•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 31 dicembre, 2013

articolo scritto da:

Pubblicato il dl Milleproroghe

milleproroghe salva berlusconi

Pubblicato il dl Milleproroghe. Patroni Griffi lo spezzetta in due diversi decreti

“Disposizioni di carattere finanziario indifferibili finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti ed opere pubbliche nonché a consentire interventi in favore di popolazioni colpite da calamità naturali” e “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative”: sono questi i nomi dei due decreti legge che insieme costituiscono il decreto Milleproroghe. Ad autorizzare la presentazione è il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in persona. Approvato il 27 dicembre, la data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è quella di ieri, lunedì 30 dicembre.

Il primo testo riguarderà misure urgenti, il secondo le proroghe. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Filippo Patroni Griffi, si è interessato personalmente al frazionamento del dl, per la prima volta spacchettato, al fine di garantire un’organicità di fondo e di evitare le esitazioni di Napolitano circa il decreto ‘Salva Roma’, bocciato lo scorso 24 novembre.

Nel decreto legge saltano le norme circa le accise su tabacchi e alla tassa di sbarco sulle isole minori (per un massimo di 2,50 euro), mentre si introducono alcune agevolazioni per i residenti dei comuni colpiti dall’alluvione autunnale in Sardegna: breve sospensione per il pagamento delle tasse e finanziamento senza interesse garantito dallo Stato.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento