•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 24 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Berlusconi “Ora come ora Italia ingovernabile”, Napolitano “Riforme, fare in fretta”

berlusconi

L’accordo tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi continua a far discutere. Sull’argomento è intervenuto anche lo stesso Cavaliere che ha speso parole di ammirazione per il segretario dem: “Finalmente ho trovato nel Pd qualcuno con cui si può parlare e ragionare: abbiamo dato il via non solo alla legge elettorale, ma alla prima importante riforma dell’assetto costituzionale perché così com’è l’Italia non è governabile”.  Secondo l’ex premier il 60% degli elettori italiani sono delusi o indecisi, e vanno recuperati: “Dobbiamo far capire che solo con noi l’Italia avrà un futuro di benessere e libertà . Queste percentuali sono così composte: Il 20% di chi ha votato Grillo è deluso dai suoi parlamentari. Poi c’è un 40% di italiani che è indeciso. Noi dobbiamo raggiungerli”. Chi invece non vede di buon occhio l’accordo tra Cavaliere e Rottamatore è Nichi Vendola. Il leader di Sel, da Riccione dove è in corso il congresso del partito, avverte il sindaco di Firenze: “Caro Matteo, l’abbraccio con il Caimano è una maledizione per la sinistra moderata che ne esce sempre smontata. noi non ci lamentiamo della legge elettorale per ragioni soggettive ma per la velocità del comando politico. Non si può ignorare il tema dell’ineleggibilità. Non ci si chieda di dimenticare la girandola di mafiosi ed escort che ha dominato la scena politica per vent’anni”. Per Claudio Velardi, ex consigliere di Massimo D’Alema a palazzo Chigi, il sindaco di Firenze farebbe bene a guardarsi dalle toghe “Occhio, Renzi, il sistema non si lascerà cambiare senza aver combattuto e come al solito si servirà della magistratura per fare a pezzi il riformatore che più lo minaccia. Cioè te”. In questo clima politico teso arriva in serata l’auspicio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. “È indispensabile che ogni forza politica si impegni, all’interno di un serrato ma costruttivo confronto, per offrire risposte adeguate ai complessi e scottanti problemi del lavoro e del disagio sociale, elaborando proposte coraggiose e sostenibili”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

25 comments
Paolo Concetti Pcont
Paolo Concetti Pcont

Governabilitá o morte.... che necessitá di avere anche il consenso degli elettori ?

Anna Sardina
Anna Sardina

IL "PLASTICO"" doveva scioglirsi....ed invece l'avete "RISTRUTTURATOI SIETE TUTTI UNA:::::

Anna Sardina
Anna Sardina

NON VOTERò sicuramente RENZI e penso molti altr amici di chi ci nha portao al baRatro

Francesco Neiviller
Francesco Neiviller

Il popolo è sovrano e il voto non deve essere blindato e chi deve stare in parlamento deve dar conto al territorio dove viene eletto!

Francesco Neiviller
Francesco Neiviller

l'Italia è governabile solo se questi personaggi vanno a casa,solo un ebete può dire che senza preferenze non è dittatura!

Mauro Portoso
Mauro Portoso

che schifo!l,evasore dopo venta,anni di leggi ad personam ha ancora il coraggio di parlare!all'estero ci ridono addosso!povera italia!!!

Rosa Fos
Rosa Fos

lo ha detto d'alema?........

Luigi Rediv
Luigi Rediv

Fai vedere la Tua faccia e poi di la Tua.

MariaPia Luchi
MariaPia Luchi

LA MEGISTRATURA non ha NESSUN motivo di far fuori RENZI! Non è un FARABUTTO come Berlusconi!!

Lu La
Lu La

velardi, il peggiore amico dell'uomo

Ubaldo Scotto
Ubaldo Scotto

è sicuramente un avviso che gli ha dato l'amico condannato

Loris Accica
Loris Accica

Fanno discutere soltanto le liste bloccate. Assolutamente inaccettabili.

Michelangelo Romano
Michelangelo Romano

Che stronzata. Se d,Alema e' in giro libero dubito persino che esista la magistratura

Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

Grazie a chi è ingovernabile? E Velardi cosa fa, legge il futuro o minaccia? La verità è che tutto cambia per non cambiare niente, come diceva il Gattopardo, personaggio di ben altro spessore rispetto a questi dilettanti...

Roberto Artesiano
Roberto Artesiano

certo con un pregiudicato che ha ancora pretese politiche, l'italia è sicuramente ingovernabile

Amalia Fasolo
Amalia Fasolo

si sa che RENZI alla sinistra da fastidio ..loro sono incartapecoriti ..

Camilla Santoro
Camilla Santoro

Uno schifo #pregiudicatellum Ecco il comunicato di quanto avvenuto oggi in commissione, si può sintetizzare in "UN VERO SCHIFO". LEGGE ELETTORALE, M5S CAMERA: TESTO CON COLLEGI FITTIZI, LAVORO IN COMMISSIONE E’ PANTOMIMA ROMA,24 gennaio 2014 – “Da una parte, in queste ore, appare ormai evidente che l’inciucio di ‘Renzusconi’ era pronto da molto tempo. E’ dunque svelato il bluff delle tre proposte del segretario Pd e la propaganda della finta apertura a un confronto con il MoVimento 5 Stelle. Dall’altra, la pastetta cucinata dal Partito democratico con il pregiudicato è una pietanza indigeribile a causa dei buchi formali che adesso, dopo la nostra denuncia, costringono gli uomini del partito unico di ‘Forza Silvio e Matteo’ a correre ai ripari con tabelle per la suddivisione dei collegi che sono fittizie perché risalgono a 25 anni fa”. Lo denunciano i deputati M5S in relazione alla discussione alla Camera sulla legge elettorale. “Non ci hanno fornito né il numero di abitanti per ogni collegio né i relativi seggi né nessun altro elemento che giustificasse il criterio di realizzazione dei collegi stessi - insistono i pentastellati - Come facciamo a emendare una legge corredata da tabelle inutili, relative a un disegno dei collegi di un quarto di secolo fa? E’ chiaro che stiamo lavorando a un progetto finto, mentre qualcuno, da qualche altra parte, sta mettendo mano a una geografia elettorale ritagliata ad hoc per gli interessi dei partiti”. I deputati M5S insistono: “Ci vorrebbero mesi per emendare delle vere tabelle. Invece abbiamo la scadenza di lunedì: una follia. Anzi, una pantomima. L’inciucio era pronto da tempo e le effusioni amorose tra Verdini e i deputati del Pd ne sono la chiara dimostrazione. Ncd e Per l’Italia, invece, sono passati in 24 ore dalla dura opposizione, a parole, al rapido allineamento con lamaggioranza. Come mai questa folgorazione sulla via che dal Nazareno porta ad Arcore?”. “E’ sempre più chiaro - chiude il Gruppo M5S - che con questa gente è impossibile qualsiasi forma di confronto e di dialogo”.