•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 14 gennaio, 2014

articolo scritto da:

La Giunta Cota ricorre al Consiglio di Stato

cota dimissioni dei consiglieri in Piemonte

La Giunta Cota ricorre al Consiglio di Stato

La clamorosa notizia dell’azzeramento del Consiglio Regionale del Piemonte ha appena quattro giorni di vita, ma le conseguenze e le feroci dichiarazioni dei diretti interessati non si stanno facendo attendere. Lo scorso venerdì, infatti, il Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) ha sentenziato il ritorno alle urne per il rinnovo del Consiglio Regionale a causa delle firme false per la lista “Pensionati per Cota”, guidata dal consigliere Michele Giovine. Il Presidente della Giunta, al margine di questa decisione, ha dichiarato come lui e i suoi avrebbero fatto “ricorso al Consiglio di Stato contro questa vergognosa sentenza e io continuerò a fare il governatore, chiederemo giustizia lavorerò per costruire, nell’interesse dei piemontesi”.

Ed oggi è arrivato l’annuncio ufficiale del ricorso al Consiglio di Stato. Cota e la sua giunta, attraverso l’avvocato Angelo Clarizia, rispondono così all’annullamento del risultato elettivo del 2010. Le motivazioni che hanno portato il Tar a decidere per l’annullamento dell’assemblea piemontese saranno deposte entro lunedì. Solo allora Clarizia presenterà l’atto ufficiale di ricorso.

Cercano di tenere duro Cota e i suoi. Il leghista ha definito la sentenza prima “una vergogna”, poi “un golpe”. Al contrario, ha preso le difese della giustizia l’ex governatrice piemontese e candidata sfidante di Cota nel 2010 Mercedes Bresso, sostenendo come il leader della Lega “se ne debba andare”. Ma Cota non ha intenzione di prendere la via d’uscita di Palazzo Lascaris ed ha provato sabato sera a caricare il popolo del centro destra indicendo una manifestazione in solidarietà con la sua giunta: sfortunatamente per il Presidente il messaggio non deve essere arrivato ai cuori dei militanti e dei sostenitori visto che nemmeno mille hanno affollato la fiaccolata nella fredda sera torinese.

Daniele Errera


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

15 comments
Fabio Todisco
Fabio Todisco

solo per ricordarvi che e' inutile prendersela solocon Cota, il òproblema e' la capacita' politica di gestire i problemi, non le mutande verdi

Filippo Valera
Filippo Valera

Non è che se c'è stato un ladro poi l'altro è autorizato a fare lo stesso...

Angelo Masia
Angelo Masia

sono rimasti in mutande.....verdi naturalmente

Agnese Diana
Agnese Diana

Ci vorrà' un altro anno e così ha finito il suo mandato!!!!!

Piero Nanni
Piero Nanni

Fabio a me risulta che un ladro più un altro ladro, fanno due ladri e non zero ladri (salvo assoluzione a fine indagini e fine di eventuali processi)

Piero Nanni
Piero Nanni

tanto il Cota verrà interessato da un avviso di garanzia per le sue "mutande verdi" & altre piacevolezze ...................

Lucente Michele
Lucente Michele

Tanto per.....guadagnare tempo e un po' di contributi per la pensione.......

Fabio Todisco
Fabio Todisco

la giunta bresso inceve non ha mica rubato???!!!! quanto siete idioti.......

Leonardo Braccio
Leonardo Braccio

Se il consiglio di Stato dovesse dare ragione a Cota vorrebbe dire che abbiamo un Consiglio di Stato Azzurro - Verde?

Pietro Favaro
Pietro Favaro

.... e chi lo sa ?? forse per lui 1000 persone che sono scese in piazza per manifestare a suo favore sono moltissime, per cui si sente legittimato a fare di tutto, anche le barricate per mantenere la poltrona.