•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 4 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Monti scrive al Corriere: “Abbiamo evitato il default, Letta continui su questa strada”

Monti

Lungo intervento sul Corriere della Sera, sotto forma di lettera al direttore, dell’ex Presidente del Consiglio Mario Monti, che, partendo dalla notizia del calo dello spread al di sotto dei 200 punti, ripercorre per sommi capi gli avvenimenti politici ed economici degli ultimi due anni.

Il senatore a vita mette subito l’accento su quanto lo spread sia calato dal giorno del suo insediamento a Palazzo Chigi (16 novembre 2011) ad oggi: dai 574 punti di allora ai 197 dell’altro ieri. La picchiata del differenziale btp/bund, secondo Monti, è merito degli ultimi due governi, che si sono mossi in continuità. A questo proposito, Monti scrive: “Pur operando in condizioni economico-finanziarie sensibilmente diverse e perciò con priorità in parte differenti, credo di poter dire che i due governi si sono ispirati a una stessa linea per quanto riguarda il comportamento dell’Italia nella complessa situazione dell’eurozona”.

Monti ribadisce come il suo governo e poi quello guidato da Enrico Letta abbiano “evitato il default e stabilizzato la finanza pubblica italiana” e bacchetta coloro che “per affermare le proprie posizioni al tavolo europeo dicono di sbattere i pugni” e che si chiedono “se dopo tutto non sia meglio violare impegni europei che l’Italia ha sottoscritto”. “Non si rendono conto costoro – continua il fondatore di Scelta Civica – che la linea coerente di due governi ha notevolmente accresciuto in Europa l’ascolto per le esigenze italiane; la disponibilità della Commissione a far beneficiare pienamente l’Italia dei margini di flessibilità; infine, ed è l’aspetto più importante, l’influenza dell’Italia al tavolo del Consiglio europeo dove sono prese le decisioni strategiche”.

Monti

Monti passa poi ad analizzare i discussi rapporti avuti con la Germania e Angela Merkel, rivendicando ogni aspetto del suo operato, a cominciare dal Consiglio europeo del 28-29 giugno 2012, durante il quale l’Italia “riuscì, anche grazie a un’alleanza tattica con Francia e Spagna, a convincere tutti gli Stati dell’eurozona, alla fine anche la Germania, a dichiarare la necessità di interventi di stabilizzazione dei mercati dei titoli di Stato, a certe condizioni e limitatamente ai Paesi in linea con le raccomandazioni Ue. Mai la rigida dottrina tedesca aveva fatto una tale apertura”.

Secondo Monti, fu durante quel summit che le istituzioni comunitarie, a cominciare dalla Bce guidata da Mario Draghi, si resero conto della ritrovata credibilità internazionale dell’Italia. E fu proprio la Bce a placare la tempesta dello spread, mostrandosi “sensibile all’esigenza unanimemente dichiarata dai Capi di Stato e di governo” e trovandosi “per la prima volta nelle condizioni per annunciare, e poi articolare tecnicamente, il nuovo strumento noto come Omt (Outright monetary transactions). Questa intelligente innovazione della politica monetaria europea, dovuta alla saggezza e alla determinazione del presidente Mario Draghi, ha dato dall’estate del 2012 un contributo assai importante alla normalizzazione dell’eurozona e alla diminuzione dei tassi di interesse e degli spread”.

La lettera di Monti si conclude con un monito, rivolto principalmente a tutte quelle forze politiche che stanno cavalcando il malcontento verso l’euro e l’Europa: “L’Italia ha indotto l’Europa a migliorarsi. L’Eurozona è più forte. L’Italia è meno debole. Questo non basta certo, per la crescita. E sarà necessario intervenire ancora, anche in Europa, come il governo Letta sta facendo. Ma pensiamo che ne sarebbe, in Italia, dei conti dello Stato, delle tasse, della situazione delle imprese e delle famiglie se l’eurozona si trovasse ancora in una crisi acuta e i tassi di interesse e gli spread fossero ancora sui livelli che abbiamo conosciuto”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

40 comments
Francesco Cantatore
Francesco Cantatore

Fabio Graziosi anche io la penso come te, ma credo anche che stanno aumentando le tasse solo perchè hanno la convinzione che il popolo è ricco (perchè guardano l'evasione che è alta). la loro manovra è quella d'impoverirci per metterci allo stesso livello di altri paesi dell'unione europea come la romania ecc. in quei paesi ora si stanno riprendendo tante cose lavoro, aumento dei salari, ecc il problema è il nostro....in pratica stiamo andando indietro e non avanti perchè ci siamo addossati i problemi di altri paesi.... inoltre non hanno messo delle regole uguali per tutti a livello commerciale, perchè??? perchè il loro obiettivo è di far scendere il pil ... secondo me, poi mi posso sbagliare. il bello è che loro non possono dire che ci devono impoverire per uguagliarci agli altri paesi d'europa se no veramente andiamo a roma e li buttiamo giu dal palazzo a loro ai loro guardaspalle e tutto ciò che sta attorno... cmq si stava meglio quando si stava peggio

Salvatore Salvio
Salvatore Salvio

grande manovratore dello spread, cosi a inculato l'IMU, e le PENSIONI agli Italiani...................

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

E non dimentichiamo, se salvataggio vero c'è stato, quali sono le categorie sociali che l'hanno pagato! Indovinare quali.......!

