• 5
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 21 settembre, 2018

articolo scritto da:

Assegni familiari 2018: figli a carico e novità requisiti, la circolare Inps

Assegni familiari 2018: nuova circolare Inps

Assegni familiari 2018: figli a carico e novità requisiti, la circolare Inps.

Circolare Inps su assegni familiari 2018. I figli a carico


La nuova circolare Inps include novità e tabelle aggiornate legate agli assegni familiari 2018 e alle quote di maggiorazione di pensione. In particolare le novità incluse riguardano la rivalutazione dei limiti di reddito familiare ai fini di cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari; e delle quote di maggiorazione di pensione; oltre ai limiti di reddito mensili per l’accertamento dei requisiti richiesti finalizzati all’erogazione degli assegni. L’Inps ha provveduto ad aggiornare le tabelle, allegandole alla circolare che potete consultare in pdf a questo link.

Assegni familiari 2018: nuova circolare Inps, introduzione

Nella premessa della nuova circolare Inps, l’istituto ricorda che le attuali disposizioni “trovano applicazione nei confronti dei soggetti esclusi dalla normativa sull’assegno per il nucleo familiare”. Tali soggetti corrispondono ai coltivatori diretti, ai coloni, ai mezzadri, ai piccoli coltivatori diretti e ai pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi. Per i piccoli coltivatori diretti, informa l’istituto, “continua ad applicarsi la normativa sugli assegni familiari”. Per i pensionati prosegue l’applicazione della “Normativa delle quote di maggiorazione di pensione”. Gli importi delle prestazioni sono quindi così suddivisi:

  • Coltivatori diretti, coloni, mezzadri: 8,18 € al mese per figli ed equiparati;
  • Pensionati delle gestioni speciali per lavoratori autonomi e piccoli coltivatori diretti: 10,21 € mensili per coniuge, figli ed equiparati;
  • Piccoli coltivatori diretti: 1,21 € al mese per genitori ed equiparati.

Assegni familiari 2018: circolare Inps, le tabelle aggiornate

I limiti di reddito familiare relativi all’erogazione o cessazione degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione delle pensioni da lavoro autonomo vanno rivalutati ogni anno in base al tasso di inflazione. L’Inps avvisa che in base a quanto riportato dai Ministeri competenti, “la misura del tasso d’inflazione programmato per il 2017 è stata pari allo 0,9%”.

Pertanto è conseguito l’aggiornamento delle tabelle, incluse in 4 allegati alla circolare. La cui applicazione entra in vigore a partire dal 1° gennaio 2018. Quindi, “le procedure di calcolo delle pensioni sono già aggiornate in conformità ai nuovi limiti di reddito”.

Tabella cessazione/riduzione corresponsione assegni familiari 2018

Di seguito la tabella aggiornata relativamente alla cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari ai lavoratori autonomi; o delle quote di maggiorazione di pensione (ai pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi). La seguente tabella è aggiornata ed è applicata a partire dal 1° gennaio 2018.

N° persone nucleo familiare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati. Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione.
1 (es.: titolare maggiore di pensione superstiti unico componente nucleo familiare) 9.672,50 €
2 16.050,40 € 19.222,07 €
3 20.637,79 € 24.711,85 €
4 24.646,66 € 29.515,81 €
5 28.658,91 € 34.319,82 €
6 32.749,70 € 38.896,38 €
7 o più 36.299,79 € 43.472,19 €

 

Assegni familiari 2018: tabelle redditi aggiornata casi particolari

La tabella seguente andrà applicata esclusivamente ai soggetti che vertono in particolari condizioni. Ovvero: vedovi, divorziati, separati legalmente, abbandonati, celibi o nubili.

N° persone nucleo familiare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati (+ 10 per cento). Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione (+ 10 per cento).
1 (es.: titolare maggiore di pensione superstiti unico componente nucleo familiare) 10.639,75 €
2 17.655,44 € 21.144,28 €
3 22.701,57 € 27.183,04 €
4 27.111,33 € 32.467,39 €
5 31.524,80 € 37.751,80 €
6 35.727,67 € 42.786,02 €
7 o più 39.929,77 € 47.819,41 €

 

Sotto si può consultare la tabella aggiornata riservata solo a nuclei familiari nei quali siano comprese persone dichiarate totalmente inabili.

N° persone nucleo familiare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati (+ 50 per cento). Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione (+ 50 per cento).
1 (es.: titolare maggiore di pensione superstiti unico componente nucleo familiare) 14.508,75 €
2 24.075,60 € 28.833,11 €
3 30.956,69 € 37.067,78 €
4 36.969,99 € 44.273,72 €
5 42.988,37 € 51.479,73 €
6 48.719,55 € 58.344,57 €
7 o più 54.449,69 € 65.208,29 €

Assegni familiari 2018: ultima tabella aggiornata per casi particolari

L’ultimo allegato riguarda esclusivamente i soggetti che rientrano nelle due categorie precedenti. Ovvero che siano nelle condizioni citate nella seconda tabella e al contempo in quelle specificate dalla terza tabella.

N° persone nucleo familiare Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione del trattamento di famiglia per il primo figlio e per il genitore a carico e relativi equiparati (+ 60 per cento). Reddito familiare annuale oltre il quale cessa la corresponsione di tutti gli assegni familiari o quote di maggiorazione di pensione (+ 60 per cento).
1 (es.: titolare maggiore di pensione superstiti unico componente nucleo familiare) 15.476,00 €
2 25.680,64 € 30.755,31 €
3 33.020,46 € 39.538,96 €
4 39.434,66 € 47.225,30 €
5 45.854,26 € 54.911,71 €
6 51.967,52 € 62.234,21 €
7 o più 58.079,66 € 69.555,50 €

 

Assegni familiari 2018: limiti di reddito mensili

Il terzo punto della nuova circolare Inps riguarda i limiti di reddito mensili da considerare per il riconoscimento del diritto agli assegni familiari 2018.

Nella circolare si legge che il trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti equivale all’importo mensile di 549,71 euro, a partire dal 1° gennaio 2018.

Infine, relativamente a tale trattamento, “i limiti di reddito mensili” riguardanti gli assegni familiari 2018 risultano i seguenti:

  • 714,62 €: per il coniuge, per un genitore, per ciascun figlio o equiparato;
  • 250,58 €: per due genitori ed equiparati.

Infine, la circolare si conclude con l’invito a diffondere il contenuto da parte delle associazioni di categoria dei lavoratori interessati; dei consulenti del lavoro; degli enti di patronato e delle organizzazioni sindacali.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: