Lega, Salvini ora rischia la defenestrazione

Ncd non è l’unico partito di centrodestra ad attraversare una fase burrascosa. Anche la Lega Nord targata Matteo Salvini sta vivendo un periodo non brillantissimo. Complice l’infelice risultato delle amministrative (non pervenuta a Roma, sconfitta nella roccaforte di Varese e mancata Opa su Forza Italia) il Carroccio sta mettendo in discussione pure l’intoccabile Salvini. A conti fatti il segretario leghista in pectore ha fallito quasi tutti i risultati che si era prefisso tre anni fa, giorno dell’incoronazione. Il progetto Noi con Salvini si è rivelato un buco nell’acqua. La Lega a trazione nazionale sul modello Lepenista francese è ancora alla fase embrionale. Il sorpasso su Forza Italia è avvenuto localmente ma non in piazze importanti come a Milano dove il partito guidato da Berlusconi ha doppiato la Lega. Il popolo del Carroccio pare essersi disaffezionato, soprattutto sigle una volta vicine alla Lega, come Coldiretti, sembrano aver voltato le spalle a via Bellerio. La vecchia guardia si muove E così ora Salvini rischia grosso. Il Giornale parla anche di un tentativo di modifica dello Statuto della Lega Nord per defenestrare il segretario la cui testa fa gola a molti. In primis ai bossiani che sono stati letteralmente marginalizzati dalla vita del partito.... View Article