•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 21 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Venezuela, Maduro attacca anche le telenovelas

Venezuela, Maduro attacca anche le telenovelas

Ieri, il Presidente del Venezuela Nicolás Maduro ha incontrato i rappresentanti delle emittenti televisive locali per affrontare il problema della violenza urbana, che pone il Paese fra i più pericolosi del continente americano. Secondo il Presidente venezuelano, è necessario cambiare la “cultura della violenza” presentata dai media.

L’accusa nei loro riguardi è di “trasmettere valori negativi come morte, droga, armi, violenza, tradimenti, e tutto il male che un essere umano può rappresentare”. Così ha dichiarato lo stesso Maduro durante la settimana scorsa, convocando i rappresentanti dei canali televisivi presso il palazzo di Miraflores, ovvero la sede degli uffici presidenziali. In particolare, il Presidente venezuelano ha dichiarato che le telenovelas sono una delle cause della violenza nel Pase, ma non solo loro. Infatti, il governo venezuelano mira a incrementare il proprio controllo di censura su riviste e quotidiani, ma parte della popolazione già accusa il governo di badare piuttosto a “far tacere la stampa” anziché badare in concreto alla drammatica condizione della sicurezza nazionale. Quella attuale è l’ennesima campagna lanciata negli ultimi anni dal governo per migliorare la sicurezza, eppure il tasso di omicidi nel Paese è soltanto peggiorato: secondo i dati ufficiali, durante gli ultimi 15 anni il numero di omicidi è aumentato del 105%, nonostante il governo abbia preso di mira anche i prodotti che possono incrementare la “cultura della violenza”.

Venezuela, Maduro attacca anche le telenovelas

Il defunto ex Presidente Hugo Chávez aveva ordinato il divieto di fabbricare, importare e distribuire videogiochi e giocattoli violenti. Le cause profonde dell’attuale condizione in Venezuela sono varie e determinate da diversi fattori, come la corruzione presente all’interno del sistema giudiziario e la complicità delle forze di polizia.

L’assassinio dell’attrice Monica Spear Mootz e di suo marito Thomas Henry Berry, uccisi durante una rapina lo scorso 6 gennaio vicino a Puerto Cabello, ha scosso l’intera popolazione e ha comportato una reazione immediata e di estrema urgenza da parte di tutte le forze politiche del Paese, finalmente unite per affrontare comunemente la complicata questione della sicurezza nazionale.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

2 comments
Emanuela Antolini
Emanuela Antolini

sinceramente ,tante belle parole,ma ,il venezuela,oggi,non e',Chiesa Cattolica Cristiana,bensì,il Testimone di Jehova,quindi,la sua presenza pubblica ,e' discriminata. Capire il Venezuela,da come,lo vuole ,Nicolas Maduro,e' veramente,difficile,mentre ci sono interi Stati del Messico,che per colpa e causa,del Venezuela,sono a gravissimo rischio di vita,ma anche,dal fatto,che,il Venezuela,politica paramilitare e lo Stato sicurezza,lavora così,bene,che non ha la neccessita',di acquisire la denuncia,per evitare ,il danno,o con la presunzione,di evitare il danno,quindi,oltre al colpevole punito,c'e' attivo il danno voluto,e' di solito,contro agli innocenti. Lavorano così in automatico,appena vengono a sapere,la denuncia e' contro ai senza identita',ma riceve,da altrettanto modo,o niente,quindi,era meglio che no prendesse la denuncia dai sconosciuti,ma vogliono solo così,o comunque,no riconosce il valore di chi,fa' la denuncia di valore di Stato e Nazione. SE NE FREGA PER BENE CONTRO DI TUTTI.Loro lavorano.

Lorenzo Sassi
Lorenzo Sassi

Las telenovelas no tienen nada que ver con la delinquencia urbana. El problema naciò con todos los immigrados clandestino que llegaron al pais a comencar dedse los anos 60. En los tiempos de Perez Jmenes en venezuela no habia delinquencia