•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 13 dicembre, 2013

articolo scritto da:

L’allarme della Cgil: un pensionato su due fatica ad arrivare alla fine del mese

Quasi un pensionato su due fatica ad arrivare alla fine del mese: un problema per il 46,2% che si ritrova così costretto a rimandare pagamenti, ad intaccare i risparmi, a chiedere prestiti e aiuti ad altri. È quanto emerge da una analisi realizzata dallo Spi-Cgil in collaborazione con Ipsos su consumi e potere d’acquisto dei pensionati. Al contrario il 24,3% ce la fa “senza troppi problemi” ma spendendo quasi tutta la pensione, mentre il 29,5% ci arriva “senza alcun problema” e riesce anche a risparmiare qualcosa.

Il 37% è arrivato a ridurre i consumi dei prodotti alimentari e per la casa, negli ultimi due anni, tra chi ha tagliato molto (8%) e chi poco (29%) su questi acquisti. Una contrazione ben più evidente rispetto al resto della popolazione che ha detto di aver tagliato su questo capitolo di spesa, il 29%. Quello a cui i pensionati hanno rinunciato maggiormente è lo svago. Il 60% ha infatti ridotto viaggi e vacanze, il 59% ristoranti, pizzerie e bar, il 48% cinema, teatro e concerti. Ma in tempi di crisi anche l’acquisto di un vestito nuovo può aspettare e così il 53% dei pensionati ha deciso di ridurre le spese in vestiario, abbigliamento e accessori. Significativo il caso delle spese per giochi e lotterie: anche in questo caso infatti c’è un calo (per il 24%) ma il 76% dei pensionati ha deciso di non rinunciarvi, sperando magari di risollevare in questo modo le proprie sorti

Il 28,4% ha ridotto “abbastanza” i propri consumi e anche qualcuno importante; il 31,4% ha tolto solo il superfluo. Sopravvive dignitosamente solo il 20,4% dei pensionati, che “non ha ridotto in misura significativa” le proprie spese. Per quanto in evidente difficoltà, i pensionati continuano comunque a svolgere un ruolo strategico nella famiglia, in particolare verso figli e nipoti che hanno perso il posto di lavoro o che non riescono a trovarlo: il 42,6% infatti sostiene economicamente, magari anche solo ogni tanto, i propri familiari.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

articolo scritto da:

8 Commenti

  1. Paolo Pucciarelli ha scritto:

    la cgil deve pensare che non esistono solo i pensionati…..e che se i ragazzi non lavorano,le pensioni non le puoi pagare.

  2. Raffaele Bertino ha scritto:

    È da 10 anni che sentiamo la stessa musica e voi continuate a prendervi la quota mensile dei poveri cristi perché vi frega in c… della povera gente

  3. Manfredi Emmanuele Pizzigallo ha scritto:

    ma come puo’ pensare ai ragazzi se il 70% dei suoi iscritti e’ gia’ pensionato……………che poi ho sempre seri dubbi su queste inchieste……….dico solo che secondo le stime UFFICIALI dell’Inps ogni pensionato ha in media 1,7 trattamenti pensionistici, mentre le indagine dei sindacati si basano solo sulla pensione in genere…..

  4. Francesca Vendramin ha scritto:

    Io so che la mia generazione non avrà mai la pensione

  5. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Ma dpvremmo ancora credere a queste stupidaggini inventate da quella “Contone”?

  6. Paolo Pucciarelli ha scritto:

    La mia era una critica da sinistra alla cgil,il limiite grosso di questo sindacato di oggi.Ossia di pensare solo ed esclusivamente a chi è iscritto Lavoratore a Tempo Indeterminato (privato e pubblico) e Pensionato.

  7. Guido Zaccaro ha scritto:

    Un pensionato che nel 2.000 percepiva un milione al mese …si ritrova oggi con 560..eur….chi non ne percepiva neanche un milione (tanti..troppi)…possiamo immaginare in che stato si trova….in aumento pensionati scoperti a rubare nei market….una nazione che non tutela “i vecchi”…di fatto è uno stato nemico. ..

  8. Riccardo Bottegal ha scritto:

    eppure l’italia ha la maggior spesa pensionistica, in rapporto al pil, d’europa

Lascia un commento