•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 15 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Terra dei fuochi: arriva l’esercito

Terra dei fuochi: arriva l’esercito

Al via i lavori per il decreto per la Terra dei Fuochi: il governo da il via libera ai provvedimenti volti a contrastare il fenomeno di roghi di rifiuti e di abbandono degli stessi.

Primo importante sì del governo, che ha approvato ieri l’invio dell’esercito nella tristemente nota Terra dei Fuochi. Il governo ha deciso di inviare un piccolo contingente di uomini, che potrà arrivare a raggiungere le 850 unità, a supporto delle operazioni di sorveglianza del territorio per contrastare i fenomeni di roghi e di abbandono dei rifiuti. Ad annunciare la decisione ufficiale è stato il sottosegretario alla difesa Gioacchino Alfano, il quale si è detto soddisfatto di “essere arrivati ad una soluzione condivisa da quasi tutte le forze politiche”.

Il testo, infatti, ha visto l’appoggio di tutte le forze parlamentari tranne il MoVimento 5 Stelle, che ha deciso di astenersi sul provvedimento. Il testo, abbozzato già in dicembre, è stato poi modificato e migliorato in commissione, come dice dalla sua pagina Facebook il deputato Arturo Scotto, in quota Sinistra Ecologia e Libertà. “Il Ddl Terra dei Fuochi – scrive l’on. Scotto – ha subito miglioramenti grazie al lavoro in commissione Ambiente e al contributo di Sel”. Scotto propone poi di andare avanti per la bonifica e la riqualificazione dei terreni inquinati, magari forzando la conversione di tali terreni in coltivazioni di canapa indiana. “Restiamo profondamente critici – conclude il deputato napoletano – sull’impiego delle forze armate”.

Sulla decisione di invio dell’esercito in Campania scoppia la ‘rivolta’ della rete, che contesta la decisione. Tra i commenti su Facebook all’articolo in merito postato da Repubblica si trovano tantissimi commenti di contestazione per questa decisione. C’è chi come G. F. ricorda che i ‘camion pieni di spazzatura’ siano passati sotto il silenzio delle forze armate; chi denuncia un ritardo di venti anni, come T. L.; chi invece addirittura non crede l’esercito sarà attrezato a dovere; e, infine, chi invece vuole aspettare e vedere i risultati, come A. M.

L’altro principale intervento dello Stato sulla situazione in Campania è quello di rafforzare la prevenzione sanitaria. Infatti sono stati stanziati 50 milioni di euro per fare screening gratuiti anti tumorali, così da poter dare a tutta la cittadinanza la possibilità di effettuare un controllo e, magari, intercettare le malattie che quest’inquinamento provoca prima che faccia danni irreversibili.

Sui provvedimenti che Roma sta per adoperare sul caso napoletano ci sono le posizioni critiche dei comitati locali, che da anni si battono sul territorio per il riconoscimento del biocidio, avvenuto “nel silenzio omertoso della popolazione e nel silenzio criminale della politica”.

Tra i comitati contrari c’è anche #fiumeinpiena, il comitato più grande della Campania che è stato l’organizzatore della manifestazione del 16 novembre che portò in piazza più di 70.000 cittadini arrivati da tutta la Campania e non solo. Secondo un esponente di #fiumeinpiena, Raniero Madonna, questi provvedimenti sono “insufficienti al caso campano”. “Non vogliamo l’esercito in Campania, – dice Raniero – noi vogliamo provvedimenti seri per la risoluzione del problema”. Il comitato ritiene assolutamente insufficiente le misure che il governo vuole adottare e ritiene inutile, se non dannoso l’invio dell’esercito, contro cui hanno già manifestato il 6 dicembre a Napoli per contestare la volontà di militarizzare il territorio. Secondo il movimento l’invio dell’esercito è il sintomo di una “politica vuota e senza soluzioni, che si limita ad interventi scenografici per far credere di star lavorando alla soluzione del problema”. Si plaude, ma con riserva, invece, per il provvedimento che da la possibilità ai cittadini di effettuare screening gratuiti. “La possibilità di fare screening gratuitamente – dice Raniero – era una delle proposte fatte in piazza il 16 novembre, ma siamo sicuri che le attuali strutture sanitarie della regione riusciranno a soddisfare tale peso effettuando questi test in tempi e modi adeguati?”

Francesco Di Matteo

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

21 Commenti

  1. Oscar Barbi ha scritto:

    il movimento 5 stelel deve farsi sempre riconoscere…a loro non interessa?

