Sicilia, deciso il Presidente dell’ARS. Ora tocca alle Commissioni

[ad]L’Assemblea legislativa della Sicilia ha un nuovo presidente. E’ Giovanni Ardizzone, 47enne messinese alla sua quarta presenza all’ARS. Uno scrutinio più difficile e risicato del previsto. Non un’elezione “al primo colpo”, e con il minimo indispensabile per essere eletto : 46 voti su 90. Visibilmente commosso, l’avvocato che milita nelle fila dell’UDC, ha dichiarato che sarà il rappresentante di tutta l’assemblea,  che farà in modo che la politica regionale sia davvero la casa di vetro che i cittadini si aspettano e che lo statuto siciliano venga ammodernato. I nomi citati nel suo discorso sono quelli di coloro che hanno fatto la storia della Sicilia: Sciascia, Placido Rizzotto, Giorgio La Pira e, naturalmente, Paolo Borsellino e Giovanni Falcone. Dichiarazioni di rito che, però, non riescono a nascondere le prime crepe che ha portato la sua elezione: difatti se, come era prevedibile, i grillini hanno votato compatti per il loro candidato, Antonio Venturino, è il PD a creare i primi problemi a Crocetta. Il partito delle primarie si è infatti spaccato ed Ardizzone è stato eletto solo grazie ai voti della minoranza, e del PDL in particolare. Intanto, passata l’elezione, il neo governo dovrà subito fare i conti se stesso: non sono... View Article