Il deputato di Sel contro il taglio agli stipendi dei Parlamentari

Fa discutere l’intervento del 3 agosto scorso alla Camera di Arcangelo Sannicandro – avvocato e deputato pugliese – che è intervenuto su un ordine del giorno presentato da alcuni esponenti del M5S in merito alla riduzione dell’indennità di carica dei parlamentari. La risposta del deputato pugliese è stata: “Non siamo mica subordinati all’ultima categoria dei metalmeccanici”. Una dichiarazione che stride con la sua casacca parlamentare – Sinistra Ecologia e Libertà – e soprattutto con la sua militanza politica prima nel Pci e poi in Rifondazione Comunista. Un paragone inopportuno, soprattutto per chi è cresciuto a pane e classe operaia, che ha sempre parlato di tutela diritti dei lavoratori. Tra l’altro Sel in Parlamento un metalmeccanico della Fiat l’ha portato davvero: si tratta del senatore Giovanni Barozzino, all’epoca licenziato dall’azienda a seguito di uno sciopero. Sempre tra le fila del partito figura anche un altro ex leader dei metalmeccanici della Fiom, Giorgio Airaudo. Stipendi parlamentari, Sannicandro: non volevo offendere Inevitabile che le sue parole abbiano scatenato un parapiglia, tanto che lo stesso Sannicardo ha dovuto chiarire la propria posizione. In una nota ripresa anche sul suo profilo facebook, il deputato di Sel ha spiegato che il suo era un tentativo di stabilire... View Article