•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 2 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Cancellieri: a gennaio il reato di omicidio stradale

annamaria cancellieri

Cancellieri: a gennaio il reato di omicidio stradale

E’ il primo gennaio quando il Ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri, dichiara di aver intenzione di portare “entro gennaio, in Consiglio dei Ministri, un pacchetto di norme che conterrà anche l’introduzione del reato di omicidio stradale”. Questa importante idea di modifica del codice arriva poche ore dopo l’ennesimo incidente stradale causato da un pirata, e il bilancio è agghiacciante: due donne morte.

Il reato in questione, la sua introduzione nel codice, è un impegno preso dalla classe politica ormai da molti anni. E’ certo, però, che negli ultimi tempi è tornato prepotentemente alla ribalta: già il vice premier e titolare del Viminale, Angelino Alfano, aveva annunciato, due mesi fa, la nascita di un gruppo di lavoro interministeriale Interno – Infrastrutture per studiare dettagliatamente la questione. Aveva, poi, fatto eco al leader di Nuovo Centrodestra il sottosegretario alle Infrastrutture, Erasmo De Angelis, sottolineando la maggiore attenzione del governo nei confronti di pedoni e ciclisti. Impegno recentemente ribadito dallo stesso sottosegretario grazie ad un cinguettio su Twitter: “lavoriamo per un forte inasprimento pene per omicidio stradale”.

omicidio stradale

L’obiettivo, per l’ex Ministro dell’Interno, è quello di punire “gli autori di questi reati, che sono gravi, per fare in modo che le vittime abbiano la giustizia che meritano”. Interpellata telefonicamente dal Tg5, continua affermando che “spesso, infatti, le famiglie delle vittime si sentono offese nel loro dolore perché non hanno i riscontri che meriterebbero”. Plauso da parte del Partito Democratico che, attraverso il deputato Edoardo Patriarca, fa sapere come sia “positivo che il ministro Cancellieri pensi al reato di omicidio stradale. Non sia però solo un annuncio”.

Di fatto gli episodi di pirateria stradale sono sempre elevatissimi: l’Associazione sostenitori Polstrada, l’Aspas, sostiene che tra gennaio e novembre dell’anno appena passato sono stati constatati 902 eventi gravi di pirateria corrispondenti a 105 morti e 1.089 feriti.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

28 Commenti

  1. Mario Spinelli ha scritto:

    Ma che bisogno c’è di inventarsi un nuovo reato? Non bastava semplicemente omicidio? Magari omicidio colposo….

  2. Alessandra Zaccari ha scritto:

    da anni se ne parla, ci si gira sempre attorno, ma niente non lo si vuol davvero introdurre. Siamo certi che sta volta lo faranno sul serio? Ho seri motivi per dubitare, specie con questi ministri e soprattutto con questo contraddittorio governo.

  3. Nicola Cuciniello ha scritto:

    PENSAVO CHE ANNUNCIASSE CHE SI TOGLIESSE DAI COGLIONI!!!

  4. Fabio Todisco ha scritto:

    non serve, non ha senso…… non ho nemmeno l’auto

  5. Giorgio Graffieti ha scritto:

    Grillo non sarà d’accordo… 😉

  6. Sandro Styv Mesto ha scritto:

    ma buttati tu sotto un auto ladra

  7. Enrico Villari ha scritto:

    se non tocco non ci credo come S. Tommaso…..

  8. Alfredo Bartolini ha scritto:

    …togliere anche il reato doloso e sostituirlo con colpa o colpa grave!

  9. Alfredo Bartolini ha scritto:

    ….così potrebbe funzionare meglio anche la pubblica amministrazione.

  10. Assunta Rullino ha scritto:

    e forse sara’ l’unica cosa decente che avrai fatto nella tua vita

  11. Franco Baldussi ha scritto:

    Ma no, è una cretinata fatta solo per “seguire la folla”. Il reato di omicidio è già perfettamente delineato dalla legislazione vigente. Non si sentiva proprio la necessità di una nuova caratterizzazione.

  12. Alan Ford ha scritto:

    non sarebbe meglio far funzionare le norme che già esistono, eliminando ad esempio la possibilità di poter liberare l’omicida dopo 5 minuti, mettendo l’arresto obbligatorio anche non in flagranza in particolare per chi risultasse sotto effetto di sostanze stupefacenti…

  13. Alan Ford ha scritto:

    e farebbe bene, le norme già esistono, bisognerebbe solo renderle certe, eliminare la possibilità di liberare l’omicida prima del processo, processarlo per direttissima, mettere l’arresto obbligatorio e non facoltativo anche non in flagranza… questa del ministro mi sembra solo uno zuccherino assurdo al popolino, che sicuramente apprezzerà.

