Lo scontro tra Salvini e Napolitano che finisce in tribunale

Il botta e risposta è di quelli pesanti. E probabilmente finirà nelle aule di tribunale. Protagonisti sono stati l’ex Presidente della Repubblica (oggi senatore a vita) Giorgio Napolitano e il leader della Lega Nord Matteo Salvini. In mattinata davanti agli studenti della Scuola di Politiche diretta da Enrico Letta (l’ex premier era presente) Napolitano ha attaccato a testa bassa la Lega: “Come in Austria o in Francia ci sono partiti di destra nati su tematiche tradizionali di destra e ora caratterizzati dall’antieuropeismo. In Italia abbiamo la Lega, la principale espressione di posizioni xenofobe, nazionalistiche e ora anti europeiste”. A stretto giro è arrivata la risposta di Salvini da Cassano allo Ionio dove si trovava per un comizio elettorale. “Napolitano che dice che la Lega è xenofoba? Ricoveratelo, ha già fatto troppi danni questo anziano comunista”. Lega Nord contro Napolitano: lo denunciamo Ma la polemica non sembra finire qui e potrebbe avere anche dei risvolti giudiziari nelle prossime ore. I capigruppo della Lega Nord alla Camera e al Senato, Massimiliano Fedriga e Gian Marco Centinaio, hanno infatti annunciato nel pomeriggio di voler querelare il Presidente Emerito della Repubblica e se dovessero vincere la causa, i soldi andranno “in beneficenza a associazioni... View Article