Grazia Gioè
Grazia Gioè

ma che gioia sarebbe prenderlo a calci....

Alessandro Nizzoli
Alessandro Nizzoli

Non dimentichiamo i partiti che hanno sostenuto il governo Monti.

Matteo De Feo
Matteo De Feo

Ma se 57000000 di italiani stanno peggio solo chi gira in politica sta bene come hai salvato l'Italia hai salvato chi sta rovinando l'Italia e le banche che hanno rovinato gli italiani.vaffanculoooo signor monti

Rossella Beccari
Rossella Beccari

Gli Italiani dicono: morite ammazzati tutti...ASSASSINI LADRI

Luigi Babbetto
Luigi Babbetto

Li mortacci tua e de Letta e pure de Napolitano ma ve stamo ad aspetta' al varco a Zozzi

Silvestro Trovato
Silvestro Trovato

Sulle spalle dei lavoratori e pensionati e piccoli imprenditori, che uomo di mer.. Che sei, pure io saprei governare senza essere laureato

Salvatore Caputo
Salvatore Caputo

I pazzi sono quelli che hanno votato un buffone x 20 anni...loro si sono trovati la patata bollente in mano....e hanno fatto ciò che hanno potuto. Mi domando quando arriverà il giorno in cui l'italiano medio si farà un esame di coscienza.

Vito Martinelli
Vito Martinelli

Adesso basta rompere i coglioni alla brava gente con dichiarazioni demenziali non se ne può più. Mandiamoli a fanculo loro e la loro Europa del c....

Johnny Lee
Johnny Lee

Chi crede ancora a quei viscidi di Monti Prodi e Letta è un cretino senza speranza

Giuseppe Perdichizzi
Giuseppe Perdichizzi

Il default dei suoi amici e compari banchieri e per farlo non ha esitato a salassare una nazione. Suo degno erede letta,cane al guinzaglio dei soliti noti.

Mario Salvetti
Mario Salvetti

Il tecnico monti diventato capo di governo per volontà di Napolitano ,ma senza il consenso degli italiani , ha rovinato l'economia più di una guerra mondiale ed in particolare ha messo in condizione le banche a non elargire finanziamenti , fidi o mutui utilizzando il denaro ad acquistare titoli di stato per abbassare lo spread che non serve a nulla . Ha regalato 4,5 miliardi di euro dei nostri soldi prelevati dal l 'Imu ad una banca di sinistra , con la Fornero ha allungato i tempi di pensione , ha creato un esercito di esodati , centinaia di suicidi di imprenditori onesti , aumentato il debito pubblico , leggi varie a favore delle banche , aumento di tasse , nessun indennizzo a terremotati ed alluvionati ... se questo significa aver salvato l'Italia io sono Garibaldi !

Felice Salomone
Felice Salomone

...ma per piacere, hai rovinato l'Italia e gli italiani, e cerchi ancora di far credere che hai salvato il paese...non siamo fessi!!!!!!!

Gaetano Fano
Gaetano Fano

Monti può scrivere e dire tutto quello che vuole tanto e'senatore a vita grazie al nostro presidente e ne per volontà di dio e ne per volontà della nazione.questa gente,se avesse coscienza e onore,si dovrebbe suicidare.

Nadir Crive
Nadir Crive

sai che scienza umana Uno che ha nominato La Fornero ministro , ma vai a cagare stronzo e levati dai coglioni che delle tue sapienze ne' abbiamo i coglioni gonfi dato che a te' di sicuro non ha tagliato la tua misera pensione e tantomeno il tuo stipendio polpo sanguisiga.. fuori dai coglioni

Maurizio Cavarra
Maurizio Cavarra

fattela mettere in culo che ti si abbassa ancora di + ....coglione

Fabio Graziosi
Fabio Graziosi

benissimo ma la disoccupazione e'ai massimi storici , il credito alle imprese non e' mai stato cosi basso e il pil dal 2008 a oggi ha perso quasi dieci punti di pil una media di due punti ogni anno senatore a vita monti io mi vergogno di lei e di letta e di tutti voi leggendo queste dichiarazioni lei piu che un economista e'un pazzo perche' con la politica delle tasse avete distrutto l'economia altro che spread il debito pubblico e'a 2080 miliardi di euro lei lo definisce un successo? ribadisco siete pazzi

Gianni Ferrara
Gianni Ferrara

La moglie di Letta a capo del Corriere e ci raccontano cazzate

Isa Poli
Isa Poli

A un prezzo molto più basso di quello che ci sarebbe costato il default o il commisariamento.

Enzo Bassi
Enzo Bassi

a che presso Senatore , a che prezzo? nessun grosso o grande potere o lobbi ha messo quattrini, nessun suo amico a pagato, nessun mega stipendio o pensione milionaria è stata tagliata, Lei è complice, senza essere mai stato eletto, di una deriva economica e chissa' forse sociale. tra qualche mese ci riscriviamo e vediamo se ho ragione.

Fabio Todisco
Fabio Todisco

letta non puo continuare sulla tua strada....................

G.b. Perazzo
G.b. Perazzo

siamo sotto quota 200 per i numeri non belli della Germania

Maurizio Recla
Maurizio Recla

abbiamo perso ulteriore credibilità in europa e nel mondo e perso parte dei posti di lavoro e della ricchezza nazionale... a discapito di coloro che percepiscono pensioni d'oro e stipendi di platino...