  14. Giorgio Graffieti ha scritto:

    cioè Grillo dovrebbe andare in galera?

  15. Giovanni Foresti ha scritto:

    Essere positivi al thc non significa essere sotto l’effetto della sostanza perchè il thc della canapa permane nel corpo molti giorni in più delle poche ore del suo effetto mentre, con l’alcol, che non si capisce perché venga citato distintamente come se non fosse un droga, è sufficiente aver bevuto poco. Quindi, visto che si fa sul serio, bisogna rivedere i parametri per stabilire le vere capacità psico-fisiche dell’automobilista. Ma questo deve valere per tutti: anziani, portatori di handicap, assuntori di farmaci. Dovrebbe esistere un elenco di farmaci e di patologie incompatibili con la guida. Poi ci sono le centinaia di nuove droghe chimiche irrintracciabili nell’organismo. Inoltre, come avviene per i motorini, non dovrebbero essere omologati mezzi in grado di viaggiare a velocità superiori a quelle consentite: 130 Km/h. Mi chiedo ancora se non è grave reato mettersi alla guida con la sonnolenza della digestione. Ma anche stati d’animo di ira o di innamoramento possono essere pericolosi quando si guida. A chi non è capitato di dover guidare con un forte mal di testa o con la febbre? Un epilettico o un diabetico, può avere la patente? Avendo la fortuna di avere una vista buona, mi chiedo se c’è da fidarsi di chi guida con gli occhiali. Insomma, di lavoro per la sicurezza stradale se ne dovrebbe fare tanto così si che le cose cambierebbero. Invece, come sempre, si colpisce a casaccio e non si risolve il problema. Rabbrividisco a pensare che degli esseri umani alimentati da un cuore che da un momento all’altro può fermarsi, possano guidare delle automobili a motore. Siamo davvero tutti pazzi!

  16. Francesco E Basta ha scritto:

    dai infilateci dentro qualche porcata sperando che nessuno se ne accorga!!

  17. Filippo Cicognani ha scritto:

    Finchè Ligresti non è responsabile di un’incidente !!

  18. Paolo Fini ha scritto:

    Come se uno salisse in macchina ogni volta con l’intento di accoppare qualcuno. Un altra bella riforma per rimpinguare le casse dell’erario, in linea con il codice stradale fonte infinita di entrate per lo stato.

  19. Guido Fawkes ha scritto:

    E perché dovrebbe andare in galera? Ma perché venite a commentare quando siete ubriachi? Dai, un po’ di dignità

  20. Oreste Picari ha scritto:

    Se uno sale in macchina senza patente o drogato o ubriaco o va a velocità esagerate è un potenziale omicida… come andare in giro con una pistola col colpo in canna e senza sicura…..
    Ps rimane il giudizio negativo sul ministro che chiama per una sua amica…

  21. Giulio Energon Vazzoler ha scritto:

    Giuridicamente una stronzata

  22. Giorgio Graffieti ha scritto:

    guarda che io sono quasi astemio eh… la mia osservazione credo sia pertinente, visto che si invoca il carcere per i colpevoli di “omicidio stradale”… 😉

  23. Matteo De Petrillo ha scritto:

    MAVAFFANCULO!!! con tuti i problemi che ci sono nel nostro paese, degli stronzi che non pagano le tasse o dei mafiosi, o delle persone che si suicidano per disperazione, ci mettiamo a punire chi si fa le canne… che se avessimo legalizzato la cannabis all”inizio della crisi a questora avevamo finito di ripagare il debito pubblico…
    poi dici perche li mandi a fanculo!

  24. Luisa Bacocchia ha scritto:

    basta che non sono i tuoi amici

  25. Luisa Bacocchia ha scritto:

    per i tuoi amici ci sarai sempre

  26. Guido Fawkes ha scritto:

    Non avrà mai toccato alcolici, però ho il sospetto che lei non abbia mai toccato neanche un testo di diritto. Nello specifico il codice penale, articolo 2 comma 1: “Nessuno può essere punito per un fatto che, secondo la legge del tempo in cui fu commesso, non costituiva reato”.
    Quindi, anche se si introducesse una norma che punisce i colpevoli di omicidio stradale…

  27. Giorgio Graffieti ha scritto:

    Guarda che Facebook non è mica un tribunale o un forum per avvocati… Io ho semplicemente detto che forse Grillo non sarà d’accordo con l’introduzione del reato di omicidio stradale, come taluni suoi sostenitori forse evocano, e la ragione sta in un conflitto d’interesse 😉

  28. Alessio Graziani ha scritto:

    Aaa cancellieri ma vaffanculoo tu e sti omicidi…pensate a rubà meno soldi porco de dio cosi la gente mette la capoccia a posto

Lascia un commento