pubblicato: sabato, 20 ottobre, 2018

articolo scritto da:

Tfr e Tfs con Quota 100: liquidazione e calcolo pubblici-privati

Tfr e Tfs con Quota 100: liquidazione pubblici e privati

Tfr e Tfs con Quota 100: liquidazione e calcolo pubblici-privati

Liquidazione TFR e TFS con quota 100, quali regole valgono


Sono diverse le notizie che si rincorrono su Quota 100, ma alla fine si va sempre finire ai paletti; ovvero a quei 64 anni di età e 36 di contributi richiesti per accedere all’eventuale nuovo regime. Ma il Tfr e il Tfs cambieranno con l’entrata in vigore del sistema Quota 100? Per ora si tratta solo di ipotesi e non di notizie ufficiali. Per parlare debitamente di Quota 100 e di tutto il regime che gli ruoterà attorno bisognerà attendere che la misura sia approvata in maniera definitiva. E per ora le notizie si rincorrono contraddittorie. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ad esempio continua a parlare di una Quota 100 senza paletti; ma presumibilmente la realtà dei fatti (e gli economisti del governo) punteranno a una Quota 100 a partire da 64 anni di età.

Tfr e Tfs: liquidazione dipendenti pubblici

C’è disparità per quanto riguarda le tempistiche del pagamento del Tfr per i dipendenti del settore pubblico e per quelli del settore privato. Per i dipendenti pubblici infatti la corresponsione del trattamento di fine rapporto avverrà in rate, delle quali la prima sarà versata in base a tempistiche differenti a seconda della causa di cessazione del rapporto di lavoro. Il numero delle rate varia in base all’importo da versare.

  • 1 rata (soluzione unica): fino a 50 mila euro;
  • 2 rate: da 50 mila a 100 mila euro;
  • 3 rate: oltre 100 mila euro.

Per quanto riguarda le tempistiche, queste dipendono dalle cause che hanno portato al termine del rapporto di lavoro. Quindi, riassumiamole così.

  • Entro 105 giorni: termine del rapporto di lavoro per inabilità o decesso;
  • Non prima di 1 anno: cessazione per pensionamento e raggiungimento requisiti di servizio o per età;
  • Non prima di 2 anni: termine del contratto per dimissioni volontarie, licenziamento o destituzione dall’impiego.

Aumento stipendio non vale per la liquidazione. Il calcolo.

Tfr e Tfs: liquidazione dipendenti privati

Per quanto riguarda i dipendenti privati il discorso è decisamente differente; i lavoratori del settore privato dovranno infatti attendere meno rispetto a quelli del settore pubblico. Per questi dipendenti il Tfr deve essere corrisposto alla fine del rapporto di lavoro, rispettando quanto stabilito nel Ccnl di riferimento.

Tfr e Tfs con Quota 100: cosa cambia?

Quota 100 è per ora solo un’ipotesi. Nonostante si susseguano notizie su questa misura che andrà a riformare il regime pensionistico, si attendono ancora notizie ufficiali che ne spieghino il funzionamento e i relativi meccanismi. Pertanto non è ancora dato sapere cosa cambia (sempre che cambi qualcosa) sotto l’aspetto del Tfr e del Tfs con l’eventuale Quota 100.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: