi a 2.200.000 partecipanti alle primarie dell’8 dicembre. Con la crisi della politica e un candidato dato per supervincitore è probabile che non si arrivi a quelle cifra. Comunque un ottimo risultato e una buonissima partecipazione.

Lascia un commento