Beppe Sala: “A Milano una moschea entro due anni”

Beppe Sala: “A Milano una moschea entro due anni” L’annuncio è stato dato a margine del consiglio comunale straordinario, indetto nel tardo pomeriggio di ieri, voluto per cercare una soluzione all’annosa questione che lega l’Islam, la libertà di culto, dunque i luoghi ad essa collegati, alla città di Milano. Il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, ha ripreso in mano le tempistiche del bando per la costruzione di una moschea all’interno delle aree urbane pubbliche, ordinanza ereditata dalla gestione di Giuliano Pisapia, allargandone le maglie anche alle aree private. “Vorremmo individuare le aree e poi si faccia avanti chi è in grado di investire”. Il primo cittadino ha scandito una tabella di marcia specifica per il completamento della prima moschea meneghina definendo “realistica”, la cronologia di “un paio d’anni”. La Legge Regionale “anti-moschee” I piani dell’Amministrazione comunale dovranno tuttavia fare i conti con la Legge Regionale numero 2 attiva dal 2015, legge definita “anti-moschee”. La normativa in questione, dichiarata in parte incostituzionale dalla Consulta e poi successivamente riveduta e corretta, impone ad ogni programma di costruzione relativo ad un luogo di culto non soltanto un comprovato e certo profilo edilizio ed economico del progetto, il cosiddetto Piano di governo del... View Article