Il giallo della telefonata di Grillo a Raggi

Telefonata Grillo Raggi, il retroscena “Sono tranquilla. Ho rispettato le procedure. Risponderò a tutte le domande che la Procura mi vorrà fare” – così risponde Virginia Raggi ai microfoni di RaiNews24. Il sindaco di Roma sembra essere serena dopo le vicende che stanno mettendo in agitazione la politica romana e il M5s: due giorni fa è stato recapitato in Campidoglio un invito a comparire da parte della procura di Roma per l’inchiesta relativa alle modalità della nomina di Renato Marra. Telefonata Grillo Raggi, che cosa si sono detti La tranquillità del sindaco sembra stridere se paragonata alle ultime ricostruzioni giornalistiche: secondo quanto riportato da Fabrizio Roncone per il Corriere della Sera Beppe Grillo, padre del movimento, sarebbe furibondo per la situazione di Roma. Non era bastata la modifica al codice etico del regolamento, perché la situazione sembra ancora più delicata. Per il sindaco potrebbe esserci un’accusa di falso. Sempre secondo la ricostruzione del Corsera, ci sarebbero messaggi dello scorso ottobre in cui il capo del personale in Campidoglio Raffaele Marra avrebbe consigliato al fratello Renato, vicecapo della polizia municipale, di fare domanda per il posto di responsabile del Turismo. Se confermata, questa ipotesi sarebbe in contraddizione con la versione fornita dalla... View Article