• 2
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 15 ottobre, 2018

articolo scritto da:

Bollo auto 2018 in scadenza: calcolo pagamento e come farlo in tempo

Bollo auto 2018 in scadenza calcolo pagamento e come farlo in tempo

Bollo auto 2018 in scadenza: calcolo pagamento e come farlo in tempo

Scadenza bollo auto 2018 e calcolo, come pagare in tempo


Pagare il bollo auto 2018: un obbligo per moltissimi italiani. Infatti chiunque possieda auto e moto immatricolate in Italia è tenuto a versare quella che è a tutti gli effetti una tassa di possesso. Per cui conviene chiarire che anche in caso di mancato utilizzo del mezzo il bollo va comunque pagato. Inoltre da ormai quasi venti anni la gestione della tassa è affidata alle regioni (e alle province autonome). Le scadenze, gli importi e le modalità di esenzioni sono quindi stabiliti a livello regionale.

Bollo auto, scadenza del pagamento

Al pagamento del bollo sono pertanto tenuti tutti coloro che posseggono dei veicoli e sono residenti nel territorio di competenza regionale. Quando scade e quanto costa il pagamento del bollo? La scadenza cambia in base alla immatricolazione e alla regione di appartenenza. Mentre il valore del bollo cambia, oltre che in base alla Regione, anche in base alla potenza del veicolo. In più vale il principio di massima per cui meno si inquina e meno si paga.

Bollo auto, dove pagarlo e come calcolarlo

Il bollo auto o moto si paga presso le sedi dell’Automobile Club d’Italia (ACI). Oppure negli uffici postali o nelle agenzie di pratiche automobilistiche. E ancora nelle tabaccherie dotate del sistema informatico Lottomatica. Alcune regioni offrono la possibilità del pagamento online. Come calcolare il bollo? Semplicissimo: è possibile farlo inserendo online informazioni sulla classe del veicolo e il numero di targa con la consultazione del sito di ACI o dell’Agenzia delle Entrate. Così è possibile verificare sia l’importo dovuto che la scadenza da rispettare.

Bollo auto, esenzioni e in caso di mancato pagamento

Esistono vari tipi di esenzione (qui il caso di auto e veicoli ‘storici’). L’esonero dal pagamento del bollo è infatti spesso riservato a disabili, invalidi o persone che hanno fisicamente a carico un disabile grave, come stabilito dalla legge 104 del 1992.

Diventa indispensabile verificare la scadenza e rispettare il pagamento per evitare le conseguenze a cui si va incontro. Anche perché in caso di mancato pagamento del bollo auto per 3 anni consecutivi si va incontro alla radiazione del veicolo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Il l proprietario del mezzo-contribuente può evitare conseguenze negative a patto che a fronte della notifica dimostri aver pagato almeno un bollo precedente alla data di notifica; di essere esente dal pagamento del bollo auto; di aver venduto l’auto e/o non ne sia più il proprietario.  La mancata dimostrazione di quanto riportato, nei trenta giorni successivi, porta alla radiazione d’ufficio del veicolo dargli archivi del PRA, con tanto di ritiro delle targhe e della carta di circolazione.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: