Primarie Pd: il filo sottile che collega Matteo Renzi a Emmanuel Macron

Primarie Pd: il filo sottile che collega Matteo Renzi a Emmanuel Macron Parlare di Matteo Renzi e della sua longevità politica sarebbe cosa stantìa. Che il toscano, prossimo candidato alla guida della segreteria del Pd, punti ad una sostanziale rinascita ideologica è cosa nota. Il 30 di aprile si avvicina e con questa data anche il discrimine fondamentale per il governo del Paese. Il Partito di maggioranza relativa eleggerà il suo leader ispiratore. D’accordo, ma cosa c’entrano Renzi, le sorti dell’Italia e della legislatura, con le venture elezioni Presidenziali francesi e, nello specifico, con il candidato Emmanuel Macron? Primarie Pd, Renzi e Macron: idee di Partito, idee d’Europa Renzi ha vissuto l’Annus Horribilis della disfatta subendo diversi colpi micidiali. Ganci che avrebbero mandato al tappeto, senza troppi problemi, resistenti fisici navigati dell’arte politica. Il 2016 è stato l’anno della Brexit, quello del trionfo di Donald Trump, ma soprattutto, per il Partito democratico e per il suo ex segretario, l’anno della disfatta referendaria. L’idea di una Europa federale, figlia della sua dimensione sociale più che della sua tecnocrazia finanziaria, insomma la narrativa-attiva di quella “generazione Telemaco” che tanto fu cara a Matteo, è andata erodendosi sino alla consunzione. Ricordare, quale unico... View Article