  2. Giovanni Gobbi ha scritto:

    ovvio, non era nel programma dei pentastellati….. e tantomeno pare essere un’emergenza……

  3. Jonathan Bianco ha scritto:

    Forse voi non vi rendete nemmeno conto che L’M5S ad inizio legislatura è stata la prima forza politica ad andare a visitare il posto e a portare il tema in aula oltre che ad intervenire per far desecretare le rivelazioni del pentito che altri hanno tenuto nascoto.
    Certo che la disinformazione in Italia raggiunge livelli impensabili e chi si lascia prendere in giro non approfondendo le questioni è responsabile tanto quanto chi dice le balle.

  4. Alfredo Romeo ha scritto:

    ma se sono stati lori i primi a parlarne in parlamento! Cazzo dici!

  5. Anna Mattii ha scritto:

    l’esercito che fa spala? semmai prima doveva andare

  6. Oscar Barbi ha scritto:

    Prima cosa devi essere educato…il cazzo te lo tieni per te anziche’ offendere chi non conosci…e poi che vuol dire che ne hanno parlato per primi ma quando c’e’ da agire si tirano fuori?

  7. Guido Zaccaro ha scritto:

    Terra dei fuochi….un disastro ecologico…in assoluto la zona più inquinata a livello mondiale…morti di bambini con leucemia…e tumori..con i più alti numero al mondo….va l’esercito?…..le ecomafie?…L’Italia possiede le mafie più potenti e meglio radicate tra il popolo…a livello mondiale…….

  8. Pino Iaco ha scritto:

    Infatti i grillini si sono astenuti al provvedimento di invio dei militari..ora è vero che i militari non sono la soluzione però oggi è l’unico sistema per arginare e poi poter ripartire

  9. Guido Zaccaro ha scritto:

    Sì sta discutendo..sui Grillini. …tanto grillo o non grillo….il disastro causato da realtà italiane…e li’…la causa…essere in italia con le sue realtà. ..

  10. Eugenio Policriti ha scritto:

    i militari italiani dovrebero fare i soldati non monnezari ma questo ai nostri comandanti in ghingheri e merletti non gli interessa basta che comandano un soldo di pane è nove di comando il motto dei comandini

  11. Raffaela Staiano ha scritto:

    E in tutti questi anni invii venivano scaricate tonnellate di immondizia di ogni tipo, peraltro ampiamente descritte nel libro di Saviano, le istituzioni cosa facevano? E le persone cne abitano li dov’erano? E adesso chi paga? Finché nessuno sarà responsabile di nulla, siamo ciò’ che siamo un paese incredibile e impresentabile

  12. Francesco Fabbricatore ha scritto:

    É vero il m5s ad inizio legislatura con una sua delegazione fece visita alla terra dei fuochi;quindi mi spiegate il perchè non avete votato questo provvedimento?

  13. Cristina Pozzolo ha scritto:

    e allora perché si sono astenuti adesso??? Sempre fuori tema voi!

  14. Cristina Pozzolo ha scritto:

    ogni volta che c’e’ da votare una legge sensata quelli si astengono. INCREDIBILE! ma paghiamo pure questi ora?!?!

  15. Lidia Grimaldi ha scritto:

    meglio lì che in missione all’estero

  16. Michele Molinaro ha scritto:

    Sono dei buffoni,cavalcano ogni protesta facendola propria,anche quelle che qualche giorno prima hanno crititicato.

  17. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    oOooh… O.o quando ci devono togliere la monnezza sotto casa, o soccorrere dopo un’alluvione o un terremoto, all’improvviso non sono più schifosi mercenari, vero?

  18. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    ecco appunto

  19. Jonathan Bianco ha scritto:

    Stai a vedere che adesso la colpa del dramma della terra dei fochi è del M5s!!!
    Stai a vedere che le mozioni, le interrogazioni parlamentari, gli emendamenti sono stati fatti “dal Partito Unico” e non dai Pentastellati durante il periodo dello spazzator 2013.
    Cmq i ragazzi con estrema probabilità hanno preferito astenersi su alcune cose per il semplice motivo che in mezzo al decreto “terra dei fuochi” ci avranno aggiunto i soliti favori ad amici, amici di amici, camorra, malaffare etc etc….. invece di prendere sempre per buone le notizie che riceviamo, APPROFONDIAMO “chi ci illude è colpevole ma ci si lascia illudere lo è tanto quanto chi lo ha fatto”.
    http://www.youtube.com/watch?v=EovjLiCzrp4&list=UUQMR0q4wNM8Rbe7W0UlX1jg&feature=c4-overview

  20. Franco Cannavacciuolo ha scritto:

    Facile raccogliere la protesta,un po’ piu’ difficile elaborare una proposta.Spero che quanto prima inizi il processo di ”svezzamento”dei parlamentari 5S,affinche’ non abbiano piu’ bisogno del maestro di sostegno.

  21. Alfonso Sarno ha scritto:

    ma dei propietari dei terreni si sa niente? camorra

Lascia un commento