Elezioni Germania: ma la Merkel non era spacciata?

Elezioni Germania: ma la Merkel non era spacciata? Spesso Angela Merkel è stata data per politicamente morta anzi tempo. Avvenne, ad esempio, nel 2013. Il suo partito di riferimento, la Cdu, riuscì a mantenere la maggioranza al Bundestag soltanto per una manciata di seggi. Ancora: tutti gli analisti la diedero per spacciata dopo il crollo degli indici di fiducia a seguito dell’apertura delle frontiere ai rifugiati del Medio Oriente. Gli arrivi in tutta la Germania furono circa un milione. Allo stato dell’arte odierno, il Cancelliere non gode invero di vigore smagliante. Eppure guai a dare per vinto il fronte cristiano-democratico in vista delle consultazioni di settembre. Elezioni Germania: il pragmatismo tra gesti e intenzioni Domenica si è svolta la tornata elettorale per il rinnovo dei Parlamenti federali regionali. Prima tappa ufficiale, il piccolo bacino del Saarland. Ebbene, il Partito della “Mutti” di Germania ha prevalso sulla concorrenza portando a casa il 40,7%. Un risultato che supera il conseguimento di cinque anni fa (35%), così come anche le previsioni della vigilia (36%). Al contrario, il Partito Socialdemocratico (Spd), anche con la tonificante guida di Martin Schulz, che nelle intenzioni di voto gioca ormai un testa a testa senza quartiere con la... View Article