pubblicato: giovedì, 13 Dicembre, 2018

articolo scritto da:

Bollo auto 2018: evasione pagamento, dopo 3 anni arriva la radiazione

Bollo auto 2018: esenzione pagamento con veicolo non proprio, quando vale

Bollo auto 2018: evasione pagamento, dopo 3 anni arriva la radiazione

Evasione bollo auto e radiazione: come funziona


Il pagamento del bollo auto è stato evaso per 3 anni consecutivi? La conseguenza diretta è la radiazione del veicolo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico). In diversi articoli su questo sito abbiamo infatti affermato che qualora non venga notificato il mancato pagamento del bollo auto, questa tassa (di proprietà) cade in prescrizione. Ma cosa succede nel caso la notifica arrivi? E il contribuente, proprietario del veicolo di riferimento, comunque non paghi?

Prescrizione pagamento: la procedura per non pagare.

Bollo auto non pagato: arriva la radiazione, cosa dice il Codice della Strada

Per comprendere le conseguenze del mancato pagamento della tassa automobilistica, bisogna far riferimento all’articolo 96 del Codice della Strada. Qui si legge quanto segue. “Ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l’ACI, qualora accerti il mancato pagamento di detti tributi per almeno 3 anni consecutivi, notifica al proprietario del veicolo la richiesta dei motivi dell’inadempimento. E, ove non sia dimostrato l’effettuato pagamento entro 30 giorni dalla data di tale notifica, chiede la cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del P.R.A., che ne dà comunicazione al competente ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. per il ritiro d’ufficio delle targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia”.

Sostanzialmente al primo comma dell’articolo si denotano le conseguenze in caso di evasione per 3 anni consecutivi del pagamento del bollo auto. Una prima notifica inviata al proprietario può salvare lo stesso. A patto che il contribuente dimostri che:

  • Abbia pagato almeno un bollo precedente alla data di notifica;
  • Sia esente dal pagamento del bollo auto;
  • Abbia venduto l’auto e/o non ne sia più il proprietario.

La mancata dimostrazione di quanto riportato sopra (si hanno 30 giorni di tempo) porta alla radiazione d’ufficio del veicolo dargli archivi del PRA, con tanto di ritiro delle targhe e della carta di circolazione.

Bollo auto non pagato per 3 anni consecutivi: radiazione d’ufficio e rottamazione

La radiazione del veicolo può avvenire in tre modalità. La prima è la radiazione d’ufficio, che abbiamo descritto sopra. La seconda consiste nella rottamazione del veicolo. Il centro di demolizione autorizzato provvede alla cancellazione dell’auto dagli archivi del PRA. Il proprietario dell’auto, non essendo riuscito a dimostrare alcun pagamento, riceve un certificato di rottamazione; in questo si elencano data e ora di ritiro del mezzo. Infine, la terza modalità in cui avviene la radiazione consiste nell’esportazione del veicolo all’estero. Il proprietario dell’auto sarà chiamato a consegnare targa, certificato di proprietà e libretto di circolazione.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: