•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 21 dicembre, 2013

articolo scritto da:

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, Renzi e l’economia

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, proposte economiche di Renzi.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, Renzi e l’economia

L’ultimo sondaggio condotto da Demopolis per Ottoemezzo chiede agli Italiani che cosa si aspettano dal neo segretario PD Matteo Renzi in materia di economia, anche valutando alcune proposte che vengono dal nuovo responsabile economico del PD Filippo Taddei.

Si parte però dalla grande sfiducia che hanno gli Italiani nelle possibilità che si aprono nel nuovo anno: secondo la maggior parte degli intervistati da Demopolis la ripresa economica non inizierà nel 2014, mentre solo uno su quattro è ottimista ed il 21% non risponde. Regna il pessimismo anche per quanto riguarda l’occupazione: il 67% pensa che non ci saranno maggiori possibilità lavorative nel prossimo anno.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, ripresa economica nel 2014.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, ripresa economica nel 2014.

In questo scenario, alcune proposte del nuovo segretario sono fortemente apprezzate dagli elettori Italiani, in particolare quelle riguardanti le spese dello Stato: l’80% apprezza l’accelerazione sul taglio ai costi della politica, al cui riguardo Renzi ha promesso in campagna elettorale di abolire il Senato e le Province, ma è fortemente apprezzata anche la promessa di intervento per razionalizzare maggiormente la spesa pubblica (71%). Il 56% apprezza poi le privatizzazione proposte da Renzi, in particolare con la cessione di quote di società quali Poste, Enel ecc. ancora in larga parte mantenute dallo Stato.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, proposte economiche di Renzi.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, proposte economiche di Renzi.

Con il giovane Filippo Taddei entrato nella squadra di Renzi come responsabile economico, Demopolis ha poi chiesto agli Italiani come giudicano una proposta fatta dal Renziano tre anni fa, alla Leopolda del 2010, che prevedeva un incremento delle tasse sulle proprietà immobiliari per ridurre le tasse sul lavoro ed allargare il sussidio di disoccupazione ai lavoratori precari. La maggior parte degli intervistati è d’accordo con la proposta di Taddei, ma una forte minoranza del 40% le va invece contro.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, proposta di Taddei per tutelare i disoccupati.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, proposta di Taddei per tutelare i disoccupati.

Le cose vanno peggio per un altro intervento promosso da Taddei riguardante la reintroduzione dell’Imu sulla prima casa per ridurre le tasse sul lavoro a chi guadagna meno di 30 mila euro l’anno. Il 43% pensa sia una buona idea utile per avere più soldi in busta paga, ma il 49% non metterebbe mano al portafoglio e preferirebbe non pagare l’Imu. È da sottolineare che tra gli elettori PD è significativamente maggiore la quota di cittadini che reintrodurrebbe l’Imu per utilizzarla in questo senso, con il 54% a favore della proposta di Taddei.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, proposta di Taddei per abbassare le tasse sul lavoro.

Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, proposta di Taddei per abbassare le tasse sul lavoro.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. Pingback: Sondaggio Demopolis per Ottoemezzo, Renzi e l’economia | News Novità Notizie Trita Web

  2. Angelo Caramazza ha scritto:

    forse perchè realisti

  3. Franco Ramassotto ha scritto:

    uesti sondaggi sono tutte cazzata….quel che conta che in tre milioni abbiamo sottoscrito, pagando, la volontà di cambiare

  4. Gaetano Fano ha scritto:

    Ci vogliono i sondaggi per prevedere che il 2014 sarà un anno peggiore? Sarà soltanto un anno di maggiore recessione e di maggiore impoverimento del ceto medio con tutti i balzelli che continuano a propinar ci con buona pace di quei tre milioni che hanno anche pagato per votare il nuovo vecchio.

Lascia un commento